Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il pensiero di mao tse tung

il libro delle guardie rosse

Di

Editore: edizioni il quadrato

3.4
(229)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: A000087002 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Altri

Genere: History , Philosophy , Political

Ti piace Il pensiero di mao tse tung?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
traduzione di paolo tincati e nino di battista
Ordina per
  • 1

    Questo sarebbe il libretto rosso?! Questa massa di frescacce del tipo: "Non dobbiamo essere dogmatici ma neanche eclettici", "Non dobbiamo essere duri ma neanche molli", "Dobbiamo essere giusti e stare attenti a ...", "Senza il partito non può esserci socialismo"! Veniva sventolato nelle manifest ...continua

    Questo sarebbe il libretto rosso?! Questa massa di frescacce del tipo: "Non dobbiamo essere dogmatici ma neanche eclettici", "Non dobbiamo essere duri ma neanche molli", "Dobbiamo essere giusti e stare attenti a ...", "Senza il partito non può esserci socialismo"! Veniva sventolato nelle manifestazioni e facevano bene: giusto a fare vento poteva servire! Inutile, assolutamente inutile e capire una cosa qualsiasi. Tanto meno a capire un'epoca e men che mai a capire il comunismo.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi piacciono i libri "problematici", quelli la cui lettura finisce inevitabilmente per farti correre il rischio di una identificazione di tipo politico od ideologico. Se leggi il "Mein Kampf" sicuramente sei nazista: se leggi il "Malleus Maleficarum" sicuramente sei un cristiano integralista e "o ...continua

    Mi piacciono i libri "problematici", quelli la cui lettura finisce inevitabilmente per farti correre il rischio di una identificazione di tipo politico od ideologico. Se leggi il "Mein Kampf" sicuramente sei nazista: se leggi il "Malleus Maleficarum" sicuramente sei un cristiano integralista e "odiatore delle donne": se leggi "Il libretto rosso" sicuramente sei comunista.
    In realtà sono proprio questi libri, a loro tempo oggetti di culto ed oggi aborriti e stigmatizzati, ad aprirti squarci di chiarezza su periodi storici che noi oggi osserviamo da troppo grande distanza.
    Questo libriccino venne compilato da Lin Piao, ministro del governo comunista cinese, partendo da brani di discorsi e di articoli pubblicati da Mao in vari momenti, a partire dagli anni Trenta. Non è quindi un'opera letteraria, anche se ovviamente mantiene una sua intima coerenza che è poi lo stile di leadership del Grande Capo della rivoluzione cinese. Dentro c'è una strana e a suo modo affascinante mescolanza di progressismo e conservazione, di confucianesimo e di marxismo-leninismo elementare, ma soprattutto di tanto senso pratico del buon padre di famiglia, che fu alla base del suo successo (certo: anche il fatto che se non lo leggevi venivi picchiato e incarcerato lo aiutò in tal senso).
    Oggettivamente, e naturalmente, è una lettura fuori dal tempo ed utile solo al lettore interessato di storia e di sociologia. La stessa Cina odierna sarebbe incomprensibile agli occhi di chi scrisse o pronunciò le frasi che sono contenute in questo volumetto.

    ha scritto il 

  • 0

    Quello di Mao va preso per quello che è, ovvero un libretto - per l'appunto- di aforismi e citazioni.


    Storicamente poi, la politica maoista è stata invece altra cosa e spesso impudentemente antitetica - cosa che conferma la mia prima considerazione. Non fosse che si rivelò pura aria fritt ...continua

    Quello di Mao va preso per quello che è, ovvero un libretto - per l'appunto- di aforismi e citazioni.

    Storicamente poi, la politica maoista è stata invece altra cosa e spesso impudentemente antitetica - cosa che conferma la mia prima considerazione. Non fosse che si rivelò pura aria fritta, di per sé, molto è ancor'oggi condivisibile.

    ha scritto il 

  • 1

    Da leggere, memorizzare e rinfacciare a tutti quelli che adesso fanno i democratici e rilasciano sentenze o patenti di democrazia.
    A costoro solo una domanda "ma quando fate un bel mea culpa per tutti gli anni di m.. che ci avete fatto passare, con bandiere rosse e roba affine?"
    Impos ...continua

    Da leggere, memorizzare e rinfacciare a tutti quelli che adesso fanno i democratici e rilasciano sentenze o patenti di democrazia.
    A costoro solo una domanda "ma quando fate un bel mea culpa per tutti gli anni di m.. che ci avete fatto passare, con bandiere rosse e roba affine?"
    Impossibile giudicare

    ha scritto il 

  • 2

    Propaganda, intransigenza ideologica, convinzione di infallibilità: le fondamenta ideologiche di una dittatura violenta.
    Nella prima parte nemmeno un pensiero da annotare.
    Nella seconda parte si fa più interessante. Credo che oggi abbia un valore più storico che ideologico

    ha scritto il 

  • 0

    Difficile recensire un testo che per distanza storica e finalità esce fuori dalle categorie del bello e del brutto. Il libro è una summa dei pensieri di Mao. Inevitabilmente condivisibili per profondità, saggezza e compostezza. Sono spesso consigli sui metodi da adottare nei confronti di organizz ...continua

    Difficile recensire un testo che per distanza storica e finalità esce fuori dalle categorie del bello e del brutto. Il libro è una summa dei pensieri di Mao. Inevitabilmente condivisibili per profondità, saggezza e compostezza. Sono spesso consigli sui metodi da adottare nei confronti di organizzzazioni, scontri politici e militari. Per come è organizzato il testo rimane impossibile farsi un'idea dell'evolversi del pensiero maoista. Da leggere comunque anche solo per capire come e con quale testo molti giovani ebbero modo di portare avanti una battaglia ideologica che ha segnato la storia dell'occidente...

    ha scritto il 

  • 5

    Forse non regge la sfida del tempo, ma in queste massime c'è un condensato di teoria e pratica, di filosofia e pragmatismo allo stesso tempo che è difficile riscontrare in altri scritti politici.

    ha scritto il