Jack McEvoy fa il reporter di nera. La morte è il suo mestiere. Ma ci sono storie che nessuno vorrebbe scrivere. Storie a cui nessuno vorrebbe arrendersi. Un thriller che resta inciso nel cuore, considerato da molti uno dei migliori di Michael ... Continua
Ha scritto il 23/04/17
Il poeta inaspettato
Per la prima volta che leggo questo autore e mi è subito piaciuto. Si legge molto volentieri e soprattutto non è scontato come sembra. Mi appassionato molto il finale. Ottimo libro thriller
Ha scritto il 18/10/16
Che meraviglia poter leggere un noir intrigante e ben scritto! Connelly dimostra che anche un libro di evasione può avere un discreto valore letterario e, parimenti, che un bravo scrittore può dedicarsi senza sfigurare anche ad un genere popolare. ...Continua
Ha scritto il 15/10/16
Sopravvalutato
Negli anni '90 questo romanzo fu ritenuto un capolavoro del noir americano, e la sua fama è arrivata abbastanza immutata fino a oggi. Letto oggi sembra appena passabile. Il congegno narrativo è lentissimo e prevedibile, il personaggio del ...Continua
Ha scritto il 14/10/16
"E' una fortuna che nessuno possa conoscere i nostri pensieri più segreti, altrimenti verremmo visti come gli scaltri e ingordi bastardi che in effetti siamo."
4 stelle piene a questo giallo, ottimo nel suo genere, trovato casualmente su una bancarella dell'usato e, sempre casualmente, iniziato in un pomeriggio di pioggia autunnale. Mi ha preso subito e ho proseguito la lettura senza riuscire a fermarmi ...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 15/05/16
“La morte è il mio mestiere, ci guadagno da vivere” (*** e 1/2)
Il romanzo è del 1996; Connelly scrive un thriller incentrato sull’azione più che sui personaggi (non manca il serial killer e la scena cinematografica del finale ad effetto) e il risultato non può che essere inferiore ai libri che hanno come ...Continua

Ha scritto il Mar 27, 2015, 13:04
E' una fortuna che nessuno possa conoscere i nostri pensieri più segreti, altrimenti verremmo visti come gli scaltri e ingordi bastardi che in effetti siamo
Ha scritto il Feb 11, 2013, 19:28
"La morte è il mio mestiere - ci guadagno da vivere e ci costruisco sopra la mia reputazione personale. Ne ho approfittato. E' sempre stata intorno a me, ma mai così vicina come in quegli istanti con Gladden e Backus, quando mi ha respirato in ...Continua
Pag. 496
Ha scritto il Feb 11, 2013, 19:20
"Ho deciso che è il momento di raccontare la mia storia. Voglio raccontarla. Inserirò qui tutto quello che ho, tutto quello che sono. Attraverso queste finestre mi vedrete vivere e morire...Ora inizierò a raccontarvi tutto. Accendete le vostre ...Continua
Pag. 134
Ha scritto il Feb 11, 2013, 19:18
"Mentre battevo, l'immagine di mio fratello continuava a tornarmi alla mente. Adesso quella foto sterile, inanimata, mi preoccupava. Perché avevo creduto all'impossibile. Lo avevo abbandonato e ora provavo un più acuto senso di colpa. Era mio ...Continua
Pag. 90
Ha scritto il Feb 11, 2013, 19:16
"Sapevo che per lei non sarebbe stata una vera sorpresa. Lo avrebbe capito subito dopo aver aperto la porta, vedendoci là tutti e tre senza Sean. Qualunque moglie di sbirro lo capisce. Loro trascorrono intere vite temendo questo giorno e cercando ...Continua
Pag. 10

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 19, 2016, 09:36
853.54 CON 11366 Donazione Asturaro

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi