Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn

Di

Editore: Sellerio (La memoria, 877)

3.5
(206)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 339 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Sloveno , Giapponese , Olandese

Isbn-10: 8838926131 | Isbn-13: 9788838926136 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luisa Nera

Disponibile anche come: Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Non è stato facile per Nicholas Quinn riuscire a ottenere la nomina accademica di membro del Comitato Esami Esteri di Oxford. Il giovane professore era afflitto da una sordità progressiva e questo, a parere di alcuni, avrebbe ostacolato una piena funzionalità. Ma alla fine, tra gelosie e risentimenti, l'aveva spuntata sui candidati concorrenti e aveva intrapreso il compito armato del sussiego e della flemma comune a tutti nell'ambiente del santuario universitario. Un giorno Nicholas viene ritrovato cadavere nel suo appartamento da scapolo. Accanto una bottiglia dello sherry preferito. La causa della morte appare semplice: avvelenamento da cianuro. Ma l'indagine dell'ispettore Morse della Thames Valley Police e del suo aiuto Lewis è tutt'altro che semplice. L'ambiente accademico è oscuro, arcano, reticente; è chiuso in un guscio claustrofobico in cui le domande investigative sembrano prevedibili ma tutto è così vischioso che è impossibile muoversi. Si mescolano motivi di carriera, passioni sessuali, intrighi economici, coinvolgimenti di finanziatori esteri, personaggi dalla vita privata impenetrabile. E poi, del tutto all'improvviso, un secondo inspiegabile omicidio. Un ginepraio per l'ispettore Morse, sempre brusco e bisbetico con il paziente sergente; e sempre affezionato agli intermezzi nei pub dove esporre allo scettico collaboratore la trama dei suoi percorsi mentali. Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn è il terzo romanzo della serie dell'ispettore Morse.
Ordina per
  • 3

    "Lei non è mai stato infedele ispettore?". Morse scosse la testa. "Ragazzo mio, io non ho mai avuto necessità di essere fedele, capisce'".
    Rilettura 22-05-16.

    ha scritto il 

  • 3

    il solito buon vecchio Colin Dexter

    ancora un altro romanzo "alla Dexter", dove ritroviamo l'ispettore Morse ed il suo fido braccio destro, le atmosfere british, il consueto tratto ironico ed una trama un po' aggrovigliata ma mai irrita ...continua

    ancora un altro romanzo "alla Dexter", dove ritroviamo l'ispettore Morse ed il suo fido braccio destro, le atmosfere british, il consueto tratto ironico ed una trama un po' aggrovigliata ma mai irritante. Insomma, un usato sicuro

    ha scritto il 

  • 4

    Morse è inutilmente volgare

    «Carina, vero?».
    «Eh? Di chi sta parlando, Lewis?».
    «E via, ispettore!».
    «Sì, credo di sì».
    «Ho notato che se l’è tenuta per sé».
    «È uno dei privilegi del grado».
    «Però mi stupisce che lei non sia riu ...continua

    «Carina, vero?».
    «Eh? Di chi sta parlando, Lewis?».
    «E via, ispettore!».
    «Sì, credo di sì».
    «Ho notato che se l’è tenuta per sé».
    «È uno dei privilegi del grado».
    «Però mi stupisce che lei non sia riuscito a cavarne fuori qualcosa di più. Tra tutti avrei scommesso che fosse quella che avrebbe abbassato più facilmente le difese».
    «E anche le mutande, se è per quello».
    Lewis a volte pensava che Morse fosse inutilmente volgare.

    ha scritto il 

  • 2

    Evitabile

    Quei gialli che non sopporto. Storia difficile da seguire, con moltissimi passaggi incastrati l'uno dopo l'altro con una tale frenesia che rendono la scrittura un semplice susseguirsi di eventi con lo ...continua

    Quei gialli che non sopporto. Storia difficile da seguire, con moltissimi passaggi incastrati l'uno dopo l'altro con una tale frenesia che rendono la scrittura un semplice susseguirsi di eventi con lo scopo non di creare una bella storia ma di disorientare il lettore. Protagonisti (ispettore compreso) piatti e senza spessore, che non ti lasciano niente in una trama neanche poi così avvincente.
    Sfido chiunque durante la lettura a ricostruire con sicurezza i movimenti di ognuno dei sospettati.

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    «Dunque? Lei cosa ne pensa?». Il Presidente del Comitato Esami Esteri interpellò a brucia pelo Cedric Voss, responsabile della Commissione di Storia.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo ...continua

    «Dunque? Lei cosa ne pensa?». Il Presidente del Comitato Esami Esteri interpellò a brucia pelo Cedric Voss, responsabile della Commissione di Storia.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/m/il-mondo-silenzioso-di-nicholas-quinn-dexter-colin/

    ha scritto il 

  • 0

    Probably not the best among Inspector Morse’s cases, but enjoyable all the way.

    Apart from the plot, which might be judged a little bit too complex, the most intriguing thing I found was the role play ...continua

    Probably not the best among Inspector Morse’s cases, but enjoyable all the way.

    Apart from the plot, which might be judged a little bit too complex, the most intriguing thing I found was the role played by disabilities in the social life of individuals.

    As Quinn’s story clearly shows, physically impaired persons, far from being less smart than the others, may well develop alternative skills that allow to compensate for their disability.

    On the other hand, Quinn makes errors as everyone else does, and in this respect, I have to confess I was quite puzzled when I realized that Morse was working out the case apparently without making any dramatic mistake. I needn’t have worried because, in fact, I had not finished the book yet…

    ha scritto il