Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il passo del serpente

By Bram Stoker

(20)

| Others | 9788876002281

Like Il passo del serpente ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"II Passo del Serpente", pubblicato nel 1890, è il primo romanzo di Stoker. Tra le aspre e suggestive colline dell'Irlanda occidentale si sviluppa la storia d'amore tra il possidente inglese Arthur e la povera contadina irlandese Norah. In primo pian Continue

"II Passo del Serpente", pubblicato nel 1890, è il primo romanzo di Stoker. Tra le aspre e suggestive colline dell'Irlanda occidentale si sviluppa la storia d'amore tra il possidente inglese Arthur e la povera contadina irlandese Norah. In primo piano la lotta contro il malvagio usuraio Murdock che tiene in pugno l'intera contea "succhiandone il sangue", palesemente precursore della figura del celeberrimo vampiro.

5 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Gradevole

    Non quello che ci si aspetterebbe esattamente da chi ha scritto, pochi anni dopo, Dracula. In fondo è una storia d'amore semplice tra un bravo ragazzo sveglio, pieno di soldi e senza un ca**o da fare e una bella contadina irlandese.
    Nel racconto dei ...(continue)

    Non quello che ci si aspetterebbe esattamente da chi ha scritto, pochi anni dopo, Dracula. In fondo è una storia d'amore semplice tra un bravo ragazzo sveglio, pieno di soldi e senza un ca**o da fare e una bella contadina irlandese.
    Nel racconto dei tormenti e delle fantasticherie di questa storia d'amore ci si invischia in un appiccicume fastidioso, ma questi sono gusti.
    Di veramente bello c'è l'ambientazione, in una Irlanda bellissima e piena di suggestioni della tradizione fantastica irlandese. Si legge con piacere, in fondo.

    Is this helpful?

    Alessandro Py said on Jan 4, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un insolito Stoker ben lontano dagli ambienti e dal successo di Dracula, riesce comunque a confezionare una storia originale e affascinante che, però, a tratti soccombe alle troppo minuziose dissertazioni geologiche.

    Is this helpful?

    Fabio-74 said on Apr 18, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Mi ci è voluto tanto per finire questo libro e arrivare fino alla fine è stato davvero un atto d'amore nei confronti di Bram Stoker. La storia è molto semplice, un giovane e nobile gentiluomo s'innamora, ricambiato, di una bella contadina che arrossi ...(continue)

    Mi ci è voluto tanto per finire questo libro e arrivare fino alla fine è stato davvero un atto d'amore nei confronti di Bram Stoker. La storia è molto semplice, un giovane e nobile gentiluomo s'innamora, ricambiato, di una bella contadina che arrossisce per ogni sciocchezza, ostacolati da un malvagio strozzino che cerca a tutti i costi di impadronirsi di un leggendario tesoro. Il tutto farcito da lunghe lezioni di geologia sulla formazione delle paludi e di folklore irlandese.
    Insomma siamo ben lontani dal "Dracula", tuttavia va riconosciuta a Stoker la capacità di descrivere in modo magistrale i paesaggi della sua terra, selvaggi e misteriosi, che sono forse la parte più bella del libro.

    Is this helpful?

    Julie entre ses livres said on Feb 3, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tributo al giovane Bram...

    Alcuni di voi riterranno strana o superficiale l'attribuzione di quattro stelline ad entrambe le opere di Stocker che ornano la mia libreria, ossia DRACULA, opus magna del grande scrittore, e IL PASSO DEL SERPENTE, che ha consacrato la sua ascesa di ...(continue)

    Alcuni di voi riterranno strana o superficiale l'attribuzione di quattro stelline ad entrambe le opere di Stocker che ornano la mia libreria, ossia DRACULA, opus magna del grande scrittore, e IL PASSO DEL SERPENTE, che ha consacrato la sua ascesa di frone al pubblico avido di storie.
    Perfettamente consapevole dell'incomparabilità di tali scritti è proprio facendo leva su tale diversità che argomento il giudizio in questione.
    Probabilmente la trama non si distingue particolarmente per ricchezza e colpi di scena, ma la fluidità del racconto e l'ambientazione intensa compensano ampiamente tali mancanze.
    La narrazione semplice e spontanea rimanda ad una dimensione fiabesca indispensabile a qualsiasi opera fantastica che si rispetti e mostra già i germi della grandezza che DRACULA raggiungerà.
    Il tema romantico è ricorrente, ma non stucchevole e poco necessario.
    Ci si sorprende piacevolmente della preferenza che l'autore accorda ad un modello di donna forte ed indipendente, probabilmente in netto anticipo sui tempi.
    Che dire di Norah, contadinella inesperta che, piuttosto che godere passivamente dei frutti derivanti dall'inaspettato fato romantico, lotta strenuamente per migliorarsi in un clima di manifesta indipendeza dall'uomo che dovrebbe guidarla, uomo che lei stessa salva "con le sue forti mani" da orribile morte.
    C'è un pò dell'eroica Mina in Norah e probabilmente la prima rappresenta la naturale evoluzione della seconda.
    Il grottesco e l'elemento superstizioso, seppure delicatamente accennati, bilanciano l'aspetto romantico rimandando ad una simbologia immortale quale quella del serpente in tutte le sue interpretazioni.
    Anche il riferimento metaforico alla palude quale cloaca nauseabonda di timori ancestrali e indefiniti, contribuisce a bilanciare l'inevitabile lieto fine, come se, nonostante il coraggio, la fortuna e il trionfo dei giusti, anche questi ultimi non potranno sentirsi mai completamente al sicuro dall'inevitabile corruzione insita nella stessa natura umana.

    Is this helpful?

    Alice Kyteler said on Dec 20, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che strazio!
    In pratica è un trattato di geologia con qualche cenno di leggende irlandesi (fosse stato il contrario!), il tutto amalgamato con una storia d'amore cui non manca nulla di ciò che si chiedeva al tempo in cui fu scritto il romanzo (1 ...(continue)

    Che strazio!
    In pratica è un trattato di geologia con qualche cenno di leggende irlandesi (fosse stato il contrario!), il tutto amalgamato con una storia d'amore cui non manca nulla di ciò che si chiedeva al tempo in cui fu scritto il romanzo (1890): un giovane appassionato e generoso, una fanciulla eterea, casta etc... e tanta di quella melassa da far fare un botto al pancreas!
    Secondo me, un esordio mediocre. Niente a che vedere con "Dracula", scritto sette anni dopo... Be', sette anni fanno molto. Per fortuna.

    Is this helpful?

    Sam Bruno said on Jan 6, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (20)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 356 Pages
  • ISBN-10: 8876002286
  • ISBN-13: 9788876002281
  • Publisher: Palomar di Alternative
  • Publish date: 2007-01-01
Improve_data of this book

Groups with this in collection