Il mistero di Paradise Road

Di

Editore: Elliot

3.6
(27)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8869931889 | Isbn-13: 9788869931888 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace Il mistero di Paradise Road?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il 15 gennaio del 1875 a Paradise Road, una via di linde casette a schiera alla periferia di Londra, morirono nella stessa notte dodici persone. Né Scotland Yard né la scienza riuscirono mai ad appurare le cause di quei decessi. Soltanto alcuni decenni dopo viene alla luce il documento che svela finalmente la verità su quel caso, di cui fu protagonista Lionel Morpher, impiegato esemplare all’Ufficio Brevetti, la cui moglie Alphonsine fu “vittima” di una passione totalizzante per la poesia. In una Londra nebbiosa e carica di mistero, Lionel si imbarcherà in un’impresa per guarire la moglie dalla sua “follia”, entrando in un nuovo mondo, fatto di incredibili scoperte scientifiche che annunciano l’arrivo della modernità. Un romanzo avvincente e appassionante, un omaggio originalissimo alla letteratura del mistero e alle atmosfere vittoriane di autori come Wilkie Collins e R.L. Stevenson.
Ordina per
  • 4

    In generale alcune delle principali situazioni le ho già affrontate in altri romanzi , ma sempre dalla parte dei "fedifraghi" o del "ricercatore intrepido", mai ( che mi ricordi) mi son trovata nella ...continua

    In generale alcune delle principali situazioni le ho già affrontate in altri romanzi , ma sempre dalla parte dei "fedifraghi" o del "ricercatore intrepido", mai ( che mi ricordi) mi son trovata nella mente del marito "ottuso e bacchettone" ne in quella del "segretario devoto tutto fare" e questo già di per se è un punto di vista molto interessante poi coinvolgente il tema centrale "poesia vis raziocinio scientifico/ morale prestabilita ( sempre visto dal punto di vista di chi non capisce ciò che non è concreto e ligio alle regole di comportamento della pubblica morale...) ...", interessantissimo tutto il mondo dei brevetti e le testimonianza delle scoperte scientifiche... bello il pizzico di gotico che c'è, il pizzico di giallo , l'orrore delle cure negli asylum ... insomma tante , tante cose interessanti messe assieme benissimo , le atmosfere dell'epoca vittoriana e le sue regole e i suoi strati sociali rese assai bene ... insomma un testo godibilissimo
    P.S.
    La protagonista rappresenta il romanticismo positivo molto meglio di Madame Bovary che era una romantica egoista e cialtrona ...

    Oggetto libro :
    Tutto in economia tranne la copertina, libro incollato ( male) , carta scadente, stampa accettabile ...

    ha scritto il 

  • 3

    L'autore ce la mette proprio tutta per ricreare le atmosfere del romanzo giallo vittoriano, e parzialmente ci riesce: il libro e' ben scritto ed ha un buon ritmo.
    Peccato la motivazione finale, che pe ...continua

    L'autore ce la mette proprio tutta per ricreare le atmosfere del romanzo giallo vittoriano, e parzialmente ci riesce: il libro e' ben scritto ed ha un buon ritmo.
    Peccato la motivazione finale, che per me e' un po' debole.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho scoperto questo libro per caso e ho deciso di leggerlo, incuriosita dall'ambientazione vittoriana che mi piace sempre tanto. Devo ammettere di averlo iniziato con qualche dubbio perché scritto da u ...continua

    Ho scoperto questo libro per caso e ho deciso di leggerlo, incuriosita dall'ambientazione vittoriana che mi piace sempre tanto. Devo ammettere di averlo iniziato con qualche dubbio perché scritto da un autore italiano, ma mi sono bastate poche pagine per ricredermi. Pietro de Angelis non solo ha creato una storia molto accurata, ma assai originale e con personaggi deliziosi, e il desiderio di scoprire il segreto di Lionel Morpher e sciogliere l'enigma di Paradise Road mi ha tenuta incollata alle pagine fino all'ultima, con l'inatteso finale. Lo stile e la scrittura sono eccellenti, accattivanti e mai banali. Davvero una bella scoperta.

    ha scritto il 

  • 4

    “Il Mistero Di Paradise Road” è un romanzo che svela subito la sua natura complessa in un continuo confronto tra Ordine e Caos. Se osservate la cover, noterete che le porte e le finestre della casa di ...continua

    “Il Mistero Di Paradise Road” è un romanzo che svela subito la sua natura complessa in un continuo confronto tra Ordine e Caos. Se osservate la cover, noterete che le porte e le finestre della casa di Lionel sono tutte chiuse. In casa, al riparo dagli occhi della società, i protagonisti si mostrano come realmente sono. Al di fuori delle mura domestiche sono la bella copia di se stessi: marito ossequioso lui, moglie sottomessa lei. Questo aspetto del romanzo mi è piaciuto in modo particolare perché mette in evidenza la doppia natura dell’uomo nascosta da uno stile di vita esemplare. Lionel e Alphonsine hanno una seconda natura che mascherano a tutti, una seconda identità foriera di incomprensioni tra i coniugi.

    Con penna raffinata, lo scrittore sposa il noir con profonde riflessioni sul senso della vita. Narra dell’amore e del suo potere. Svela la malsana passione di Alphonsine per la poesia. Si sofferma sulla capacità, spesso incapacità, del mondo di far buon uso delle invenzioni. […]

    Onore e sentimenti, conflitto tra prosa e poesia, sono il cuore del romanzo. Un cuore che pulsa sempre più velocemente conducendo a un finale sorprendente che svelerà ogni cosa.

    Curata e suggestiva è l’ambientazione nella Londra vittoriana, palcoscenico perfetto per le vicende narrate.

    La lettura del romanzo scivola via veloce, arricchita da diari privati e lettere che svelano la vera natura di alcuni protagonisti.

    Interessante l’idea negativa del potere della poesia. Nel romanzo troverete molti temi su cui riflettere. Per lo scrittore la poesia è un’esperienza vitale che abbraccia l’Universo ed io non posso che condividere tale opinione.

    Recensione completa su Penna D'oro http://pennadoro.blogspot.it/2017/04/il-mistero-di-paradise-road-de-angelis.html

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    "La poesia è ovunque; tutto è poesia..."

    Il mistero di Paradise Road è un romanzo molto particolare. Pur essendo opera di Pietro De Angelis, scrittore italiano, la storia è tutta ambientata nella Londra di fine 1800. Il racconto inizia il 18 ...continua

    Il mistero di Paradise Road è un romanzo molto particolare. Pur essendo opera di Pietro De Angelis, scrittore italiano, la storia è tutta ambientata nella Londra di fine 1800. Il racconto inizia il 18 Gennaio del 1875 a Paradise Road, nella periferia di Londra, dove per uno strano ed inspiegabile caso 12 persone muoiono nello stesso momento. Nessuno riesce a spiegare le cause della morte di quelle persone, così il caso viene archiviato. Soltanto anni dopo verrà scoperto un documento che potrà far luce su quella strana vicenda che ebbe per protagonisti Lionel Morpher, impiegato all'Ufficio Brevetti di Londra, e sua moglie Alphonsine.
    Traendo spunto dalle ambientazioni vittoriane tipiche dei romanzi di Collins, De Angelis ci delizia con una storia avvincente e avvolta nel mistero!
    Lionel Morpher e sua moglie Alphonsine sono al centro del racconto, anche se non subito ci sarà chiara l'attinenza delle vicende legate ai due coniugi con quelle legate al delitto di Paradise Road. Lionel è il perfetto esempio di gentiluomo inglese, esemplare e impeccabile, misurato in ogni gesto e parola. Pretende dalla giovane moglie lo stesso atteggiamento impeccabile, e Alphonsine si dimostra all'altezza.
    Almeno così crede Lionel, fino a quando non scopre che la moglie, dietro la facciata di freddo controllo, nasconde un morboso attaccamento per la poesia che lui crede la stia portando lentamente alla pazzia. Mentre la vita coniugale dei Morpher pian piano si sgretola, contemporaneamente Lionel si ritroverà a seguire il recupero di alcune invenzioni molto particolari che cambieranno la sua vita per sempre.
    Ho trovato questo romanzo davvero bellissimo! La trama mi ha catturata completamente con i suoi misteri e il modo particolare in cui la storia ci viene narrata. Infatti il narratore della storia ci è sconosciuto, solo alla fine, con un bel colpo di scena, ci viene rivelata la sua identità. Lo stile dell'autore è molto scorrevole, elegante ed evocativo, si notano i rimandi alla letteratura di stampo vittoriano e ad autori come Wilkie Collins.
    La storia è divisa in varie parti, man mano ci vengono svelati sempre più particolari per permetterci di comprendere cosa sia davvero successo la notte del 18 Gennaio a Paradise Road. I personaggi sono molto interessanti, mi è piaciuto il contrasto tra Lionel, uomo rigido e formale, ed Alphonsine, una donna di stampo romantico. Molto interessante anche il modo in cui nella trama è inserito il tema delle invenzioni e del lavoro svolto all'Ufficio Brevetti.
    Londra è sempre un'ambientazione meravigliosa e devo dire che l'autore è riuscito a darle quella nota misteriosa e malinconica perfetta per la storia che ci racconta. Insomma, una storia di misteri e di passioni sconvolgenti sullo sfondo di una Londra che non è mai stata tanto affascinante!

    ha scritto il 

  • 4

    Intrigante

    De Angelis si immerge nell'epoca vittoriana con sapiente maestria. Entriamo nella vita di Lionel, l'uomo medio di un secolo pieno di luci e ombre. Il lettore riesce a immedesimarsi con il crescente di ...continua

    De Angelis si immerge nell'epoca vittoriana con sapiente maestria. Entriamo nella vita di Lionel, l'uomo medio di un secolo pieno di luci e ombre. Il lettore riesce a immedesimarsi con il crescente disagio del protagonista. Rimane l'inquietudine.

    ha scritto il 

  • 4

    Una piacevolissima lettura che mi ha riportato alle ambientazioni gotico – vittoriane di Collins e Dickens. Una trama dai risvolti inquietanti che ho molto apprezzato perche’ ricca di dettagli che fan ...continua

    Una piacevolissima lettura che mi ha riportato alle ambientazioni gotico – vittoriane di Collins e Dickens. Una trama dai risvolti inquietanti che ho molto apprezzato perche’ ricca di dettagli che fanno capire al lettore come l’autore si sia ben documentato per trasportarci nelle atmosfere della Londra di quel tempo. Una storia che ci fa riflettere sulla vita e sull’amore e di come questi due sentimenti, messi insieme, possano portare l’uomo alla follia e alla sua distruzione.
    «Il suo nome è Lionel Morpher, e questa è la risposta alla vostra domanda. Questa è la sua storia. E la storia della più terrificante invenzione mai concepita da una mente umana».

    ha scritto il 

  • 4

    Una giusta introspezione

    Libro bello e sicuramente ben scritto. Il lettore si ritrova immedesimato alla perfezione dentro alla figura del protagonista, questo "normalissimo" uomo Lionel Morpher e delle sue vicissitudini nella ...continua

    Libro bello e sicuramente ben scritto. Il lettore si ritrova immedesimato alla perfezione dentro alla figura del protagonista, questo "normalissimo" uomo Lionel Morpher e delle sue vicissitudini nella Londra tipicamente vittoriana. Non ha tante ambizioni dalla vita, anzi, pochissime e precise: un figlio, una casa rispettabile, un buon lavoro, solidità finanziaria. Ma la sua vita è un po' una ipocrisia, fatta di apparenza, con la moglie Alphonsine innamorata di un altro uomo, ma soprattutto innamorata della "Poesia".
    Non sto a spoilerare un bellissimo libro, che sicuramente lascia qualcosa dentro e fa pensare, e soprattutto contrappone la razionalità del progresso tecnologico di Lionel alla impulsività, irrazionalità e poesia della moglie Alphonsine. Ovviamente quando queste due differenti mentalità si incroceranno....

    Nota di merito pure alla Elliot edizioni, una brossura di pregievole fattura, una copertina splendida e una qualità "empirica" del libro veramente eccellente. Davvero una bellissima edizione, un piccolo capolavoro da esporre con orgoglio nella libreria di casa.

    Consigliato.

    ha scritto il