Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il paradiso degli orchi !! SCHEDA INCOMPLETA !!

Di

Editore: Feltrinelli

4.1
(11955)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 206 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo , Inglese , Tedesco

Isbn-10: A000034696 | Data di pubblicazione:  | Edizione 37

Traduttore: Mélaouah Y.

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace Il paradiso degli orchi !! SCHEDA INCOMPLETA !!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Scheda INCOMPLETA, da non aggiungere in libreria.

Le schede delle edizioni Feltrinelli, dotate di codice ISBN, si trovano qui:

http://www.anobii.com/books/Il_paradiso_degli_orchi/9788807812101/014fe872efc1b9ad45/

http://www.anobii.com/books/Il_paradiso_degli_orchi/9788807700125/015b4905d259ede6d2/
Ordina per
  • 4

    La mia prima volta con Pennac, "Il Paradiso degli Orchi", primo capitolo delle avventure di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio.
    Non sapevo esattamente che tipo di storia aspettarmi, ...continua

    La mia prima volta con Pennac, "Il Paradiso degli Orchi", primo capitolo delle avventure di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio.
    Non sapevo esattamente che tipo di storia aspettarmi, sapevo solo, per sentito dire, che i suoi libri sono permeati di una vena surrealista e ironica.
    Non mi aspettavo di certo una storia sanguinolenta fatta di attentati e altre storiacce brutte di cui non voglio svelare niente se non che, pur essendo totalmente inverosimili, sono intriganti al punto giusto.
    Devo ammettere di avere fatto un po' di fatica, inizialmente, ad abituarmi allo stile di Pennac, fatto di periodi complicati dove non sempre si capisce subito di cosa stia scrivendo; più volte ho dovuto rileggere alcuni periodi, una volta letto il successivo, visto che mi chiariva quello che poteva essere successo.
    Andando avanti con la lettura, comunque, mi sono abituato e ho iniziato ad apprezzarlo sempre di più, affezionandomi alla pazza famiglia di Ben, composta da quattro tra fratellastri e sorellastre, tutte da parte di madre (in costante fuga dalle responsabilità) e con padri diversi e dal formidabile cane Julius.
    Sicuramente continuerò a seguire le storie del capro espiatorio per eccellenza.

    ha scritto il 

  • 4

    dove clara fotografa il peggio perché....

    Parigi.
    Siamo "al Paradiso degli Orchi", Grande Magazzino, santuario dei consumi e del benessere.
    E se si facesse riferimento " al Paradiso delle Signore" di Zola si andrebbe a cominciare bene - è i ...continua

    Parigi.
    Siamo "al Paradiso degli Orchi", Grande Magazzino, santuario dei consumi e del benessere.
    E se si facesse riferimento " al Paradiso delle Signore" di Zola si andrebbe a cominciare bene - è il pensiero. Se così fosse potremmo sperare in altri riferimenti letterari conosciuti e no- è una mania.
    Andando avanti nella lettura si scopre che, delizia, ce ne sono ancora. Intanto la testa va alla timida Denise , signorina dell'ottocento, e ci sovviene che lei, con le sue doti morali e l'intelligenza, riesce a domare certi mostri. Tempi lontani sì, ma vizi e virtù non mutano.
    Torniamo all'oggi dove Malaussène svolge il lavoro di "capro espiatorio " al Magazzino in questione e attendiamo che gli orchi si rivelino.
    La scrittura fluida e la curiosità portano in un batter d'occhio a metà del romanzo. Un giallo? Molto di più - viene da dire.
    Abbiamo tanto: personaggi, dialoghi, vitalità, colore, humor, originalità, intelligenza, tenerezza, stupidità, derisione, suspense, attualità, Storia, politically incorrect, e abbiamo Julius. Un cane . Tutto questo porta al divertimento che a un certo punto cambierà forma. Sarà là dove si scopre l'orrore, il Male assoluto, dove si viene a sapere di cosa sono capaci gli orchi. Sospendere la lettura non si può per molto; il desiderio è quello di vederli annientati i mostri, disintegrati, vedere saltare in mille pezzi la loro carne molliccia e putrida - in un fumetto è lecito -.
    Poi, sarà un ritorno al divertimento gioioso del seguire le vicende di una famiglia "irregolare", la famiglia Malaussène, in cui, per fortuna, nessuno è perfetto e ognuno insegue i propri capricci.

    Se un giorno arrivassimo a leggere Gadda- Quer pasticciaccio brutto- potremmo attribuire il merito a questo romanzo poiché
    "le lingue evolvono nel senso della pigrizia. sì, sì, deplorevole" - si dice a pagina 110-. Deplorevole o no, semplicemente dispiace.

    ha scritto il 

  • 4

    a livello di scrittura: sei stelle direi
    a livello di genialità in alcuni pezzi e soprattutto nella creazione dei personaggi bizzarri: altre 5 o sei stelle.

