Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il paese delle stelle nascoste

Di

Editore: Piemme

3.4
(166)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8856613298 | Isbn-13: 9788856613292 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Roberto Boi

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Il paese delle stelle nascoste?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per tutta la vita, Sara non ha tatto che fuggire: dalla sua infanzia, dal suo paese, da suo padre. È arrivata persino a cambiarsi il nome. Sara. Due sillabe facili per cancellare i suoni dissonanti di Afsaneh. Ha giocato a essere qualcun altro, per integrarsi ed essere accettata. Ma a forza di conformarsi, un giorno ha compreso che non sapeva più chi era. Per questo, dopo 27 anni, decide di tornare in Iran. Il mondo cosmopolita della sua infanzia non c'è più. Ora sull'aereo della Iranair l'altoparlante esordisce con "nel nome di Dio clemente e misericordioso" e su ogni sedile una bussola indica la direzione della Mecca. Ma poi, quello che Sara trova, è un mondo schizofrenico, che in superficie si adegua ai precetti fondamentalisti, ma sotto li trasgredisce tutti. I giovani fanno feste, bevono, guardano film proibiti, si raccontano barzellette sul presidente, e le donne sotto il velo indossano minigonne e abiti attillati, si truccano, criticano e resistono. Anche se i rischi non mancano, e può succedere che a una ragazza sorpresa a una festa durante un'irruzione di polizia venga inflitta una pena di 70 frustate e l'umiliazione del controllo dell'imene. Straniera nel suo paese, Sara cerca di decifrare l'Iran, e intanto va alla ricerca del suo passato.
Ordina per
  • 4

    Sentirsi straniera in Francia e occidentale a casa sua, in Iran.
    Farci ritorno dopo 27 anni scoprire, descrivere e giudicare i cambiamenti con sincerità e delicatezza.
    Qst libro mi è piaciuto, ne esce fuori un altra faccia dell'Iran, che forse in tanti, osserviamo e conosciamo. Un pop ...continua

    Sentirsi straniera in Francia e occidentale a casa sua, in Iran.
    Farci ritorno dopo 27 anni scoprire, descrivere e giudicare i cambiamenti con sincerità e delicatezza.
    Qst libro mi è piaciuto, ne esce fuori un altra faccia dell'Iran, che forse in tanti, osserviamo e conosciamo. Un popolo che è pieno di contraddizioni, pieno di malinconia e quasi rimpianto per l'era pre-Ahmadinejad. Un popolo, che forse, è solo vittima di una politica manipolatrice!
    "In linea di massima, la legge non consente lo smalto, così come proibisce l'alcol, le antenne paraboliche, i DVD stranieri, il rock, la techno... Eppure basta girare per strada per constatare che non ci si priva mai di nulla. In Iran bisogna infilarsi tra le maglie della rete...."

    ha scritto il 

  • 3

    Non è un romanzo

    il paese delle stelle nascoste, ma piuttosto un reportage giornalistico sull'Iran contemporaneo, visto con gli occhi particolari di una donna in bilico tra due culture, quella francese e quella persiana. L'ampia rassegna di personaggi che la protagonista incontra e racconta ci svelano un mondo mo ...continua

    il paese delle stelle nascoste, ma piuttosto un reportage giornalistico sull'Iran contemporaneo, visto con gli occhi particolari di una donna in bilico tra due culture, quella francese e quella persiana. L'ampia rassegna di personaggi che la protagonista incontra e racconta ci svelano un mondo molto diverso dagli stereotipi. E tuttavia rimangono un po' in superficie, il racconto sulle loro vite è sempre accennato, mai sviluppato in profondità. Appare in tutta la sua pienezza invece il carattere "segreto" delle vite persiane, ciò che si vede è solo una piccola parte della realtà. "L'Iran è una terra di miraggi, non bisogna mai credere a quello che si vede". E ancora "La vita nascosta, nata dall'abitudine della doppiezza, della dissimulazione, ma anche quel mondo così intenso che cresce nell'immaginario degli iraniani, quell'altrove invalicabile alimentato dalla poesia".
    Questa è la diversità culturale con la cultura occidentale, che alla fine del libro fa sentire la protagonista straniera in patria, in fondo ormai definitivamente francese.

    ha scritto il 

  • 5

    Iraniana in Francia, francese in Iran, Afsaneh (Sara) dopo 27 anni lontana dal suo paese decide di farvi ritorno alla ricerca delle sue radici, per un bisogno di appartenenza a qualcuno, a qualcosa e ci conduce per mano in un meraviglioso viaggio nel suo paese, nella sua storia, nelle sue tradizi ...continua

    Iraniana in Francia, francese in Iran, Afsaneh (Sara) dopo 27 anni lontana dal suo paese decide di farvi ritorno alla ricerca delle sue radici, per un bisogno di appartenenza a qualcuno, a qualcosa e ci conduce per mano in un meraviglioso viaggio nel suo paese, nella sua storia, nelle sue tradizioni, nei colori e profumi del bazar, nella maestosa bellezza della sua architettura, nella poesia che permea la cultura..

    ha scritto il 

  • 4

    Libro scorrevole, facile e piacevole da leggere. Fa venire voglia di conoscere meglio l'Iran ed offre qualche spunto per capire l'ambiguità e l'estrema cortesia dei Persiani.

    ha scritto il 

Ordina per