Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mondo dell'adolescenza

Società, letteratura e psicoterapia psicoanalitica

Di

Editore: Astrolabio Ubaldini

3.0
(2)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 272 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8834012100 | Isbn-13: 9788834012109 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Franca Pezzoni

Ti piace Il mondo dell'adolescenza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I problemi, i dilemmi, i conflitti, la complessa esperienza dello sviluppo adolescenziale, visto sia come processo evolutivo sia come stato mentale.
Ordina per
  • 3

    La prima parte del libro tratta un'analisi puntualissima di tre opere letterarie che parlano di adolescenza, Romeo e Giulietta, Molto rumore per nulla e l'Eugene Oniegin, prendendo da queste spunti per la trattazione dei processi relazionali col gruppo dei pari e con la società, quelli d'amicizia ...continua

    La prima parte del libro tratta un'analisi puntualissima di tre opere letterarie che parlano di adolescenza, Romeo e Giulietta, Molto rumore per nulla e l'Eugene Oniegin, prendendo da queste spunti per la trattazione dei processi relazionali col gruppo dei pari e con la società, quelli d'amicizia e dei rapporti di coppia. Segue una parte teorica sull'adolescenza trattata come casistica di situazioni ed infine il libro si chiude con una ampia sezione che racconta alcuni casi clinici e lo svolgimento dei processi terapeutici messi in atto. Nell'insieme il libro non mi ha entusiasmato, nella prima parte l'ho trovato anche interessante ma eccessivamente analitico, tanto da rasentare la maniacalità, nel tentativo di spiegare il significato di ogni singola frase pronunciata o di ogni atteggiamento dei protagonisti e delle figure di contorno delle opere citate, la seconda invece m'è parsa talmente generica che la considererei praticamente inutile, mentre la terza ed ultima parte viene resa quasi illeggibile dalla tecnica usata per riportare il colloquio terapeutico in un tentativo di chiarimento assolutamente fallimentare, tanto da richiedere uno sforzo continuo e per nulla semplice per comprendere chi, tra paziente e terapeuta, dica cosa. Sinceramente penso che per approfondire i temi d'indagine che riguardano l'adolescenza ci sia una molteplicità tale di testi di più semplice approccio che mi sembra quasi masochistico comprendere questo tra le scelte possibili.

    ha scritto il