    Poi però la storia un po' si perde. A volte ...continua

    a livello di scrittura: sei stelle direi
    a livello di genialità in alcuni pezzi e soprattutto nella creazione dei personaggi bizzarri: altre 5 o sei stelle.

    Poi però la storia un po' si perde. A volte sembra voler entrare in profondità nel discorso "bombe", altre nel discorso "orchi", altre nel futuro "lavorativo" di Malausséne.... ma senza veramente mai entrarvi appieno. E qui il libro un po' ne perde.

    Nel complesso comunque un'ottima lettura come mi aspettavo

    ha scritto il 

  • 0

    Abbandonato intorno a pag 60

    L'ho comprato perché mi hanno fatto la testa come un pallone che devevo assolutamente leggerlo. Bellissimo! Divertente! Fantastico! Ho provato nonostante non mi attirasse per niente. Abbandonato, per ...continua

    L'ho comprato perché mi hanno fatto la testa come un pallone che devevo assolutamente leggerlo. Bellissimo! Divertente! Fantastico! Ho provato nonostante non mi attirasse per niente. Abbandonato, per noia.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto molto carino, una storia surreale fa da contorno a degli omicidi accaduti in un grande magazzino.
    Il libro scorre bene e piacevolmente, la storia e divertente e dal buon ritmo, ed anche in poche ...continua

    Molto molto carino, una storia surreale fa da contorno a degli omicidi accaduti in un grande magazzino.
    Il libro scorre bene e piacevolmente, la storia e divertente e dal buon ritmo, ed anche in poche pagine i fatti e le diverse figure di primo piano vengono caratterizzate piuttosto bene.

    ha scritto il 

  • 5

    Orchi, capri espiatori e una bella famigliola

    Ho adorato questo libro. Credo che sarà uno dei miei preferiti di sempre. La figura di Benjamin, fratello di famiglia e capro espiatorio di professione, mi ha colpito molto. Come un padre di famiglia ...continua

    Ho adorato questo libro. Credo che sarà uno dei miei preferiti di sempre. La figura di Benjamin, fratello di famiglia e capro espiatorio di professione, mi ha colpito molto. Come un padre di famiglia per i suoi fratelli e sorelle minori. Come una spugna per la frustrazione dei clienti insoddisfatti del centro commerciale.
    Ho anche adorato lo stile usato da Pennac in questo libro, che spero di ritrovare in altre sue opere. Dritto al punto, ricco di ironia, pieno di piccole e significative figure retoriche. Un libro che consiglio a tutti di avere nel proprio bagaglio di letture.

    ha scritto il 

  • 4

    L'idea di scrivere un giallo con protagonista un personaggio come Benjamin Malaussène è stata, per me, geniale. La forza della struttura sta nella figura del protagonista e nello stile grottesco che g ...continua

    L'idea di scrivere un giallo con protagonista un personaggio come Benjamin Malaussène è stata, per me, geniale. La forza della struttura sta nella figura del protagonista e nello stile grottesco che gira attorno a lui e alla sua famiglia e che mi ricorda i film di Jean-Pierre Jeunet. Ciò lascia in secondo piano le debolezze di una serie di vicende che vengono spiegate alla fine in maniera non pienamente appagante, inoltre mi aspettavo fossero più delineate le figure dei fratelli e delle sorelle di Malaussène (ma alla fine lui quanti anni ha? E le sorelle?), spero di trovare più dettagli negli altri libri della saga.

    ha scritto il 

  • 4

    Lo stile grottesco e la lucida ironia della famiglia Malaussene mi hanno rapita. Questo libro, grazie ad una sapiente combinazione di elementi, risulta irresistibile.
    Una famiglia strampalata composta ...continua

    Lo stile grottesco e la lucida ironia della famiglia Malaussene mi hanno rapita. Questo libro, grazie ad una sapiente combinazione di elementi, risulta irresistibile.
    Una famiglia strampalata composta solo da fratellastri e sorellastre, guidata dal maggiore che di mestiere fa il capro espiatorio, il tutto immerso in un giallo.
    Esilarante!

    ha scritto il 

  • 4

    Très amusant et captivant

    Première rencontre avec Benjamin Malaussène et sa famille un peu bizarre mais tellement drôle et tendre. J'étais toute de suite sous le charme de ce personnage aussi humain et j'ai aussi bien aimé le ...continua

    Première rencontre avec Benjamin Malaussène et sa famille un peu bizarre mais tellement drôle et tendre. J'étais toute de suite sous le charme de ce personnage aussi humain et j'ai aussi bien aimé le déroulement de l'histoire qui a pris cette tournure captivante d'un polar. Le style de Daniel Pennac est plein d'ironie et de sarcasme, mais aussi de vérité. Cette première expérience m'a tellement plu que j'ai immédiatement commencé à lire le second livre de la saga Malaussène et j'ai acheté tous les autres livres de la série.

    ha scritto il 

Ordina per