Il piccolo burattinaio di Varsavia

Voto medio di 70
| 22 contributi totali di cui 14 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Mika ha dodici anni quando il cappotto viene cucito. Nathan il sarto lo confeziona per suo nonno nella prima settimana di marzo del 1938. L'ultimo anno di libertà per Varsavia, l'ultimo anno di libertà per Mika e la sua famiglia. E quando il nonno mu ...Continua
Ha scritto il 16/11/17
Avevo messo gli occhi su questo libro da un pezzo e quindi avevo grandi aspettative quando finalmente me lo sono ritrovato tra le mani.
La storia è carina ma, mi aspettavo qualcosa di diverso.
La lettura è stata scorrevole e coinvolgente, ma
...Continua
Ha scritto il 18/02/17
Il piccolo burattinaio di Varsavia
Eva Weaver
Questo romanzo ha un so che di magico!
Parte tutto da un vecchio cappotto e una locandina di uno spettacolo di burattini.
Il periodo trattato è l'olocausto, Mika e Max senza volerlo saran
...Continua
Ha scritto il 11/10/16
Due e mezzo
Alcuni spunti sono validi, ma è del tutto inverosimile.
Ha scritto il 22/01/16
IL PICCOLO BURATTINAIO DI VARSAVIA
“ Ora la mia strada volge al termine…
Dovrò giacere là dove tutte le strade hanno inizio:
nel triste straccivendolo del cuore”

Scrittrice, terapista e performer d’arte moderna Eva Weaver, che ha già affrontato in altri suoi lavor
...Continua
Ha scritto il 23/11/15
Storia di Mika con il cappotto nero e la stella di David cucita sopra che sopravvive grazie alla sua abilità di inventafavole.

Ha scritto il Sep 08, 2013, 21:43
Ama e rispetta.
Pag. 337
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 08, 2013, 21:42
A volte, quando il vento soffiava in una particolare direzione, sentivamo il tintinnio della giostra in piazza Krasinski, nella zona ariana. Continuava a girare per i bambini polacchi con le sue musichette festose, mentre noi portavamo avanti la nost ...Continua
Pag. 208
Ha scritto il Sep 08, 2013, 21:39
Così quel pomeriggio mi esibii di fronte al braccio destro del diavolo, Himmler in persona, l'uomo più potente dopo Hitler.
Seduto in prima fila, aveva un aspetto assolutamente ordinario: brutto, molto magro, con baffi neri e occhiali tondi e dor
...Continua
Pag. 199
Ha scritto il Sep 08, 2013, 21:33
Strano a dirsi, ma la paura ha davvero un sapore: sa di sangue e ferro, è aspra e amara.
Pag. 150
Ha scritto il Sep 08, 2013, 21:32
Più del pane, la poesia è necessaria, in un'epoca in cui sembra non servire...
Pag. 82
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi