Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mostro degli Hawkline

Un western gotico

Di

Editore: Isbn Edizioni

3.7
(75)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8876380981 | Isbn-13: 9788876380983 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Enrico Monti

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il mostro degli Hawkline?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un misterioso mostro entra nella mente delle persone e le fa agire a proprio piacimento. Abita la ghiacciaia sotto la villa abitata da una zitella terrorizzata. Si dice che l'orrida creatura abbia già ucciso il padre della signora, uno strano alchimista alla ricerca della soluzione per i problemi dell'umanità. Per mettere la parola fine a quest'incubo la zitella ingaggia due killer disposti a tutto.
Il mostro degli Hawkline è un'assurda parodia di due generi, un western gotico ambientato nel 1902 e carico di immagini. La scrittura di Brautigan è creativa, ironica, grottesca.
Sotto la patina di sarcasmo, dietro il paradosso emerge la straordinaria narrativa di un artista visionario.
Ordina per
  • 3

    Il problema principale è che non è una miscela di western e di gotico, bensì un racconto diviso in tre parti tutte bebn distinte: una prima parte western, una seconda gotica ed una terza conclusiva in modo troppo semplice e frettoloso. Nessun amalgama. Resta tuttavia sempre godibile, armoniosa e ...continua

    Il problema principale è che non è una miscela di western e di gotico, bensì un racconto diviso in tre parti tutte bebn distinte: una prima parte western, una seconda gotica ed una terza conclusiva in modo troppo semplice e frettoloso. Nessun amalgama. Resta tuttavia sempre godibile, armoniosa e spensierata la scrittura di Brautigan.

    ha scritto il 

  • 5

    Le trame-amene

    Le trame tessute con filigrana d'oro di un romanzo che non è nessun genere e forse fin troppi generi: ma si puo' mai fargliene una colpa, ad un genio?
    Colpi di scena, film-romanzo-telefilm, oggi si direbbe fiction, e in mezzo Lynch e Leone e Bava e Wells e Lovecraft happy days e i Coen, Cro ...continua

    Le trame tessute con filigrana d'oro di un romanzo che non è nessun genere e forse fin troppi generi: ma si puo' mai fargliene una colpa, ad un genio?
    Colpi di scena, film-romanzo-telefilm, oggi si direbbe fiction, e in mezzo Lynch e Leone e Bava e Wells e Lovecraft happy days e i Coen, Cronenberg e Ashby(peccato che non ne abbia tratto il film che tutti abbiamo sperato, ma ora che entrambi sono morti, si potrebbe parlare con la figlia e coi Coen, ecco)
    Descriverne la trama sarebbe inutile, sciocco e riduttivo, tipo come quando ti chiedono " di che sa il cioccolato?" e tu rispondi " non lo so, ma provalo, ma è perfetto".
    Il mostro dei Hawkline è perfetto, sa di Brautigan , è la sua carta di identità( una delle sue tante, trasformista peggio di totò truffa'62),surreale, zuzzerellone, dilagante, indimenticabile.

    ha scritto il 

  • 3

    Uno dei libri più strani che io abbia mai letto. Se la trama scarna può essere classica e apparentemente "normale", non è così il suo svolgimento dalla mano di Brautigan. Infarcito di trovate surreali e scritto con uno stile volutamente ridondante e ripetitivo, questo romanzo è una divertente sto ...continua

    Uno dei libri più strani che io abbia mai letto. Se la trama scarna può essere classica e apparentemente "normale", non è così il suo svolgimento dalla mano di Brautigan. Infarcito di trovate surreali e scritto con uno stile volutamente ridondante e ripetitivo, questo romanzo è una divertente storia che gioca con i generi western e gotico dove nulla sembra quello che è e tutto viene messo in discussione, una storia grottesca e al limite dell'assurdo che anticipa le atmosfere di Lansdale e riprende, con evidenti rimandi, quelle di Lovecraft. Così strana e fantasiosa che il mostro stesso del titolo non è un vero e proprio mostro.
    Dopo aver letto questo libro guarderete con occhi diversi il vostro attaccapanni o il vostro portaombrelli.

