Il piccolo almanacco di Radetzky

Voto medio di 19
| 19 contributi totali di cui 7 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 27/12/15
Ecco un libro affascinante! Gilberto Forti ci delizia e ci arricchisce culturalmente con una serie di pensieri, citazioni, testimonianze sulla Prima Guerra Mondiale di quegli artisti ed intellettuali che resero grande ed unica la cultura ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 28/06/14
✰✰✰✰✰ eccellente
Botta di fortuna. Scoperti su anobii (grazie Rosen e bellissimo il tuo commento), ne parlavo con un’amica che li aveva tutti e due, da trent’anni in attesa di lettura. Ormai non li leggerai più, potresti darli a me … Mi ha presa in ...Continua
  • 4 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 04/06/14
Nella grande bufera
Gilberto Forti era un apprezzato traduttore di poeti. Non ho mai letto nulla di tradotto da lui, ma sono ragionevolmente sicuro che conoscesse molto bene l'arte di mimetizzarsi dietro i suoi autori.Con un estro che sarebbe riduttivo definire ...Continua
  • 11 mi piace
  • 15 commenti
Ha scritto il 01/04/14
"Poiché, in fondo, che cos'è la vita di uno scrittore se non una guerra, la lunga guerra di liberazione per la salvezza della propria lingua?" (p. 118)
  • 2 mi piace
Ha scritto il 03/05/11
"Se noi avessimo il potere di capire, d'interpretare nel suo giusro senso il linguaggio segreto delle forme". Gilberto Forti segue la pista delle coincidenze, degli aneddoti, direbbero gli "storici seri": quella delle forme invece. rispettando ...Continua
  • 3 mi piace
  • 3 commenti

Ha scritto il Feb 11, 2014, 20:45
“La tua giornata fu un prodigarsi, la tua felicità fu la rinuncia. Il tuo povero cuore scelse l’ombra, il tuo ricco cuore donò luce».”
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 11, 2014, 20:43
“Hugo Hofmann von Hofmannsthal, tenente, prima in servizio a Pisino d’Istria, poi presso il ministero della Guerra, celebra l’Austria a Vienna, a Berlino, a Praga, nei Paesi occupati o neutrali, a Varsavia e a Bruxelles, a Zurigo, ad Oslo e a ...Continua
Ha scritto il Feb 11, 2014, 20:39
“«Mensch verdamme den Krieg» è la parola che il padre gli ha insegnato. «Maledetta la guerra» sarà il motto che il ragazzo scriverà nella pietra, combattendo con lo scalpello per edificare le sue figure arcane, solitarie, uomini e donne che ...Continua
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 11, 2014, 20:37
“Credo che Dio mi abbia dimenticato dentro qualche fessura del suo mondo. Egli è libero di dimenticarmi, e forse è quello che mi sta accadendo"
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 11, 2014, 20:35
“«Ci si avvicina alla verità se si ammette che di tanto in tanto, una volta ogni generazione, si diffonde fulminea una specie di epidemia spirituale, un morbo che conquista le anime dei vivi per uno scopo ignoto e fa affiorare dal nulla, come ...Continua
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi