Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il pendolo di Foucault

Di

Editore: superPocket

4.0
(6871)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 688 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Svedese , Olandese , Polacco , Catalano , Ungherese , Portoghese , Lettone , Sloveno , Ceco , Greco

Isbn-10: A000015107 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il pendolo di Foucault?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se lo si possiede, da eliminare.
La scheda corretta è all'url:

http://www.anobii.com/books/01d6d2e5dd0f3e1f2a/

Ordina per
  • 3

    Verità fittizie...

    Una storia di tre amici alla ricerca di misteri sepolti nella polvere del tempo...
    I tre protagonisti, affascinati dal pendolo di Focault, custodito in un museo e che li attira come una luminosa stella in un viaggio fantasioso ed esoterico, escogitano un piano...tentando di impadronirsi di ...continua

    Una storia di tre amici alla ricerca di misteri sepolti nella polvere del tempo...
    I tre protagonisti, affascinati dal pendolo di Focault, custodito in un museo e che li attira come una luminosa stella in un viaggio fantasioso ed esoterico, escogitano un piano...tentando di impadronirsi di segreti arcani...
    Tra intrighi, storie del passato, cavalieri templari, numeri cabalistici, la storia si snoda in queste ricerche che porteranno
    poi i protagonisti ad appropriarsi di verità fittizie...
    I segreti e il loro fascino...ma i tre amici...si sono introdotti in un pericoloso ginepraio, in una storia più grande di loro...e quando se ne accorgono...oramai...è tardi per tornare indietro..
    Qualcuno, nell'ombra, cerca di carpirne...i presunti segreti...
    Nello stilare il libro, che poi è un discreto malloppo, l'autore si sofferma in nutrite descrizioni, che a qualcuno possono piacere, ma che altri troveranno tuttavia...un po' troppo particolareggiate e di difficile comprensione...
    A parte questo dettaglio, trovo che si tratti di un libro interessante e di notevole pregio...
    Lo consiglio vivamente a coloro che amano le letture "impegnate" e dotati di molta pazienza, ma anche agli altri se vogliono cimentarsi in un'opera veramente insolita...
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

  • 4

    State alla larga da complotti e complottisti!

    A metà strada tra saggio e romanzo, il Pendolo di Foucault accompagna il lettore in un viaggio intellettuale affascinante che attraversa la storia (vera o presunta). Una storia fatta di templari, società segrete e teorie del complotto che si inseguono nei secoli, delle quali Eco fa una erudita pa ...continua

    A metà strada tra saggio e romanzo, il Pendolo di Foucault accompagna il lettore in un viaggio intellettuale affascinante che attraversa la storia (vera o presunta). Una storia fatta di templari, società segrete e teorie del complotto che si inseguono nei secoli, delle quali Eco fa una erudita parodia. La lettura è a tratti faticosa, per via di uno stile ricercato e spesso prolisso, ma se si ha la pazienza di arrivare alla fine non si resterà delusi. Scritto alla fine degli anni 80, è sorprendentemente attuale in un momento storico come il nostro, in cui hanno successo le teorie del complotto più bizzarre. Se c'è una cosa che insegna il Pendolo di Foucault è che con i complotti e i complottisti è meglio non aver nulla a che fare.

    ha scritto il 

  • 5

    Complottismo d'autore (in tempi non sospetti)

    Si parla di un complotto universale, di amicizia, di storia, di filosofia, di editoria, di scrittura, di amore e di odio, di malattia (e di dignità nell'affrontarla), di religione e di religioni, del 68, di quasi tutti i personaggi storici rilevanti di questo nostro vecchio mondo, di personaggi i ...continua

    Si parla di un complotto universale, di amicizia, di storia, di filosofia, di editoria, di scrittura, di amore e di odio, di malattia (e di dignità nell'affrontarla), di religione e di religioni, del 68, di quasi tutti i personaggi storici rilevanti di questo nostro vecchio mondo, di personaggi inventati ma che dovrebbero esistere, di fascismo e resistenza. E poi: templari, rosa croce, ospedalieri, TRES e qualunque confraternita esistente.

    E' un romanzo storico, un thriller, un noir, un po' storia d'appendice, un saggio, un enorme esercizio di stile. Il tutto con una prosa straordinaria.

    E' il libro della mia adolescenza e quello che ricordo in maniera più nostalgica.
    E' il libro che, più di tutto, mi ha fatto odiare un volgare tentativo di plagio di alcune idee fatto con il Codice da Vinci.

