Il pianeta degli dei

Le cronache terrestri, I

Di

Editore: Piemme

3.8
(250)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8856618230 | Isbn-13: 9788856618235 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Storia , Mistero & Gialli , Religione & Spiritualità

Ti piace Il pianeta degli dei?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Esiste un altro pianeta nel sistema solare e i suoi abitanti iniziarono a visitare la Terra mezzo milione di anni fa. Alla luce di questa scoperta, la storia del mondo trova una nuova, affascinante chiave di lettura.
Un bestseller internazionale. Il primo, fondamentale volume delle cronache terrestri.
Ordina per
  • 5

    la separazione delle acque del Mar Rosso

    il lavoro di Sitchin è semplicemente pazzesco. Ho letto alcune recensioni su queste pagine e come tutti i grandi personaggi crea poli che si contrappongono duramente. Basta vedere che gli USA gli hann ...continua

    il lavoro di Sitchin è semplicemente pazzesco. Ho letto alcune recensioni su queste pagine e come tutti i grandi personaggi crea poli che si contrappongono duramente. Basta vedere che gli USA gli hanno dato asilo e gli hanno fatto pubblicare tutto ciò che voleva per ragionare un po' su quanto peso ha davvero avuto uno studioso rivoluzionario che è stato anche consigliere USA per le questioni spaziali. Ma non è questa la sede. Il testo è l'introduzione al mondo di Sitchin.. e lo chiamo "mondo" non a caso.. rilegge ogni riga della nostra storia, dell'Antico Testamento partendo dalla traduzione sbagliata di moltissimi termini che sarebbero stati "manipolati" nel tempo per piegare la storia dell'uomo a quanto via via andava -volutamente o meno- perduto. E' una lettura che renderei obbligatoria nelle scuole, non perché debba essere necessariamente vera (ma in fondo studiamo Darwin e mi pare che abbia portato molto meno a sostegno delle sue teorie..) ma perché ci mostra come la verità sia solo una lettura temporanea dei dati che abbiamo a disposizione e che per farla passare come tale sia necessaria un'opera di stratificazione di pregiudizi e ignoranza che alla fine vanno bene a tutti.
    ecco.. lui davanti a questi pregiudizi non si è fermato, ha utilizzato una curiosità e una passione smisurate per dare la sua versione della nascita dell'uomo, della terra, della vita..

    è un testo da leggere e rileggere e da diffondere con la speranza che la nostra ignoranza sia ancora, davvero, tanta.

    ha scritto il 

  • 3

    Fantascienza

    Il libro e' da prendersi con le molle per cio' che dice. Va letto con estremo spirito critico, e dato che ben pochi di noi sono da considerarsi esperti in Sumeri, va considerato cio' che dice la scien ...continua

    Il libro e' da prendersi con le molle per cio' che dice. Va letto con estremo spirito critico, e dato che ben pochi di noi sono da considerarsi esperti in Sumeri, va considerato cio' che dice la scienza mainstream.

    Detto questo, come storia cosmogonica / mitologica (e non archeologica ne scientifica) e' interessante ed il libro e' ben scritto.

    ha scritto il 

  • 4

    Scrittore e studioso controverso ma affascinante; in una parola: interessante!

    Finito. Avevo lasciato da parte, interrotto a metà, questo libro scorrevole e al tempo non facile. L'avevo affrontato come un romanzo, per trovarmi invece di fronte a tutt'altro. La comunità scientifi ...continua

