Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il piccolo principe

By Antoine de Saint-Exupery

(465)

| Others | 9788845122675

Like Il piccolo principe ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

E' la storia dell'incontro tra un aviatore, costretto da un guasto ad unatterraggio di fortuna nel deserto, e un ragazzino alquanto strano, anche luinel deserto, che gli chiede di disegnargli una pecora. Il bambino viene dallospazio e ha abbandonato Continue

E' la storia dell'incontro tra un aviatore, costretto da un guasto ad unatterraggio di fortuna nel deserto, e un ragazzino alquanto strano, anche luinel deserto, che gli chiede di disegnargli una pecora. Il bambino viene dallospazio e ha abbandonato il suo piccolo pianeta perché si sentiva troppo sololassù: unica sua compagna era una "rosa". Un libro che si rivolge ai ragazzie "a tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più", comedice lo stesso autore nella dedica del suo libro.

3561 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    Il faut des rites

    Sarà un commento che mi seppellirà.
    (Il commento di questo libro è rivolto a una persona. Mi scuso con gli altri che non vi troveranno di certo alcun interesse).

    Caro amico che leggi senza entrare mai nella mia libreria, mi dici: Finalmente ...(continue)

    Sarà un commento che mi seppellirà.
    (Il commento di questo libro è rivolto a una persona. Mi scuso con gli altri che non vi troveranno di certo alcun interesse).

    Caro amico che leggi senza entrare mai nella mia libreria, mi dici: Finalmente scrivi qualcosa dove spero di trovarti, attendo il tuo commento, stupiscimi.
    Ma se ho capito che portare l'anziano genitore sulle spalle è il gesto a cui non necessitano parole perché abbia un futuro, da tempo so che non bisogna avere aspettative; quelle che mi restano, le tengo strette in pugno, in fondo alla tasca, come un dono nascosto, o una colpa. Se tu ne hai, lasciale pure libere ma è un rischio, non so se in un altrove c’incontreremo.

    Dici che per leggere veramente i tuoi quattro titoli non basterebbe una vita intera, e c’è chi ne ha letti mille ma non li mai letti per davvero, e allora, come posso leggere io questo libretto sulla cui bellezza e complessità tanti irridono? Dici, chissenefrega del parere degli altri, voglio il tuo. Ma dici anche, Stupiscimi.

    Non posso, non sono all’altezza, e come il vecchietto grida sgomento nella nebbia “Gina Gina Gina” anch’io dico “perdonami perdonami perdonami”, la casa è vicina ma i capelli sugli occhi non la fanno vedere.

    Ho scritto troppe parole belle per nascondere il fatto di essere brutta? Forse, e forse l’ho sempre fatto, ma ci sono stata comunque, nelle parole, e non ho mai barato perché il mio mazzo ha carte logore e il gioco non m’interessa più o forse verrebbe subito scoperto, il che è lo stesso.

    Come dice la volpe, Le langage est source de malentendus.

    Magari qui mi troverai, magari no. Ma comunque grazie.

    Is this helpful?

    cc said on Oct 27, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful


    'rileggilo tra dieci anni e vedrai che avrà un nuovo significato.' <b/> mi è stato detto, dunque non mi resta che attendere i quattro anni rimanenti.

    Is this helpful?

    Duchénne. said on Oct 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dai nove ai novecento anni,ci imparerai qualcosa in ogni caso

    Is this helpful?

    Marco Zambon said on Oct 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro di una profondità che non si può spiegare. Adatto ad ogni età, dai 9 anni in poi da leggere e rileggere infinite volte! Lo consiglio a TUTTI!

    Is this helpful?

    Xrochelle86x said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La piccola (Harz) liquidava senza pietà i clienti che si innamoravano, diceva, l'amore che ti ho venduto stanotte già non esiste più. E tu conosci qualcuno di questi clienti?, ha detto la mia pianta di pomodoro. No no, ho detto io. Well then, ha dett ...(continue)

    La piccola (Harz) liquidava senza pietà i clienti che si innamoravano, diceva, l'amore che ti ho venduto stanotte già non esiste più. E tu conosci qualcuno di questi clienti?, ha detto la mia pianta di pomodoro. No no, ho detto io. Well then, ha detto la mia pianta di pomodoro, how do you know that? Sono stato suo cliente molte volte, ho detto io. La tua educazione sentimentale?, ha detto la mia pianta di pomodoro. No, non ho imparato un cazzo, ho detto io. And what now?, ha detto la mia pianta di pomodoro. I don't know, ho detto io. Fair enough, ha detto la mia pianta di pomodoro.

    Is this helpful?

    (skate) said on Oct 20, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Il Piccolo Principe incontrò un mercante di pillole che calmavano la sete.
    ’Perché vendi questa roba?’ chiese il Piccolo Principe.
    ’E' una grossa economia di tempo’ disse il mercante ‘gli esperti hanno fatto dei calcoli. Si risparmiano 53 minuti a ...(continue)

    "Il Piccolo Principe incontrò un mercante di pillole che calmavano la sete.
    ’Perché vendi questa roba?’ chiese il Piccolo Principe.
    ’E' una grossa economia di tempo’ disse il mercante ‘gli esperti hanno fatto dei calcoli. Si risparmiano 53 minuti alla settimana’.
    ‘E che cosa se ne fa di questi 53 minuti?’ chiese perplesso il Piccolo Principe.
    ‘Se ne fa quel che si vuole..’ rispose sicuro il mercante.
    ‘Io’ disse il Piccolo Principe ‘se avessi 53 minuti da spendere, camminerei adagio, adagio verso la fontana’."

    Is this helpful?

    Atticus said on Oct 17, 2014 | 1 feedback

Improve_data of this book

Margin notes of this book