Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il negativo dell'amore

Di

Editore: A. Mondadori (Scrittori italiani e stranieri)

4.0
(172)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 329 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804614668 | Isbn-13: 9788804614661 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Il negativo dell'amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cosa ti aspetta se sopravvivi alla notte in cui tua madre ha deciso di buttarsi nel fiume portandoti con sé? Cica ha paura dell'acqua, o meglio, ne ha un terrore mortale, che sia il mare o il filo d'acqua di un rubinetto. "Cica" è il soprannome che le hanno affibbiato gli altri bambini della colonia, a causa dei due segni curvi che porta sulla schiena, come cicatrici di ali strappate. Cresce in una piccola città del Nord Italia, per compagni un cane lupo e i libri prestati da una vicina di casa capace di tenere i segreti. E cosa ti attende se nasci con un cromosoma in più? Walker un nome ce l'avrebbe, ma a causa della sua passione per il ranger dei telefilm tutti lo chiamano così. Walker è nato in Puglia, primo di tre fratelli, in un giorno d'estate: per il suo compleanno la famiglia organizza sempre una grande festa in campagna. È nato coraggioso, corre in sella al cavallo Fulmine o accanto al nonno, sull'Apecar. Walker è nato con la trisomia del cromosoma 21: è un bambino down. Qualche anno dopo, Cica e Walker sono due adolescenti alla ricerca del proprio posto nel mondo. Non si conoscono, non sanno di avere lo stesso candore, la stessa audacia: due anime leggere e ostinate come steli di gramigna, a dispetto dei pronostici del mondo. Li attende una notte di ottobre, calda come d'estate: un incontro esplosivo e rivelatore, uno di quei rari momenti capaci di illuminare il buio di tutta una vita e di lasciare tra le mani una fiamma per disperderlo, almeno per poterlo guardare.
Ordina per
  • 0

    Il sapore delle nuvole

    In un mondo perfetto Cica non costruirebbe un muro fra lei e il resto del mondo e le sue paure non sarebbero mascherate con la strafottenza.
    In un mondo perfetto il padre di Cica riuscirebbe a dare voce ai suoi sentimenti e alle sue emozioni, senza far passare i giorni nei silenzi e nella solitud ...continua

    In un mondo perfetto Cica non costruirebbe un muro fra lei e il resto del mondo e le sue paure non sarebbero mascherate con la strafottenza. In un mondo perfetto il padre di Cica riuscirebbe a dare voce ai suoi sentimenti e alle sue emozioni, senza far passare i giorni nei silenzi e nella solitudine In un mondo perfetto i genitori di Walker non avrebbero paura di quello che sarà il domani del loro primogenito, che mai sarà autonomo e non vivrebbero nel rimorso di non essersi presi cura abbastanza del figlio di mezzo, "che non è stato il più piccolo né il più debole, ma forse il più solo".* In un mondo perfetto Walker saprebbe che sapore hanno le nuvole. E invece tutte le volte che si stende a pancia in su a guardare il cielo e con il pollice e l'indice prima trattiene le nuvole che stanno per scappare e poi avvicina le dita alla bocca per mangiarne una, questa non ha mai né sapore né odore.

    * Pare che questa sia la sindrome dei figli di mezzo. Ricordo che qualche anno fa una mamma aveva descritto più o meno così il suo figliolo di mezzo. Posso affermare con certezza di averne incontrati altri con queste caratteristiche: introversi, solitari, sfuggenti. E sono anni che io, figlia di mezzo, mi descrivo così.

    Conoscete la storia di Mamlakat? Vi racconto l'inizio e la fine. A voi scoprire, se ne avete voglia, quello che c'è tra la sfrenata corsa dei cavalli....

    http://www.youtube.com/watch?v=M7kj_DR7Dm4

    ha scritto il 

  • 4

    Il negativo dell’amore è l’opera prima di Maria Pia Colombo. Il libro ci racconta la storia di due bambini: la prima è una bambina, e si chiama Cica (nome che deriva dalle due cicatrici che ha sulle spalle), intelligente e perspicace vive in una famiglia disorientata, ha dovuto assistere al suici ...continua

    Il negativo dell’amore è l’opera prima di Maria Pia Colombo. Il libro ci racconta la storia di due bambini: la prima è una bambina, e si chiama Cica (nome che deriva dalle due cicatrici che ha sulle spalle), intelligente e perspicace vive in una famiglia disorientata, ha dovuto assistere al suicidio-omicidio della madre e vive con suo padre che non si è mai sentito amato e che non sa dare amore. La bambina si sente trascurate, e priva di ogni affetto, che troverà poi nel cane Tomba, e nell’amorevole Carmelina, donna coraggio che l’accompagnerà nel suo percorso di crescita, e le trasmetterà anche l’amore per i libri: “Ma cosa c’è di così bello dentro a un libro?” Cica è perplessa. “C’è tutto, bambina. C’è tutto” dice Carmelina. “Ciascuno di noi ha una vita soltanto. Tu sei piccola, ma passa veloce. Te lo posso giurare io, che mi sembra ieri che avevo cent’anni e mi dovevo sposare. Invece le persone che leggono i libri hanno tante vite, una per ogni libro. E tutte diverse. Puoi andare nella giungla, alla corte del re, in Cina. Puoi essere una ballerina, un capitano, un indiano. Quando leggi ti puoi pigliare la vita delle persone del libro, i loro amori, le loro feste, i loro vestiti, i loro cuori. Chi legge ha cento vite”. L’altro bambino è un ragazzo che definito da tutti “diverso” perché affetto da sindrome di down, e chiamato Walker in memoria alla sua passione esagerata per il personaggio tv, Walker Texas Ranger. Un bambino che nonostante tutti i suoi problemi e le fragilità si dimostrerà coraggioso e voglioso di scoprire e sfidare il mondo come tutti gli altri. Che cosa hanno in comune questi due ragazzi? La vita cosa ha deciso di riserbare per loro? Quella loro diversità, sarà figlia di un incontro? Una lettura coinvolgente, emozionante, e per di più scritta bene. La vedrei molto indicata per un adattamento cinematografico, sembra quasi pensata sin dall’inizio per una trasposizione cinematografica.

