Il paese dell'anima

Lettere (1909-1925)

Voto medio di 49
| 11 contributi totali di cui 7 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Daisy (in...
Ha scritto il 14/03/14
Ho dimenticato di dirvi che ho per Voi un intero stormo di versi
"Termino qui. Le Vostre lettere per me sono una gioia. Scrivetemi. Scrivete tutto ciò che volete, guardatevi allo specchio, misurate la profondità. Caro! Tutto questo è così bello – la Vostra giovinezza, e la nostra lontananza, e questa breve ultima...Continua
Titti 56
Ha scritto il 31/12/10
e che Anima ....... intensa, passionale, eccessiva, un vero incendio. Un'altra conferma di come il dolore e la sofferenza possano generare arte e sentire così elevati. Lettura non facile, come il poeta stesso che ne è l'artefice ( donna dal carattere...Continua
cristina c ora...
Ha scritto il 05/03/10
Quando leggo la Cvetaeva non posso fare a meno di pensare che tormento deve essere stato vivere accanto a lei. Gli uomini che ama o crede di amare, i figli, gli amici. Vuole tutto e vuole dare tutto anche a chi ne farebbe volentieri a meno. In ogni r...Continua
marinaf
Ha scritto il 28/10/09
Il voler sempre dire, può anche essere presuntuoso. Talvolta l'ascolto ed il silenzio, possono più di tante parole. Come in questo caso.Marina Cvetaeva(1892-1941)_____________"Abbiate paura delle mie lettere, e cioè bruciatele o custoditele con cura....Continua
passionfruit
Ha scritto il 11/09/09
"E io invece voglio leggerezza, libertà, comprensione, - non trattenere nessuno, e che nessuno mi trattenga. tutta la mia vita è una storia d'amore con la mia anima, con la città in cui vivo, con l'albero al bordo della strada, - con l'aria. E sono i...Continua

Gilda
Ha scritto il Apr 08, 2010, 17:03
Amare il dolore perchè è dolore è contro natura. Inebriarsi della sofferenza è falso e superficiale (...) Tu non ami la tua ferita, tu non ti inebri della tua ferita: tu vuoi guarire o morire. Ma durante la malattia hai imparato qualcosa, ed ecco che...Continua
Pag. 195
Gilda
Ha scritto il Apr 08, 2010, 16:58
Ogni volta che tento di vivere mi sento una miserabile, piccola sartina che non farà mai niente di bello, che sa soltanto far guasti e ferirsi...
Pag. 128
Gilda
Ha scritto il Apr 08, 2010, 16:56
Ho sempre preferito essere conosciuta e odiata piuttosto che inventata e amata. Fissatemi con tutta la forze del Vostro sguardo, oppure andate a "creare" una donna qualunque, la vicina di casa, che potrà esservi solo riconoscente e si riconoscerà in...Continua
Pag. 119
Gilda
Ha scritto il Apr 08, 2010, 16:52
La conversazione umana è uno dei piaceri più profondi e sottili della vita: dai la cosa migliore-l'anima, e prendi la stessa cosa in cambio, e tutto avviene con leggerezza, senza le difficoltà e le pretese dell'amore.
Pag. 49

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi