Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il numero 1

Di

Editore: Eris

4.3
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8890500379 | Isbn-13: 9788890500374 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Social Science

Ti piace Il numero 1?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo una lunga indagine per una tesi di dottorato in Geografia Umana e quasi cento interviste a dei “senza fissa dimora” Michele Lancione sente l’esigenza di raccontare, di spiegare. Potremmo dire di denunciare, ma sembra banale e Il numero 1 non lo è. Il numero 1 è un romanzo, ma soprattutto è un meccanismo. L’autore ce lo mostra ingranaggio dopo ingranaggio, raccontandoci una storia basata e costruita su fatti reali. Frammenti di realtà e narrazione ci portano nelle vie delle nostre città. La strada vissuta dal punto di vista di chi la abita e non la attraversa. La strada come spazio e tempo che ti prendono a sé. La strada come limite di prospettiva per chi è costretto a starci. Sino a sentirsela entrare dentro, sino a esserne trasformato, sino a restarne intrappolato. Senza pietismi o mistificazioni. Le tavole visionarie create dalla mano di Eleonora Leo Mignoli ci accompagnano per ogni capitolo e arrivano dove a volte, con la parola, non potremmo mai arrivare.
Ordina per
  • 4

    Un pugno allo stomaco.

    Questo romanzo di Michele Lancione intreccia le storie di un piccolo gruppo di senza fissa dimora mostrando come si scivola facilmente in quella vita e come poi i tentativi di ...continua

    Un pugno allo stomaco.

    Questo romanzo di Michele Lancione intreccia le storie di un piccolo gruppo di senza fissa dimora mostrando come si scivola facilmente in quella vita e come poi i tentativi di tirarsene fuori tirino sempre un po' più in basso, come quando in acqua ci si lascia prendere dal panico e si annaspa per andare sempre più giù. L'autore illustra i meccanismi della vita di strada e le incongruenze amministrative e assistenziali che, cercando di sostenere l'individuo (talvolta in modo miope e acritico) ottengono l'effetto contrario e lo spingono verso il basso.

    A me è piaciuto moltissimo, anche se è un libro che disturba parecchio.

    Sul sito dell'autore sono presenti i commenti dei senza fissa dimora alla lettura del libro, secondo me completano bene l'opera perciò, se vi va, potete trovarli qui:

    http://www.michelelancione.eu/downloads/?did=20

    ha scritto il 

  • 0

    Le notti degli altri

    Un romanzo-reportage sul mondo dei senzatetto. I limiti maggiori: una certa ingenuità stilistica, una scrittura un pò "acerba", personaggi e situazioni un po' stereotipati. D'altra parte non manca ...continua

    Un romanzo-reportage sul mondo dei senzatetto. I limiti maggiori: una certa ingenuità stilistica, una scrittura un pò "acerba", personaggi e situazioni un po' stereotipati. D'altra parte non manca di una certa forza espressiva, capace di illuminare un mondo in cui si coaugulano degrado, rinuncia, disperazione, fallimento, rassegnazione e, purtroppo, anche assuefazione ai riti di un assistenzialismo talvolta miope. Il valore intrinseco del romanzo sta nel generoso e non facile spostamento del punto di vista, nel dar voce allo smottamento dell'anima e del corpo, al disperato aggrapparsi ad una "normalità" che va facendosi inesorabilmente distante e altra.

    ha scritto il