    ha scritto il 

  • 4

    Walker è diverso perchè è un bambino down. Cica è diversa perchè sopravvissuta al suicidio della madre che si è buttata nel fiume con lei. 10 anni dopo sono 2 adolescenti che cercano faticosamente di crescere e di amare; i loro destini si incontrano. Bello perchè tocca le corde profonde dell'inti ...continua

    Walker è diverso perchè è un bambino down. Cica è diversa perchè sopravvissuta al suicidio della madre che si è buttata nel fiume con lei. 10 anni dopo sono 2 adolescenti che cercano faticosamente di crescere e di amare; i loro destini si incontrano. Bello perchè tocca le corde profonde dell'intimo.

    ha scritto il 

  • 0

    Scrittura scorrevole ma ricca, storia bella, commovente... Ottimo esordio! Ho trovato il libro in biblioteca e, seppur non amando i libri troppo "girovaghi", per ingannare l'attesa ho iniziato a leggere e poi l'ho portato a casa!!!! Non riuscivo a chiuderlo!!

    ha scritto il 

  • 4

    Due anime

    Il romanzo è un intreccio di due storie.
    La prima parla di un una bambina del Nord Italia, costretta a vivere in un ambiente freddo, senza amore.La sua vita, anche se è ancora molto piccola, è costellata da drammi famigliari,un padre anaffettivo, una madre suicida, i pedofili in agguato, cimiteri ...continua

    Il romanzo è un intreccio di due storie. La prima parla di un una bambina del Nord Italia, costretta a vivere in un ambiente freddo, senza amore.La sua vita, anche se è ancora molto piccola, è costellata da drammi famigliari,un padre anaffettivo, una madre suicida, i pedofili in agguato, cimiteri e cani randagi. La seconda racconta invece di un bambino del Sud Italia che, nonostante la disabilità dovuta alla sindrome di down, vive una vita felice, inserito in un ambiente solare, in una famiglia piena d’amore.Il positivo e il negativo. Entrambi sono molto legati ad un animale, la bimba ad un cane e il bimbo ad un cavallo. Molto ben descritte e ricche di significati le due persone anziane che affiancano i due ragazzini nella loro crescita : il nonno Gaetano e Carmelina la vicina. Sono loro che salvano in qualche modo la vita ai due protagonisti, loro che sono solo due vecchi. Due anziani che però non hanno ancora chiuso le porte alla vita e che con il loro altruismo prendono le redini della vita dei due bambini e, grazie alla loro sensibilità, riescono a comprenderli e intervengono là dove i genitori, distratti da altri pensieri, non sarebbero riusciti a farlo.

    In qualche modo il libro ricorda un po’ “La solitudine dei numeri primi”, due anime “diverse” che si incontrano e affrontano la vita.Il ragazzo “diverso” per un guasto genetico, la ragazzina “diversa” per sua scelta, perché porta le cicatrici del negativo dell’amore. La scrittura della Colombo è pulita, incisiva.Il romanzo è in qualche modo evocativo. Un bell’esordio per una giovane scrittrice.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante esordio di un giovane autrice che farà parlare di sè nel futuro. Bella scrittura e storia affascinate e piena di emozione. Peccato per il finale un pò affrettato, che nulla toglie però all'importanza del romanzo.

    ha scritto il 

  • 0

    Davvero una bella storia, ci sono alcuni personaggi secondari come Gaetano e Carmelina straordinari. Alcune espressioni non mi hanno entusiasmato, ma la storia e le emozioni che sa regalare, le fanno perdonare.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Bello ma talvolta...

    Ho letto l'incipit e non mi ha entusiasmato - talvolta usa dei termini che mi infastidiscono -:


    "...Ha gli occhi socchiusi per il sole perpendicolare che fa bianca una spiaggia di sabbia marroncina e mozziconi. Lei pure sembra uno di quei mozziconi, piantata nella sabbia, accucciata su se ...continua

    Ho letto l'incipit e non mi ha entusiasmato - talvolta usa dei termini che mi infastidiscono -:

    "...Ha gli occhi socchiusi per il sole perpendicolare che fa bianca una spiaggia di sabbia marroncina e mozziconi. Lei pure sembra uno di quei mozziconi, piantata nella sabbia, accucciata su se stessa come stesse pisciando..."

    In contrapposizione ci sono dei pezzi come:

    "...La mia mamma dice che siamo fatti di acqua e che dobbiamo berne tanta perchè così siamo puliti dentro. Come cambiare l'acqua ai pesci. Solo che al posto del pesce rosso c'è il cuore..."

    E non ti stacchi fino alla fine.

    ha scritto il 

Ordina per