Il nostro bisogno di consolazione

Voto medio di 346
| 79 contributi totali di cui 66 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
ed. del 1991 33 pag.
ed. del 1993 35 pag.
ed. del 1996 45 pag.
ed. del 1997/ 2000 47 pag.
ed. del 2003 38 pag.
Ha scritto il 23/01/18
Non credo che nello spazio di una decina di pagine nessuno abbia mai scritto nulla di più denso e significativo
Ha scritto il 12/11/17
Il bisogno di consolazione che ha l'uomo non può essere soddisfatto.

Cos'è allora il tempo se non una consolazione perché niente di umano può essere perenne?

Il tempo in fondo è uno strumento di misura privo di valore, perché toc
...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 07/09/17
Un autore che cattura l'anima con uno stile meraviglioso
Ha scritto il 03/09/17
Mi ha ricordato un po' il "pessimismo leopardiano"... è interessante indagare sulla natura delle cose, lasciandosi deprimere un po' ogni tanto, anche se con le dovute misure e senza esagerare...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 15/06/17
“Finché infatti non mi lascio sopraffare, sono anch’io una potenza. E la mia potenza è temibile finché ho il potere delle mie parole da opporre a quello del mondo, perché chi costruisce prigioni si esprime meno bene di chi costruisce la libertà. Ma l ...Continua

Ha scritto il Sep 18, 2017, 07:24
Il mio più grande piacere è sentire che il mio unico valore stava in ciò che credo di aver perduto: la capacità di spremere bellezza dalla mia disperazione, dal mio disgusto e dalle mie debolezze
Ha scritto il Jan 20, 2010, 03:22
Qui riposa uno scrittore svedese, caduto per niente, sua colpa fu l'innocenza; dimenticatelo spesso.
Pag. 38
Ha scritto il Jan 20, 2010, 03:21
[...] una consolazione più bella di una consolazione e più grande di una filosofia, vale a dire una ragione di vita.
Pag. 26
Ha scritto il Jan 20, 2010, 03:18
Posso anche essere libero dinanzi al potere della morte. Certo, non potrò mai liberarmi dal pensiero che la morte segue i miei passi, e tanto meno negare la sua realtà. Ma posso ridurre la minaccia fino ad annullarla non ancorando la mia vita e punti ...Continua
Pag. 25
Ha scritto il Jan 20, 2010, 03:12
Ma la libertà ha inizio con la schiavitù e la sovranità con la soggezione. Il più sicuro indizio della mia mancanza di libertà è il mio timore di vivere. L'inconfutabile segno della mia libertà è che il timore arretra e lascia spazio alla calma gioia ...Continua
Pag. 21

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 147
  • 132
  • 53
  • 14
  • 0
Aggiungi