    Finito. Avevo lasciato da parte, interrotto a metà, questo libro scorrevole e al tempo non facile. L'avevo affrontato come un romanzo, per trovarmi invece di fronte a tutt'altro. La comunità scientifica tradizionale taccia Sitchin di essere poco meno che un ciarlatano, uno che non suffraga i suoi testi con prove inoppugnabili, bensì trae conclusioni manipolando e distorcendo testi e interpretazioni a favore delle sue personali convinzioni. Ebbene, ho trovato più passione in queste sue convinzioni, che in qualunque altro testo, riguardo l'interrogarsi sulle tante incongruenze che la scienza ufficiale, lungi dal colmare, piuttosto ignora; la stessa scienza ufficiale che per quanto riguarda le nostre origini e la storia del nostro pianeta, assume a sua volta come dogmi proprie presunte verità, che basano su teorie pur cieche rispetto a ritrovamenti e fatti logicamente inspiegabili, a meno di non esplorare e riconsiderare ipotesi e logiche alternative. Sitchin è senz'altro uno strenuo difensore e propugnatore dei suoi convincimenti, ma non per questo un ciarlatano. Ha forse posto enfasi particolare su taluni aspetti, ma ha certo offerto all'attenzione del lettore uno strumento di riflessione. Qui non si tratta di credere o di non credere, di essere o meno convinti dell'una o dell'altra teoria, di essere evoluzionisti o creazionisti, bensì solo di aprire la mente e considerare anche ciò che non trova spiegazione in formule chiuse. Considerare che poco sappiamo di quel che precede la storia che pensiamo di conoscere e che – sappiamo bene – è essa stessa piuttosto manipolata, adattata, rivista e corretta, non mi pare un delitto. Ben venga la passione a interessare e fare riflettere, in un senso o nell’altro che sia, pro o contro l’una o l’altra teoria, anzi, per dirla tutta, l’uno o l’altro pensiero corrente, che non mancherà certo, prima o poi, di essere a sua volta... rivisto e corretto.

    ha scritto il 

  • 5

    Interessantissimo!

    Sono sempre più, ormai, gli studiosi e gli scienziati che sostengono la teoria degli antichi astronauti convalidando, almeno in parte, le ipotesi di Sitchin.
    Dalle tavole Sumere fino ai reperti archeo ...continua

    Sono sempre più, ormai, gli studiosi e gli scienziati che sostengono la teoria degli antichi astronauti convalidando, almeno in parte, le ipotesi di Sitchin.
    Dalle tavole Sumere fino ai reperti archeologici, dagli antichi testi (Sacra Bibbia, compresa)... un viaggio verso il nostro passato che potrebbe essere stato "alternativo" a quello che ci hanno raccontato.
    Non ho iniziato queste letture per smentirlo o credergli ciecamente, ma per ascoltare un nuovo e diverso punto di vista. E l'ho trovato estremamente interessante.
    L'unico difetto, se così si può definire, è che ogni tanto è dispersivo nel narrare gli avvenimenti.
    Porterò a termine il ciclo "Cronache terrestri" di cui questo è il primo volume. Per ora, promosso e consigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    Alcune cose, secondo me, sono delle stronzate potenti, girate e rigirate per combaciare con la sua teoria.

    Altre cose, invece, sono convincenti e io stesso ho sempre pensato che potessero essere una p ...continua

    Alcune cose, secondo me, sono delle stronzate potenti, girate e rigirate per combaciare con la sua teoria.

    Altre cose, invece, sono convincenti e io stesso ho sempre pensato che potessero essere una possibilità.

    Comunque una lettura piacevole: se sei interessato lo leggi con interesse, se non sei interessato lo leggi come un libro fantasy o complottista.

    ha scritto il 

  • 4

    Le teorie di Sitchin sono maledettamente accattivanti, perchè tentano di dare un senso a tutto, soprattutto alla Bibbia.
    In questo libro dà un'enorme quantità d'informazioni, alcune forse un po' pilot ...continua

    Le teorie di Sitchin sono maledettamente accattivanti, perchè tentano di dare un senso a tutto, soprattutto alla Bibbia.
    In questo libro dà un'enorme quantità d'informazioni, alcune forse un po' pilotate per i suoi scopi, ma comunque interessantissime. Il quadro cerca di essere il più coerente possibile e affascina per i misteri posti.

    ha scritto il 

  • 4

    La giudicavo all'inizio una teoria alquanto fantasiosa. Non credo a alieni e dischi volanti e ho avuto questo libro in prestito, facendomi guidare dal nome che sapeva di mitologia. In effetti, dopo qu ...continua

    La giudicavo all'inizio una teoria alquanto fantasiosa. Non credo a alieni e dischi volanti e ho avuto questo libro in prestito, facendomi guidare dal nome che sapeva di mitologia. In effetti, dopo qualche capitolo, si inizia a parlare di mitologia ma in un modo totalmente nuovo che mi ha stupito. Mi piace molto la sua teoria che potrebbe spiegare molte cose del nostro pianeta, tuttavia è molto vago sulle fonti sia storiche che scentifiche... sarei stato curioso di saperne di più... Oltretutto forse non sarà l'unico ad aver fatto il parallelo tra Atlantidei e Nephilim... Tuttavia il libro forma un discorso completo e portato a compimento fino alla fine. Vedremo cosa accadrà in futuro e se davvero Nibiru ci visiterà...

    ha scritto il