Il pane di Sarah

Voto medio di 58
| 14 contributi totali di cui 7 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Alla fine degli anni Venti, la famiglia di un panettiere ebreo si insedia inuna vallata ad ovest di Gerusalemme. Qui inizia il racconto di Esaù cheripercorre l'epopea della propria famiglia, un'avventura umana in cuipersonaggi immaginari e mit ...Continua
Nuvoletta_ScrubsFan
Ha scritto il 17/01/16
Titolo originale: Esaù
Per me Meir Shalev è il Márquez israeliano. Una saga familiare raffinata, colta, brillante, dove storia, superstizione, leggende e fantasia si intrecciano a raccontare le vicende di una famiglia di panettieri originaria di Gerusalemme. Questo è propr...Continua
  • 1 mi piace
Pipaluk63
Ha scritto il 09/10/12
Dove il pane regna e si impone, il lievito è il vero protagonista. Fermenta e l'impasto scorre, corre e sfugge, si fa materia incontrollabile e dinamica. Questo pane in fieri, questo pane infinitamente infornato e cotto è letteratura, è infinito desi...Continua
  • 11 mi piace
  • 3 commenti
GoPre
Ha scritto il 20/04/12
E' uno dei miei autori preferiti alcuni capitoli sono bellisssimi ci sono dei passaggi che ti lasciano a bocca aperta e con gli occhi lucidi (alcuni li ho riportati nelle note a margine) nell'insieme però mi sarei aspettato qualcosa di più un bel li...Continua
☺ Ale ☺
Ha scritto il 22/08/11
Questo libro profuma di pane, sporca le dita di farina quando lo tieni tra le mani, odora di lievito. Shalev ha scritto una storia bellissima in modo colto e sapiente. Ha la magica capacità di allertare tutti i sensi, per cui questo è un libro che si...Continua
  • 12 mi piace
  • 5 commenti
Monila
Ha scritto il 16/03/10
Come in altri romanzi di scrittori israeliani ho ritrovato quel particolare uso di sogno, realtà, presente, passato che li caratterizza, ma Shalev l'ho aprezzato comunque meno di Yehoshua, Grossman e soprattutto di Oz. Poca scorrevolezza o forse il d...Continua

Squanit
Ha scritto il Jun 21, 2013, 14:37
"Non è affatto caduto nell'esercizio delle proprie funzioni. E' caduto nell'esercizio delle funzioni loro. Per colpa di qualche ufficiale cretino che non sapeva come si conducono sul campo le proprie pattuglie, per colpa di qualche soldato isterico c...Continua
Pag. 197
GoPre
Ha scritto il Apr 20, 2012, 12:07
Passarono alcune ore. Sulle labbra di Abraham affiorarono delle bolle che scoppiavano senza fare rumore. Piccole e poche, erano, perché non gli restava più molto tempo, e ognuna di esse costava solo un minuto o due. Le sue mani divennero grigie, il r...Continua
Pag. 433
GoPre
Ha scritto il Apr 20, 2012, 11:46
Chi di noi, del resto, non ha amato sua madre, chi di noi non l'ha lasciata indietro, svanita, abbandonata riversa e agonizzante? Chi non ha peccato contro di lei? Contro il paesaggio della propria infanzia? contro la propria vocazione? contro una ve...Continua
Pag. 424
GoPre
Ha scritto il Apr 20, 2012, 11:42
Allora Yaakov guardava attonito sua moglie e si domandava: Il tempo è forse un fiume che tutto travolge? O piuttosto una palude dove sprofondiamo? O non una staffetta di pellegrino che ci passa concitatamente di mano in mano? Oppure il caos primigeno...Continua
Pag. 403
GoPre
Ha scritto il Apr 20, 2012, 11:36
Allora ero prossimo ai cinquanta, soddisfatto, un poco stanco, adagiato in quell'età comoda che precede la perdita dei diritti e già provvede alla remissione dei doveri. Gran parte dei miei sbagli e delle mie trasgressioni si riconducevano alla gener...Continua
Pag. 393

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi