Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il nemico

Di

Editore: Neri Pozza

3.4
(18)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 247 | Formato: Altri

Isbn-10: 8854500259 | Isbn-13: 9788854500259 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: N. Pesaro

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Il nemico?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Durante le feste di Qingming, mentre la gente del villaggio brucia incenso eoffre sacrifici agli antenati, un terribile incendio distrugge in poche ore lacasa e tutti i possedimenti della famiglia Zhao. All'alba, sulla terrabruciata e cosparsa di macerie, si aggira, solo e disperato, il vecchio ZhaoBoheng. Anni dopo, una serie di eventi altrettanto infausti si abbatte concadenza spietata sui discendenti di Zhao Boheng. Il patriarca Zhao Shaozhong,sinistramente memore del grande rogo cui è sopravvissuto da bambino, assisteimpotente e taciturno alla bufera che travolge i suoi famigliari. Ma cosa c'èdietro tutte queste disgrazie? Ormai la famiglia Zhao vive in uno stato diisolamento, accompagnata solo dalla paura che consuma la loro esistenza.
Ordina per
  • 4

    per scoprire un insolito giallo

    Ho comprato questo libro curiosa di sapere come la scrittura cinese, tipicamente lenta e descrittiva, avrebbe funzionato in un libro giallo. Ed ho scoperto che lo stile si adatta benissimo a rendere l'atmosfera soffocante di un thriller, non d'azione, ovviamente, ma d'atmosfera. E così, sono palp ...continua

    Ho comprato questo libro curiosa di sapere come la scrittura cinese, tipicamente lenta e descrittiva, avrebbe funzionato in un libro giallo. Ed ho scoperto che lo stile si adatta benissimo a rendere l'atmosfera soffocante di un thriller, non d'azione, ovviamente, ma d'atmosfera. E così, sono palpabili l'apatia dei personaggi, l'estenuante attesa dell'inevitabile, la paura e le superstizioni. Le dettagliate descrizioni dell'ambiente circostante e dell'alternarsi ciclico del clima, scandiscono i tempi della narrazione.
    Un bel finale che lascia aperto qualche interrogativo.

    ha scritto il 

  • 1

    solo noia e confusione

    Ho tenuto questo romanzo nella mia wishlist per mesi e mesi. La quarta di copertina mi intrigava, ma restavo indeciso, qualcosa dentro mi frenava, avevo paura di ritrovarmi tra le mani il solito polpettone cinese. Poi, approfittando dello sconto del 30% mi sono convito. L'inizio è abbastanza coin ...continua

    Ho tenuto questo romanzo nella mia wishlist per mesi e mesi. La quarta di copertina mi intrigava, ma restavo indeciso, qualcosa dentro mi frenava, avevo paura di ritrovarmi tra le mani il solito polpettone cinese. Poi, approfittando dello sconto del 30% mi sono convito. L'inizio è abbastanza coinvolgente, ma purtroppo, come spesso accade coi romanzi cinesi, l'eccessivo numero di personaggi che irrompono nella narrazione genera una enorme confusione. Purtroppo, ancora una volta, si tratta solo di una serie di nomi e cognomi sinici che si susseguono, perchè in questo romanzo i personaggi restano figure bidimensionali, non hanno personalità, spessore, introspezione psicologica, fatta eccezione per la zia Cui, ma anche in quel caso siamo al limite. E non aiutano certo la divisione in capitoli decisamente troppo robusta, 250 pagine circa divise in 6 capitoli senza cesure intermedie. Alla fine, anche superato lo sforzo di portare a termine un capitolo di fila, e leggerlo di fila è l'unico modo per avere una pur minima speranza di seguire il filo della narrazione, è inevitabile che dilaghi il caos. Quindi, se non siete dei particolari estimatori in un libro della combinazione "noia e confusione", vi consiglio caldamente di leggere altro!

    ha scritto il 

  • 4

    Non ho dimestichezza con gli autori cinesi, ho scelto il libro per la copertina (e il titolo) dopo aver finito "Passeggera del silenzio".
    Un linguaggio strano, visionario, lento ma avvincente.
    Cruento, eppure suggerisce, senza essere esplicito.
    Ho provato a prestarlo ma non è stato ...continua

    Non ho dimestichezza con gli autori cinesi, ho scelto il libro per la copertina (e il titolo) dopo aver finito "Passeggera del silenzio".
    Un linguaggio strano, visionario, lento ma avvincente.
    Cruento, eppure suggerisce, senza essere esplicito.
    Ho provato a prestarlo ma non è stato apprezzato a pieno.
    Eppure tra qualche tempo lo rileggerei...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    un romanzo molto bello, in cui le vicende terribili che avvengono ad una famiglia lanciano un'inquietante ombra sul senso stesso della vita, su quella linea di demarcazione sottilissima tra noi e "gli altri", i "nemici". ed in tutto questo una storia d'amore tenace e profonda come l'abisso dell'a ...continua

    un romanzo molto bello, in cui le vicende terribili che avvengono ad una famiglia lanciano un'inquietante ombra sul senso stesso della vita, su quella linea di demarcazione sottilissima tra noi e "gli altri", i "nemici". ed in tutto questo una storia d'amore tenace e profonda come l'abisso dell'anima e del corpo.

    ha scritto il