Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il peccato dell'angelo

Di

Editore: Corbaccio

3.4
(143)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 261 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8863802076 | Isbn-13: 9788863802078 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il peccato dell'angelo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per la prima volta da quando si era trasferita in Germania, Janet Beerbaum si sente diversa: libera, senza passato e senza futuro, senza vincoli e impegni. Il suo viaggio nel Kent finalmente la fa sentire a casa, nel suo ambiente e con la gente giusta. Ritrovare a Londra Andrew, l'ispettore di polizia di cui era da sempre innamorata, la farà sentire, dopo tanti anni, una donna ancora in grado di amare e di essere amata. Eppure Janet sa di avere delle grosse responsabilità nei confronti della famiglia che ha creato, verso Phillip, suo marito, uomo mite e sempre disponibile, e verso Mario e Max, i suoi affascinanti e inseparabili gemelli, che però le causano non poche preoccupazioni... Andrew non può aiutarla, né può indagare sulle cause che l'hanno spinta a ritornare da lui: qualcosa gli impedisce di comprendere qual è il tipo di relazione in cui ora Janet lo vuole coinvolgere, ma il suo istinto di poliziotto e la sua ostinazione gli suggeriscono di indagare a fondo. Qual è il segreto di Janet? Da che cosa sta scappando? Perché appare cosi turbata quando lui le racconta dell'assassino che ha catturato e che sta per essere processato? E, soprattutto, quando viene a sapere che Mario è in Provenza in vacanza con la sua ragazza, l'equilibrio che Janet si era imposta comincia precipitosamente a frantumarsi. Un turbine di eventi sconvolgerà la vita di tutti, il passato tornerà imperioso a saldare i conti, ma fino a che punto Janet si spingerà per salvaguardare le persone che ama veramente?
Ordina per
  • 3

    discreto

    Fino quasi alla fine ho considerato questo romanzo tra lo scadente e il deludente, ma il colpo di scena finale me lo ha fatto apprezzare di più.
    Solita scorrevolezza della Link, anche se la trama è tirata per i capelli; tanti, anzi troppi errori di traduzione e di stampa.

    ha scritto il 

  • 2

    il peccato dell'angelo

    Dopo anni che non leggevo più la Link mi sono ritrovato ad acquistare questo romanzo inverosimile, una trama fuori dell0rdinario, un fumetto da dilettanti, che cosa è successo alla brava , o meglio ex brava Link? Da gettare

    ha scritto il 

  • 1

    Si fa così: prendete qualche luogo comune, meglio se scabroso, frullate senza badare all'ordine con cui accostate gli ingredienti, aggiungete un pizzico di sesso, qualche pretesa psicologica, decorate con una scrittura senza spigoli e qualche colore e servite. Piatto, assolutamente piatto, senza ...continua

    Si fa così: prendete qualche luogo comune, meglio se scabroso, frullate senza badare all'ordine con cui accostate gli ingredienti, aggiungete un pizzico di sesso, qualche pretesa psicologica, decorate con una scrittura senza spigoli e qualche colore e servite. Piatto, assolutamente piatto, senza un'idea che non sia un luogo comune.
    Mi domando perché l'ho letto, e come è finito in casa mia. Ha il prezzo cancellato per cui immagino sia un regalo, per fortuna non ricordo chi possa avermelo fatto, avrebbe perso parecchi punti.
    Da dimenticare.

    ha scritto il 

  • 4

    Identità speculari

    Il forte senso di protezione verso i propri figli da parte di una madre insicura e di un padre distratto, vile e rassegnato, può nascondere un drammatico segreto che conduce su un sentiero di situazioni imprevedibili di parossismo psicologico e di violenze efferate.

    ha scritto il 

  • 3

    Avrei dato 4 stelline a questo libro, sia per la storia che mi ha coinvolta molto, sia per i personaggi.....ma ahimè non posso proprio sopportare che a metà libro si capisce tutto!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Janet è una donna abituata a fuggire dagli ostacoli che la vita le fa trovare lungo il suo cammino: dopo la disastrosa relazione con Andrew si è trasferita in Germania, dove ha incontrato e sposato Philip, un uomo dal carattere mite e pacato con cui condividere una tranquilla esistenza. La nascit ...continua

    Janet è una donna abituata a fuggire dagli ostacoli che la vita le fa trovare lungo il suo cammino: dopo la disastrosa relazione con Andrew si è trasferita in Germania, dove ha incontrato e sposato Philip, un uomo dal carattere mite e pacato con cui condividere una tranquilla esistenza. La nascita, alcuni anni dopo, di due gemelli improvvisamente turba il fragile equilibrio quotidiano costruito con fatica da Janet e, dopo un evento tragico la famiglia perde un componente; gli anni passano e Janet, che ormai è una donna di mezza età ma ha lo stesso carattere di quando era giovane, si ritrova di nuovo in fuga, questa volta per tornare dal suo ex amante Andrew ed evitare di affrontare una verità scomoda, dolorosa. Nel frattempo anche uno dei due gemelli, Mario, decide di intraprendere un viaggio con la fidanzata verso il sud della Francia, ma il suo comportamento è ambiguo, gli sbalzi d’umore troppo frequenti e ingiustificati. Cosa nasconde in realtà la famiglia di Janet?

    Mi piace Charlotte Link, ho letto molti dei suoi libri (i migliori sono La casa delle sorelle e La donna delle rose) e li ho sempre apprezzati per la capacità dell'autrice di creare un'atmosfera particolare, una sensazione di attesa per la rivelazione della verità; ha uno stile che può piacere a tutti perchè non si perde in descrizioni chilometriche ma allo stesso tempo non si limita al dialogo tra i personaggi, crea un equilibrio tra i due aspetti. Ecco, questo romanzo mi è piaciuto meno degli altri: pur riconoscendo in esso le caratteristiche che vi ho spiegato sono arrivata a comprendere la verità praticamente all'inizio del libro; quindi o sono diventata super intuitiva io (Jessica Fletcher attenta a te!) oppure l'autrice ha scoperto troppo presto le sue carte. La vicenda è anche carina, ma tutto sa di già visto, manca l'originalità che ha contraddistinto gli altri romanzi della Link, mancano i flashback, la suspence; anche il lato umano dei personaggi è stato meno approfondito, l'attenzione è concentrata particolarmente su Janet anche se in realtà la protagonista del romanzo non è lei, ma la sua famiglia. Insomma, questa è stata una lettura un pò deludente, spero di rifarmi coi suoi prossimi romanzi :)

    ha scritto il