    Insomma è un libro Meraviglioso che mi ha legato per sempre ad Umberto Eco.

    ha scritto il 

  • 3

    Fra erudizione e fascinazione

    L'erudizione di Eco ti avvolge, ti sorprende, ti incuriosisce, ma a volte penso sia eccessiva. L'erudizione in certi casi nel libro porta alla fascinazione: si entra in uno stato di catarsi totale con le vicende narrate, ma la sensazione non è continua, resta a piccole gocce. Tutto questo non mi ...continua

    L'erudizione di Eco ti avvolge, ti sorprende, ti incuriosisce, ma a volte penso sia eccessiva. L'erudizione in certi casi nel libro porta alla fascinazione: si entra in uno stato di catarsi totale con le vicende narrate, ma la sensazione non è continua, resta a piccole gocce. Tutto questo non mi ha permesso di assaporare le doti letterarie di Eco a pieno come nel caso del Nome della Rosa.

    ha scritto il 

  • 3

    IL PENDOLO DI FOUCAULT

    So che la mia potrà essere una voce fuori dal coro.....ma c'è voluta tutta per portare a termine questa lettura. Saltando naturalmente un bel po' di pagine.....(Ma che bisogno c'era di così tante pagine per elencare tutte le associazione dei templari (o qualcosa del genere, mi pare), scusate...ma ...continua

    So che la mia potrà essere una voce fuori dal coro.....ma c'è voluta tutta per portare a termine questa lettura. Saltando naturalmente un bel po' di pagine.....(Ma che bisogno c'era di così tante pagine per elencare tutte le associazione dei templari (o qualcosa del genere, mi pare), scusate...ma l'ho letto un po' di tempo fa? Non è tanto lo stile ad essere pesante....quanto un inutile sfoggio di erudizione e di termini esageratamente (nella loro quantità...) ricercati. Esiste un dizionario apposta da accompagnarsi al libro.....

    ha scritto il 

  • 5

    Oltre 600 pagine divorate in quattro giorni, non riuscivo a fare altro che leggere questo libro. Alla fine di ogni capitolo morivo dalla voglia di proseguire, per capire dove sarebbero andati a finire i personaggi, per studiare la loro psiche e valutare le loro scelte, perché questo, più di altri ...continua

    Oltre 600 pagine divorate in quattro giorni, non riuscivo a fare altro che leggere questo libro. Alla fine di ogni capitolo morivo dalla voglia di proseguire, per capire dove sarebbero andati a finire i personaggi, per studiare la loro psiche e valutare le loro scelte, perché questo, più di altri, è un libro che mette di fronte protagonista e lettore a diverse scelte, che potrebbero avere delle conseguenze terribili come ottime per tutti.

    ha scritto il 

  • 1

    Inutile noiosa erudizione

    Abbandonato poco dopo la metà perché ci sono cose molto più interessanti da fare nella vita. E pensare che ci tenevo tanto a leggerlo!
    Una noia mortale, un libro già nato vecchio dove l'utilizzo di termini caduti in disuso nel parlato rende i dialoghi dei personaggi surreali. Ma chi mai, pa ...continua

    Abbandonato poco dopo la metà perché ci sono cose molto più interessanti da fare nella vita. E pensare che ci tenevo tanto a leggerlo!
    Una noia mortale, un libro già nato vecchio dove l'utilizzo di termini caduti in disuso nel parlato rende i dialoghi dei personaggi surreali. Ma chi mai, parlando tra amici, cercherebbe una "toeletta"? Orrore.
    La storia poi è sempre la stessa, trita e ritrita, quindi noiosa. Molte parti si potrebbero tranquillamente cancellare perché completamente inutili.
    Sì signor Eco, lo sappiamo quanto è bravo, lo sappiamo quante cose conosce e quanti libri ha letto, ma ricordarcelo a ogni riga è massacrante. In ogni frase si trova un'inutile dimostrazione di erudizione. La vicenda poi è chiaramente autoreferenziale (nei luoghi e nei tempi, intendo) il che rende tutto pesantissimo. Insomma un libro illeggibile e saccente. Disturbante.

    ha scritto il 

  • 5

    "Che io abbia scritto o no, non fa differenza. Cercherebbero sempre un altro senso, anche nel mio silenzio. Sono fatti così. Sono ciechi alla rivelazione. Malkut è Malkut e basta"

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per