Il paradiso degli orchi

Voto medio di 12558
| 1129 contributi totali di cui 1068 recensioni , 60 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
[...]
Ha scritto il 19/08/17
Libro che scorre come un fiume in piena, leggero ma sempre profondo con un mix di personaggi da urlo; già di per se il lavoro svolto da Malaussene vale il costo.
Consigliato a tutti
  • Rispondi
Ha scritto il 19/07/17
Meraviglioso primo capitolo della saga. Pennac ha una voce che bisogna imparare ad ascoltare.
  • Rispondi
Ha scritto il 12/07/17
Benjamin Malaussene fa un lavoro più unico che raro: fa il capro espiatorio in un centro commerciale. Cosa significa? I clienti scontenti che si lamentano col direttore, lo sentono maltrattare il povero Ben e ritrattano. Un lavoro difficile, ma Ben ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 06/07/17
Lettura dispersiva e "strana"... Pennac si diverte a variare la narrazione, inserendo un racconto secondo inventato dallo stesso Malaussène. Ma il protagonista del romanzo, che in quanto capro espiatorio dovrebbe attirare le nostre simpatie, non mi ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 01/07/17
Primo ( e ultimo) Pennac
Mi è stato consigliato di partire da questo testo per accostarmi a questo autore: non è stato amore, mi spiace, perché tra i miei amici sono tani quelli che lo adorano...??? Devo avere qualcosa che non va!!
  • 1 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi

Ha scritto il May 10, 2017, 20:43
"Quale istinto ci dice che un orologio è fermo, anche se segna l'ora giusta?"
Pag. 112
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 28, 2016, 14:21
Gli orari della vita dovrebbero prevedere un momento, un momento preciso della giornata, in cui ci si potrebbe impietosire sulla propria sorte. Un momento specifico. Un momento che non sia occupato né dal lavoro, né dal mangiare, né dalla ... Continua...
Pag. 182
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 28, 2016, 14:13
Gli orari della vita dovrebbero prevedere un momento, un momento preciso della giornata, in cui ci si potrebbe impietosire sulla propria sorte. Un momento specifico. Un momento che non sia occupato né dal lavoro, né dal mangiare, né dalla ... Continua...
Pag. 182
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 10, 2015, 16:11
“Ho scoperto una cosa importante, Ben... e cioè che la realtà è sempre più sopportabile del suo fantasma, anche se è peggiore! Non volevo figli, ora ne ho due, be' non è questa la cosa orribile, la cosa orribile è di aver avuto tanta paura ... Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 06, 2015, 18:17
Clara, quando reciti fai attenzione ai tempi. In poesia i silenzi hanno lo stesso ruolo che in musica. Sono una respirazione, ma sono anche l'ombra delle parole, o il loro riflesso dipende. Per non parlare dei silenzi annunciatori. Ci sono infiniti ... Continua...
Pag. 158
  • Rispondi

Ha scritto il May 08, 2017, 20:57
Pagina 22
Pagina 22
Pagina 22
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi