Il passaggio

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus stranieri)

3.8
(665)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 885 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Olandese , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Ceco , Francese , Chi tradizionale , Greco

Isbn-10: 8804606371 | Isbn-13: 9788804606376 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: V. Guani , A. Biavasco

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il passaggio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nel cuore della foresta boliviana il professor Jonas Lear fa una scoperta destinata a cambiare per sempre il destino dell’umanità: un virus, trasmesso dai pipistrelli che, modificato, è in grado di rendere più forti gli esseri umani, preservandoli da malattie e invecchiamento. In una remota base militare in Colorado, il governo degli Stati Uniti inizia quindi degli esperimenti genetici top secret per studiare i prodigiosi effetti di questa scoperta. È il Progetto Noah, che utilizza come cavie umane dodici condannati a morte e una bambina. L’esperimento però non procede secondo le previsioni e accade ciò che non era neanche lontanamente immaginabile: i detenuti sottoposti alla sperimentazione – i virali – trasformatisi in creature mostruose e assetate di sangue, fuggono dalla base, seminando morte e distruzione. Da quel momento gli eventi precipitano e nessuno è più in grado di controllarli, nessun luogo è più sicuro e tutto ciò che rimane agli increduli sopravvissuti è la prospettiva di una lotta interminabile e di un futuro governato dalla paura del contagio, della morte e di un destino ancora peggiore. L’unica speranza è rappresentata da Amy, piccola superstite del fallimentare esperimento che ha scatenato l’apocalisse: su di lei il virus ha avuto effetti particolari, trasformandola in una pedina fondamentale nella lotta contro i virali. Sarà l’agente dell’FBI Brad Wolgast a salvarla da una fine terribile e a iniziare con lei un’incredibile odissea per liberare finalmente il mondo dall’incubo in cui è precipitato. Il destino dell’umanità è nelle sue mani. Ambientato in un prossimo futuro, Il passaggio non è solo un thriller letterario, ma anche un avvincente romanzo post-apocalittico e una cronaca epica della resistenza umana di fronte al pericolo di una catastrofe senza precedenti.
Ordina per
  • 1

    CHE NOIAAAAAA

    PRESA DALLO SCONFORTO PER LE 1000 PAGINE DA LEGGERE HO INIZIATO LO STESSO, SPERANDO IN QUALCOSA DI AVVINCENTE.....MA DOPO 500 PAGINE LETTE HO CONTINUATO AD ANNOIARMI E HO DECISO DI ABBANDONARLO, A MA ...continua

    PRESA DALLO SCONFORTO PER LE 1000 PAGINE DA LEGGERE HO INIZIATO LO STESSO, SPERANDO IN QUALCOSA DI AVVINCENTE.....MA DOPO 500 PAGINE LETTE HO CONTINUATO AD ANNOIARMI E HO DECISO DI ABBANDONARLO, A MALINCUORE PERCHè ERO A META' LIBRO MA TUTTE LE VOLTE CHE LO APRIVO DICEVO...ODDIO ANCORA NON DECOLLA STA TRAMA...BASTA METTO UN PUNTO, PENSANDO CHE SI TRATTA DI UNA TRILOGIA E AMMESSO CHE L'AVREI LETTO TUTTO NON AVREI DI CERTO COMPRATO IL SEGUITO.

    ha scritto il 

  • 0

    Empecé el libro con muchas ganas, pero, o el cansancio que acarreo estos meses que no me deja leer a menudo me ha jugado una mala pasada, o esta historia no es para mí.
    El caso es que no me doy enganc ...continua

    Empecé el libro con muchas ganas, pero, o el cansancio que acarreo estos meses que no me deja leer a menudo me ha jugado una mala pasada, o esta historia no es para mí.
    El caso es que no me doy enganchado a la trama y lo voy dejando de lado, y cada vez me da más pereza leerlo. Así que he decidido abandonarlo, quizás más adelante me ponga con él otra vez, quién sabe?.

    ha scritto il 

  • 2

    Quasi.

    Libro "di peso" e storia assolutamente affascinante; purtroppo si perde ogni tanto, alternando momenti di grande interesse a digressioni e pagine intere dove non accade nulla. Malissimo i personaggi, ...continua

    Libro "di peso" e storia assolutamente affascinante; purtroppo si perde ogni tanto, alternando momenti di grande interesse a digressioni e pagine intere dove non accade nulla. Malissimo i personaggi, a parte di un paio di essi di loro sappiamo soltanto il nome e quello che dicono, c'è davvero pochissimo spessore psicologico.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi era stato regalato per il compleanno. E' sempre bello ricevere libri in regalo, ma lascia sempre dubbiosità nell'aria (che roba è? oddio e se non mi piace? figo è proprio quello che volevo! no ques ...continua

    Mi era stato regalato per il compleanno. E' sempre bello ricevere libri in regalo, ma lascia sempre dubbiosità nell'aria (che roba è? oddio e se non mi piace? figo è proprio quello che volevo! no questo proprio no!!) In questo caso mi è andata bene. Lettura scorrevole, a tratti un pò stagnante ma sia la storia che i personaggi sono meritevoli.L'inizio un pò fatica ad ingranare e tra l'altro lascia un pò perplessi perchè non si capisce molto bene dove e quando è ambientato, se in una realtà fittizia o ai nostri giorni, infatti ho dovuto aspettare più o meno la metà del libro per il mix perfetto di interesse e incalzare degli eventi. Lettura consigliata, ma attenzione: altri due libri attendono per la conclusione della storia....

    ha scritto il 

  • 4

    un bel romanzone, ha momenti un po' lenti ma tutto sommato si lascia leggere. il finale l'avrei voluto, forse, un po' meglio definito ma comunque è stato soddisfacente.

    ha scritto il 

  • 2

    Apocalisse noiosa

    Riuscire ad annoiare il lettore descrivendo un mondo postapocalittico infestato da pseudozombi non è da tutti. Cronin ci è riuscito, e non so se e quando troverò la voglia di leggere anche 'I dodici' ...continua

    Riuscire ad annoiare il lettore descrivendo un mondo postapocalittico infestato da pseudozombi non è da tutti. Cronin ci è riuscito, e non so se e quando troverò la voglia di leggere anche 'I dodici'.

    ha scritto il 

  • 4

    Io sono Babcock

    Costruire distopie coerenti non è mai facile, Cronin apre squarci sul futuro delle anime e le trascina nel ventre dell'inferno, succubi di demoni potenti, con un destino che solo la morte, quella defi ...continua

    Costruire distopie coerenti non è mai facile, Cronin apre squarci sul futuro delle anime e le trascina nel ventre dell'inferno, succubi di demoni potenti, con un destino che solo la morte, quella definitiva potrà sciogliere. Una bella costruzione, che riesce a non contraddirsi per quasi 900 pagine, a non annoiare, a non essere mai banale o scontata nella narrazione, a creare personaggi concreti e di spessore. Mi sarei fermato qui, fossi stato l'autore. Il sapere che in realtà è una trilogia quella di cui stiamo parlando scatena in me ansie e inquietudini. Ma a questo punto andrò avanti…

    ha scritto il