Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mistero della camera gialla

I Classici del Giallo n. 442

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

4.0
(208)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 234 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo , Inglese

Isbn-10: A000138480 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Sarah Cantoni

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il mistero della camera gialla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
25 ottobre 1892. Sul quotidiano Temps appare la notizia di un crimine efferato commesso nel castello Glandier, ai bordi della foresta di Sainte Geneviève. La sera prima, mentre il professore Stangerson lavorava nel suo laboratorio, qualcuno aveva cercato di assassinare la figlia che domiva nella camera gialla accanto. Si tratta di un classico delitto in camera chiusa, un caso praticamente insolubile. Tenterà di risolverlo, riuscendoci, un giovane e brillante reporter, Joseph Rouletabille.
Ordina per
  • 4

    "Era dunque con una semplicità naturale che quel ragazzo, irresponsabile del suo cervello prodigioso, esprimeva delle cose formidabili."

    Se non ho affatto amato il Leroux del Fantasma dell'Opera, l'autore si è indiscutibilmente ripreso ai miei occhi con questo mistery magistrale. Già il solo fatto che venga considerato il capolavoro em ...continua

    Se non ho affatto amato il Leroux del Fantasma dell'Opera, l'autore si è indiscutibilmente ripreso ai miei occhi con questo mistery magistrale. Già il solo fatto che venga considerato il capolavoro emblema di tutto un genere, quello del giallo a camera chiusa, dovrebbe dirla lunga sulla sua qualità e la sua importanza, per cui non è necessario che mi soffermi su questo. Vi dirò invece della piacevole e intelligente complessità di cui la vicenda fa bellamente -e a diritto- sfoggio, della piacevolezza con cui l'indagine magistralmente costruita si fa seguire passo passo del dinamismo che la pluralità di stili e generi di cui l'autore si avvale conferisce al tutto. La caratterizzazione del personaggio di Rouletabille è quel che da sola costituisce gran parte delle ragioni per cui ho amato dedicarmi a questo viaggio tutto al poliziesco. Tra gli altri c'è il finale, nello specifico le ultime due pagine, e la gioia di quando ho scoperto di aver intuito una metà, seppure scarsa, della soluzione del caso. Ciò dimostra che quando si elimina l'impossibile quel che resta, per quanto assurdo, deve essere la verità (cit.).
    E con questa mirabile impresa, dunque, il giovane Rouletabille si guadagna un posto accanto agli altri grandi detective della letteratura. Credo tuttavia che mi aspettassi qualcosa in più dall'esito di un caso con delle premesse simili. Non saprei dirvi cosa, ma sento che manchi alla soluzione un po' di aroma, di pepe; è stupefacente, certo, ma non eccezionalmente stupefacente.

    Anyway, per me è promosso a pieni voti. E' uno di quei gialli che rileggeresti volentieri pur conoscendo la fine; e io credo proprio che lo riprenderò presto.

    ha scritto il 

  • 5

    Puro divertimento. Una storia classica sul "mistero" del delitto in una camera chiusa. Pura tecnica narrativa nel costruire gradualmente un mistero insolubile, risolto alla fine secondo il modello raz ...continua

    Puro divertimento. Una storia classica sul "mistero" del delitto in una camera chiusa. Pura tecnica narrativa nel costruire gradualmente un mistero insolubile, risolto alla fine secondo il modello razionale di Poe e Doyle.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno de los mejores libros del mundo

    Es genial porque es como si estuvieras dentro de el. Y una vez que empiezas a leer no puedes parar y si lo haces te estas preguntando todo el tiempo: " Que pasará después?????? ".
    Es flipante, me enca ...continua

    Es genial porque es como si estuvieras dentro de el. Y una vez que empiezas a leer no puedes parar y si lo haces te estas preguntando todo el tiempo: " Que pasará después?????? ".
    Es flipante, me encantó y lo recomiendo.

    ha scritto il 

  • 5

    Un classico del filone "delitto nella camera chiusa". C'è un film del 1919 del regista Emile Chautard, che io non ho visto, ma presumo meriterebbe cercare e vedere. C'è pure un'uscita del 2003 del reg ...continua

    Un classico del filone "delitto nella camera chiusa". C'è un film del 1919 del regista Emile Chautard, che io non ho visto, ma presumo meriterebbe cercare e vedere. C'è pure un'uscita del 2003 del regista Bruno Podalydès, di produzione franco/belga, rintracciabile in dvd!

    ha scritto il 

  • 2

    Me ha desilusionado. Me he quedado con la sensación de final "traído por los pelos". Las maneras de resolver los principales misterios no me convencen. Me resulta poco realista, poco creíble.
    Pese a t ...continua

    Me ha desilusionado. Me he quedado con la sensación de final "traído por los pelos". Las maneras de resolver los principales misterios no me convencen. Me resulta poco realista, poco creíble.
    Pese a todo, no deja de resultar un libro más o menos entretenido.

    ha scritto il 

  • 4

    Me ha resultado una novela muy entretenida y fácil de leer, lo que tiene mérito porque las novelas de detectives puramente intelectuales tipo Sherlock Holmes no me suelen interesar mucho y ésta es uno ...continua

    Me ha resultado una novela muy entretenida y fácil de leer, lo que tiene mérito porque las novelas de detectives puramente intelectuales tipo Sherlock Holmes no me suelen interesar mucho y ésta es uno de los mayores exponentes del género.
    Uno de los mejores puntos de la novela son los personajes, especialmente el personaje principal, que resulta bastante más simpático que otros detectives parecidos.
    Además, como mencionan varias veces en la propia historia, la resolución no “hace trampa”: el cuarto cerrado es un cuarto cerrado, no hay ninguna trampilla oculta que se desvela al lector en el último momento ni nada parecido.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno de esos libros que te enganchan cuando llevas unas pocas páginas y no sueltas hasta haber acabado. Yo lo empecé a leer alrededor de la medianoche y no lo pude dejar hasta que lo acabé... pero mere ...continua

    Uno de esos libros que te enganchan cuando llevas unas pocas páginas y no sueltas hasta haber acabado. Yo lo empecé a leer alrededor de la medianoche y no lo pude dejar hasta que lo acabé... pero merece la pena. Muy buen misterio, muy buen desarrollo del libro y un gran final.

    ha scritto il 

  • 4

    La vittima del delitto viene ritrovata in una stanza dalle pareti gialle con la porta chiusa dall’interno e le finestre sprangate. Eppure l’assassino ne è uscito, ma come? Il giovane reporter Joseph R ...continua

    La vittima del delitto viene ritrovata in una stanza dalle pareti gialle con la porta chiusa dall’interno e le finestre sprangate. Eppure l’assassino ne è uscito, ma come? Il giovane reporter Joseph Rouletabille farà brillantemente luce sul mistero risolvendo il rompicapo logico e consegnando la soluzione al lettore.
    La “camera gialla” è uno dei primi esempi di locked room (risale al 1907) e influenzerà molta letteratura poliziesca successiva durante la cosiddetta età d’oro del giallo classico. Il grande autore di mystery John Dickson Carr lo definirà, nel suo celebre romanzo “Le tre bare”, «il miglior racconto poliziesco che sia mai stato scritto».

    ha scritto il