Il partigiano Johnny

Voto medio di 2634
| 267 contributi totali di cui 240 recensioni , 24 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Catia
Ha scritto il 07/06/18
Letto sicuramente troppo presto, su suggerimento di una professoressa che, evidentemente, riponeva eccessiva fiducia nella mia maturità di quindicenne. Ancora oggi è impresso nei miei ricordi come l'incubo di un'estate. Forse, prima o poi, proverò a...Continua
Marco Taviani
Ha scritto il 14/05/18
Il Partigiano Johnny è per me un libro imprescindibile, non è il racconto della resistenza , è la resistenza , quella vissuta ,reale , è il freddo, la fame, è il bosco umido e nebbioso, è la paura , è l'inadeguatezza del combattere. E' il miglior lib...Continua
sandra
Ha scritto il 27/01/18
E’ colpa mia, ho trascinato la lettura per oltre due mesi, abbandonandolo spesso e poi riprendendolo dopo lungo tempo. La lettura è difficile, scoraggiante, l’uso costante dell’inglese soprattutto nella prima parte ha creato ulteriori difficoltà. Pe...Continua
Cristiana Villani
Ha scritto il 29/06/17
Fantastico questo libro, Fa vivere i sentimenti e le condizioni dei partigiani: il senso della morte, la solitudine, la paura dell'agguato, la fame, il freddo, l'abbandono del gruppo, essere un lupo solitario. Epiche le battaglie con i fascisti e le...Continua
zumurruddu
Ha scritto il 08/06/17
It’s a tough and beautiful world
L’uso del linguaggio di Fenoglio in questo romanzo è semplicemente prodigioso. Sapientemente egli lo plasma, lo crea, impastandolo con pezzi di inglese, con termini desueti, con espressioni nuove che disinvoltamente fioriscono da vocaboli comuni, e s...Continua

inertiatic85
Ha scritto il May 16, 2015, 20:03
Ma il temporale abortiva, sebbene il cielo si torcesse convulsamente nelle doglie.
Pag. 173
inertiatic85
Ha scritto il May 16, 2015, 20:02
L'unica maniera di ripararlo, pensava ora, sarebbe stata d'amare suo figlio come il padre aveva amato lui: a lui non ne verrà niente, ma il conto sarà pareggiato nel libro maestro della vita.
Pag. 11
Serena
Ha scritto il Oct 17, 2014, 13:28
Fare il partigiano era tutto qui: sedere, per lo più su terra o pietra, fumare (ad averne), poi vedere un[o] o [più] fascisti, alzarsi senza spazzolarsi il dietro, e muovere a uccidere o essere uccisi, a infliggere o ricevere una tomba mezzostimata,...Continua
Pag. 280
Serena
Ha scritto il Oct 09, 2014, 17:33
Il giorno della liberazione di Roma, lo si festeggiò in preciso ed esclusivo rapporto ad un grosso scacco tedesco. Il pensiero della liberazione della capitale nazionale non aveva una precisa forte presa sui cuori partigiani, che si serravano intorno...Continua
Pag. 172
Serena
Ha scritto il Oct 09, 2014, 17:30
Masse compatte di nere nubi serravano al centro del cielo, dove una pozza di livida luce segnava il punto del naufragio del sole. Johnny pregò che scrosciasse e attese l'esaudimento, ma il temporale abortiva, sebbene il cielo si torcesse convulsament...Continua
Pag. 177

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Gotti2
Ha scritto il Mar 04, 2018, 11:53
ISTITUTO...
Ha scritto il Mar 06, 2017, 09:39
lettura in classe 2C secondaria 1° grado per dibattito che si terrà con la DS nella settimana 18-25 aprile 2017
Biblioteca...
Ha scritto il Dec 29, 2015, 10:41
Collocazione: NR 709

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi