Il periplo di Baldassarre

Voto medio di 354
| 35 contributi totali di cui 30 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
1665. Baldassarre, raffinato libraio di origine genovese trasferitosi in terramussulmana, riceve in dono da un vecchio misterioso mendicante un anticomanoscritto intitolato "Il centesimo nome". Questo preziosissimo libroconterrebbe, secondo ...Continua
Ha scritto il 16/11/16
delude continuamente le attese del lettore, il che non sarebbe nemmeno male, anzi potrebbe essere un punto a favore, però il diario è davvero troppo lento, ripetitivo e noioso, e il protagonista esprime spesso idee moderne e soprattutto usa un lingua ...Continua
Ha scritto il 29/11/15
SPOILER ALERT
Non mi ha convinta
Periplo nel vero senso della parola. La dice tutta anche il suono della parola, a me ricorda la pallina del flipper che sbatte in qua e in là e va dove viene spinta di volta in volta. La sostanza del libro è quella. Ho amato il carattere bonaccione d ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/03/14
A settembre saranno tre anni che mi sono convertita alla lettura digitale, quindi ritengo di avere una certa esperienza in materia. Tra gli e-book in self publishing e quelli di casa editrice di nome - in questo caso Bompiani - l'abisso è in crescita ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 07/03/14
L'ambientazione e la storia di questo romanzo sono interessanti e la lettura scorre piacevole ma... troppe coincidenze fortunose, troppe volte la sensazione che le cose succedano solo per far proseguire "il periplo" senza che il personaggio, quasi ma ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 16/11/13
Un libro interessante, ambientato durante l'anno 1666 quando si preannunciava l'apocalisse. Il libro mostra, tramite il viaggio di Baldassarre come la paura della fine era gestita da diverse culture.

Ha scritto il Aug 16, 2012, 17:26
Oggi ho scoperto questi:

La gente vorrebbe che un imam si alzasse
E prendesse la parola davanti a una folla muta.
Fallace illusione, non esiste altro imam che la ragione
Ed essa ci guida di giorno e di notte


Mi so
...Continua
Pag. 75
Ha scritto il Feb 05, 2009, 11:13
Leggo a caso, di tanto in tanto, alcuni versi dal libro di Abou-l-Ala che il vecchio libraio di Maarra mi ha messo tra le mani qualche settimana fa. Oggi ho scoperto questi:

La gente vorrebbe che un imam si alzasse
E prendesse la parola

La gente vorrebbe che un imam si alzasse
E prendesse la parola davanti a una folla muta.
Fallace illusione, non esiste altro imam che la ragione
Ed essa ci guida di giorno e di notte

Mi sono s’affrettato a leggerli a Maimonide, e ci siamo scambiati, in silenzio un sorriso complice.

Un cristiano e un ebreo guidati sulla strada del dubbio da un poeta musulmano cieco? Ma c’era più luce in quegli occhi spenti che nel cielo dell’Anatolia. ...Continua

Pag. 75
Ha scritto il Feb 05, 2009, 11:12
“Ama il prossimo tuo come te stesso” […]

“Questa raccomandazione a prima vista sembra irreprensibile. Comunque, ancora prima di essere detta da Gesù, è presente in un contesto analogo nel Levitino, al capitolo 19. Tuttavia suscita in me alcune

“Questa raccomandazione a prima vista sembra irreprensibile. Comunque, ancora prima di essere detta da Gesù, è presente in un contesto analogo nel Levitino, al capitolo 19. Tuttavia suscita in me alcune perplessità.”

“Cosa le rimproveri?”

“Considerando cosa fa la maggior parte della gente della propria vita, considerando cosa fa della propria intelligenza, non ho affatto voglia di essere amato come amano se stessi.

Volevo rispondergli, ma lui ha alzato una mano.

“Aspetta, C’è una cosa che preoccupa di più a mio avviso. Non si potrà mai impedire a certe persone di interpretare questo precetto con più arroganza che generosità: ‘Quello che è buono per te, dev’essere buono per tutti gli altri’. Se tu ritieni di possedere la verità, devi riportare sulla retta via le pecore smarrite, e con qualsiasi mezzo: da qui i battesimi forzati che hanno dovuto subire i miei antenati a Toledo un tempo. Quella frase, vedi, l’ho sentita più spesso dalla bocca dei lupi che da quella degli agnelli. Per questo motivo ne diffido, perdonami…”

“Codesta dichiarazione mi sorprende … Non so ancora se debba darti ragione o torto. Bisogna che ci rifletta… Avevo sempre pensato che questa frase fosse la più bella…”

“Se cerchi la frase più bella di tutte le religioni, la parola più fantastica che sia mai uscita dalla bocca di un uomo, non è quella, ma un’altra. È sempre Gesù che l’ha pronunciata. Non l’ha ripresa delle Scritture, gli è uscita da cuore”.

“E qual è?” […]
Chi è senza peccato scagli la prima pietra.” ...Continua

Pag. 68
Ha scritto il Feb 05, 2009, 11:11
“Mi dicono che [Amsterdam] sia la sola città al mondo dove un uomo può dire: ‘Io sono ebreo’, come altri al loro paese, possono affermare: ‘Io sono cristiano’, ‘Io sono mussulmano’, senza dover temere per la vita, per i propri beni, né per la propria ...Continua
Pag. 62

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jul 11, 2016, 07:19
843 MAA 8081 Letteratura Francese

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 68
  • 170
  • 88
  • 23
  • 5
Aggiungi