    ha scritto il 

  • 4

    Su Brautigan avevo letto qualcosa qua e là, come esponente della controcultura hippy, ma non immaginavo che fosse tanto divertente. Ha saputo mescolare in una speciale parodia western e gotico, con una scrittura secca, puntuta e nello stesso tempo scanzonata. A tratti sembra la sceneggiatura di u ...continua

    Su Brautigan avevo letto qualcosa qua e là, come esponente della controcultura hippy, ma non immaginavo che fosse tanto divertente. Ha saputo mescolare in una speciale parodia western e gotico, con una scrittura secca, puntuta e nello stesso tempo scanzonata. A tratti sembra la sceneggiatura di un film. E Ashby, il regista di "Oltre il giardino" ne voleva fare un film, con Jack Nicholson e Dustn Hoffman. Peccato che non è mai stato fatto. Ora lo vedrei bene nelle mani dei fratelli Coen.

    ha scritto il 

  • 2

    Io questo libro non l'ho capito.
    Cioè, conosco il significato delle parole con cui è scritto, riconosco che sono concatenate in frasi di senso più o meno compiuto e sono disposto ad ammettere che tutte queste cose insieme concorrano a raccontare una specie di storia; ma sostengo che per giu ...continua

    Io questo libro non l'ho capito.
    Cioè, conosco il significato delle parole con cui è scritto, riconosco che sono concatenate in frasi di senso più o meno compiuto e sono disposto ad ammettere che tutte queste cose insieme concorrano a raccontare una specie di storia; ma sostengo che per giustificare la fama dell'autore la vicenda dovrebbe celare qualcosa sotto. Anche qualcosa di piccolo andrebbe bene, purchè qualcosa vi si nascondesse.
    Perchè se così non fosse (e non dico che così non è, dico che io non lo so) l'unico giudizio possibile sarebbe: e allora?
    Ma non conta quello che dico io, perchè io questo libro non l'ho capito.

    ha scritto il 

  • 4

    Il sottotitolo "western gotico" mi ha subito incuriosito ma anche lasciato perplesso su come fosse possibile questa fusione. Beh, invece è possibile grazie alla fantasia e all'ironia dell'autore che crea una parodia che mescola i generi in modo davvero sapiente e godibile.
    Unica "pecca": il ...continua

    Il sottotitolo "western gotico" mi ha subito incuriosito ma anche lasciato perplesso su come fosse possibile questa fusione. Beh, invece è possibile grazie alla fantasia e all'ironia dell'autore che crea una parodia che mescola i generi in modo davvero sapiente e godibile.
    Unica "pecca": il rapporto prezzo-lunghezza del racconto. Dettagli, ne vale comunque la pena.

    ha scritto il 

  • 4

    Originale, assurdo e divertentissimo.
    Il sottotitolo recita “Un western gotico”, ma direi che è più una parodia di entrambi i generi. La storia è la più inverosimile che si possa immaginare e personaggi, dialoghi e situazioni sono a dir poco stravaganti.
    In questo libro nulla è ciò che ...continua

    Originale, assurdo e divertentissimo.
    Il sottotitolo recita “Un western gotico”, ma direi che è più una parodia di entrambi i generi. La storia è la più inverosimile che si possa immaginare e personaggi, dialoghi e situazioni sono a dir poco stravaganti.
    In questo libro nulla è ciò che sembra, nemmeno il portaombrelli!
    Non fatevi ingannare dalla copertina per nulla accattivante, la vera copertina è appena voltata la pagina.
    Un libro assolutamente da leggere!

    ha scritto il 

  • 5

    Ogni tanto capita. Qualcuno Ti consiglia o regala un libro - di cui non conosci autore né nulla. Ed è una perla.
    Succede di rado, ma questo è uno dei casi.
    Brautingan credo scriva al modo del Lansdale dei Suoi western. Ma questo "western gotico" data 1972.
    Questo libro è, per me, u ...continua

    Ogni tanto capita. Qualcuno Ti consiglia o regala un libro - di cui non conosci autore né nulla. Ed è una perla.
    Succede di rado, ma questo è uno dei casi.
    Brautingan credo scriva al modo del Lansdale dei Suoi western. Ma questo "western gotico" data 1972.
    Questo libro è, per me, una bella scoperta. Col bonus collaterale di essere un "Edizioni ISBN".

    ha scritto il