Il negro seduto accanto alla porta

Di

Editore: Garzanti

3.4
(5)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: A000073893 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Il negro seduto accanto alla porta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Free Man

    Porcaccia la miseria, ti lascia stordito. Uno dei testi più radicali che abbia mai letto. Ci si chiede come sia uscito, negli USA di fine anni Sessanta. Freeman organizza in silenzio la rivoluzione ar ...continua

    Porcaccia la miseria, ti lascia stordito. Uno dei testi più radicali che abbia mai letto. Ci si chiede come sia uscito, negli USA di fine anni Sessanta. Freeman organizza in silenzio la rivoluzione armata dei neri, a partire dalla gang dei "Cobra", nel ghetto di Chicago. Lo fa comportandosi come l'uomo bianco voleva, addestrandosi nella CIA per far bello un senatore integrazionista. E poi addestrando lui, in segreto, chi ritiene degno del compito. Un piano lungo e articolato. Lo fa da play-boy. Lo fa recitando la parte. Ascoltando Miles Davis, Billie Holliday e picchiandoci due dialoghi memorabili. Uno sulla cultura e la comunicazione, con un ragazzo sveglio che nomina addetto alla propaganda. Un altro con un poliziotto nero che vorrebbo portare dalla sua parte. La trama è massimalista a livelli quasi imbarazzanti. Eppure, dialoghi, intreccio, rimandi e struttura sono sofisticatissimi, con l'incedere del free jazz. Si prova un brivido leggendo la data di scrittura, qualche anno prima della nascita delle Brigate Rosse in Italia. Stessi anni in cui sorgevano i Black Phanters, che sicuramente devono tanto a questo testo. Prezioso, per capire. E, come capita ai romanzi migliori, miniera di spunti, ricco di aspetti validi ora come allora. Sulla società, sulla personalità umana.

    ha scritto il