Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il passato è una terra straniera

Di

3.7
(3753)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: A000029514 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il passato è una terra straniera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Classico romanzo scorrevole in grado di incuriosire il lettore e farlo procedere velocemente nella lettura per scoprire come andrà a finire la storia ben introdotta fin dalle prime pagine.


    Da notare l'apparente incoerenza del protagonista che, se osservata da fuori, sembra molto irrazional ...continua

    Classico romanzo scorrevole in grado di incuriosire il lettore e farlo procedere velocemente nella lettura per scoprire come andrà a finire la storia ben introdotta fin dalle prime pagine.

    Da notare l'apparente incoerenza del protagonista che, se osservata da fuori, sembra molto irrazionale e lascia prevedere con facilità le conseguenze negative alle quali infine certamente confluirà. Eppure i suoi comportamenti non possono essere considerati di pura fantasia, in quanto il mondo è pieno di soggetti che si affidano agli eventi della vita intraprendendo strane senza alcuna riflessione, lasciandosi andare al momento senza tentare di prevedere o ragionare anche solo sui perchè di quelle scelte, che di fatto neanche vengono operate, trascinandosi in avanti passivamente e per inerzia.

    Notevole il ragionamento sulla manipolazione ed il modo con il quale l'amico poco raccomandabile del protagonista riesce a fare della morale in favore del barare.

    Voto: 7/10

    ha scritto il 

  • 3

    da leggere anche se difficilmente lo attribuirei a lui se non sapessi che fosse lui l'autore...

    non ho letto tutti i romanzi di Carofiglio ma questo, secondo il mio parere, esce da coro, perché è uno scritto molto crudo, che ricerca il lato oscuro dell'essere umano, nelle sue manifestazioni più bieche, però io lo vedo come "un thriller", il cui finale si può già intravedere molto prima dell ...continua

    non ho letto tutti i romanzi di Carofiglio ma questo, secondo il mio parere, esce da coro, perché è uno scritto molto crudo, che ricerca il lato oscuro dell'essere umano, nelle sue manifestazioni più bieche, però io lo vedo come "un thriller", il cui finale si può già intravedere molto prima della fine, e come sempre è apprezzabile l'identikit psicologico che egli ritaglia per ciascun personaggio, che è poi la caratteristica che più mi piace dei suoi libri, quindi se non l'avessi ancora letto... lo leggerei.

    ha scritto il 

  • 3

    Bello, ma non perfetto.
    Ben curata la spirale discendente del protagonista, ma la lettura è un pò lenta.
    L'intreccio con la parte poliziesca poi, avviene troppo tardi, e quando arriva quasi disturba.

    ha scritto il 

  • 5

    Sconvolgente. In un crescendo che da situazioni apparentemente innocue prende il lettore per il bavero e lo porta a congetture, interrogativi più o meno domabili, fino ad un finale davvero con fuochi d'artificio. Per come delinea i tratti dei personaggi, per come si rivelano alla fine. Per come s ...continua

    Sconvolgente. In un crescendo che da situazioni apparentemente innocue prende il lettore per il bavero e lo porta a congetture, interrogativi più o meno domabili, fino ad un finale davvero con fuochi d'artificio. Per come delinea i tratti dei personaggi, per come si rivelano alla fine. Per come si svolge l'epilogo. Lo si finisce di leggere con una sensazione simile alla soddisfatta sazietà di quando ci si alza da tavola dopo aver ben mangiato e ben bevuto, eppure ci si sente incredibilmente lucidi e pieni di energie. La bravura del cuoco si riscontra durante la digestione.

    ha scritto il 

  • 4

    Il primo che leggo di Carofiglio in cui non c'è Guerrieri come protagonista. Lo stile è lo stesso.. ed è lo stile che amo.
    Non l'ho trovata così scabrosa come storia.. forse il fatto che la parte di Giorgio fosse narrata in prima persona, con relativo vortice di stati d'animo..
    Il fil ...continua

    Il primo che leggo di Carofiglio in cui non c'è Guerrieri come protagonista. Lo stile è lo stesso.. ed è lo stile che amo.
    Non l'ho trovata così scabrosa come storia.. forse il fatto che la parte di Giorgio fosse narrata in prima persona, con relativo vortice di stati d'animo..
    Il film invece.. era meglio se non lo giravano..

    ha scritto il 

Ordina per