Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il popolo dell'autunno

Di

Editore: Fratelli Fabbri (La Biblioteca del Brivido, 5.1)

4.1
(857)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 239 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Chi tradizionale , Francese , Giapponese , Olandese , Polacco , Ceco , Russo

Isbn-10: A000005819 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Remo Alessi

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il popolo dell'autunno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Qualcosa di sinistro sta per accadere.

    Splendido romanzo d'avventure adolescenziali e non circensi come parrebbe sembrare.
    Il mondo degli adulti che invade quello dei ragazzi descritto in maniera magistrale.
    Sublime e lirico nonostante i numerosi "distinguo" che potrebbero venirne da un'idea più smaliziata e noncurante del ...continua

    Splendido romanzo d'avventure adolescenziali e non circensi come parrebbe sembrare.
    Il mondo degli adulti che invade quello dei ragazzi descritto in maniera magistrale.
    Sublime e lirico nonostante i numerosi "distinguo" che potrebbero venirne da un'idea più smaliziata e noncurante della vita.
    Uno dei capolavori di Bradbury... "Something wicked this way comes" è splendido.
    Come splendido è l'omonimo film che nel 1983 il compianto regista Jack Clayton ne trasse... Per la splendida interpretazione di Jason Robards, Jonathan Pryce e un manipolo di bravi ragazzi. Ma la critica vede Clayton come un onesto artigiano e questo romanzo di Ray come una cosa media o normale.
    Per me il libro è un capolavoro con pagine di rara bellezza.
    E il film... Udite!, Udite!... Pure.

    ha scritto il 

  • 4

    Leggermente inferiore ai capolavori fantascientifici di Bradbury, Something wicked this way comes è diventato negli anni un classico horror a sfondo circense.


    Con i grandi titoli dell'autore condivide la scrittura densa d'atmosfera e simboli. Qui in particolare si respira l'autunn ...continua

    Leggermente inferiore ai capolavori fantascientifici di Bradbury, Something wicked this way comes è diventato negli anni un classico horror a sfondo circense.

    Con i grandi titoli dell'autore condivide la scrittura densa d'atmosfera e simboli. Qui in particolare si respira l'autunno e la velata malinconia che porta con sé sia come stagione meteorologica sia come periodo dell'esistenza umana, incarnato dagli adulti che popolano il romanzo, desiderosi di rifuggire l'inverno della vita e la morte.

    I due giovani protagonisti, Jim e Will, sono invece espressione della gioventù in un formidabile ritratto dell'ultima estate prima della gravosa consapevolezza dell'adulto, coronato da una splendida amicizia che cresce e si trasforma. E il circo? Il circo è gestito dal popolo dell'autunno, indifferente al mutare di stagione della condizione umana e desideroso di cibarsi delle sue sofferenze, donando un'immortalità fonte di sola dannazione.

    Un libro intenso, evocativo e musicale quanto il suo titolo originale, adatto anche al pubblico più giovane ma scritto con la piena consapevolezza e maestria di una penna adulta.

    Finalmente l'ho letto in lingua originale e devo dire che non si tratta di una lettura proibitiva per chi abbia già una certa dimestichezza con l'inglese. Il mio consiglio è di cercare di leggerlo in originale, perché i libri di Bradbury perdono davvero molta atmosfera e carica emotiva nel processo di traduzione.

    ha scritto il 

  • 4

    Jóvenes y viejos

    Pensaba que al ser de Bradbury y por la sinopsis, esta novela era de ciencia ficción pero no, es de fantástico/terror. La historia es la típica de sucesos extraños y chavales en peligro, acosados por gente muy malvada, pero si a eso le añadimos la maravillosa prosa, repleta de poesía y cargada de ...continua

    Pensaba que al ser de Bradbury y por la sinopsis, esta novela era de ciencia ficción pero no, es de fantástico/terror. La historia es la típica de sucesos extraños y chavales en peligro, acosados por gente muy malvada, pero si a eso le añadimos la maravillosa prosa, repleta de poesía y cargada de profundidad, habitual en Ray Bradbury, la experiencia se convierte en toda una gozada. Si hablamos de escritores de género, Bradbury debe de ser el que mejor y mas bonito escribe. Si existe alguien que lo supere, yo no lo conozco.

    ha scritto il 

  • 3

    Il sogno di qualcun'altro

    Sarà che in questo momento della mia vita fatico ad apprezzare le opere di fantasia o che il mio rapporto con Ray Bradbury è sempre stato difficile, ma dalla prima all'ultima pagina ho letto questo romanzo con un distacco quasi totale.

    ha scritto il 

  • 0

    Abbandonato a metà.
    Ho portato pazienza, sperando che accadesse qualcosa, ma più che una giostra che fa inveccchiare o ringiovanire a seconda del senso in cui gira e un gruppo di loschi individui che però non si capisce cosa abbiano in mente, non ci ho visto nulla di bello.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello, positivo e importante il messaggio di questo libro. Il finale non è così scontato, o per lo meno io fino alla fine ho avuto qualche dubbio!
    Interessante l’ambientazione: un luna park particolare, con giostre strane e un po’ inquietanti, così come le attrazioni “umane”(il Nano, ...continua

    Molto bello, positivo e importante il messaggio di questo libro. Il finale non è così scontato, o per lo meno io fino alla fine ho avuto qualche dubbio!
    Interessante l’ambientazione: un luna park particolare, con giostre strane e un po’ inquietanti, così come le attrazioni “umane”(il Nano, la Strega della Polvere, il Mangialava… e i due proprietari soci Cooger & Dark… Il luna park, nel suo peregrinare, giunge nella cittadina di due ragazzi diversi tra loro, ma uniti da una forte amicizia.
    Il linguaggio non è “concreto”, reale, e nelle prime pagine ho un po’ faticato. Poi ho capito che non dovevo soffermarmi sul significato della singola parola, della singola frase…ma lasciarmi andare, e leggere quasi come se fosse una poesia, prendendo il senso generale, le sensazioni che le parole mi lasciavano. E così è stato molto più semplice, e più piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    POETICO E SPAVENTOSO

    Bradbury ha la tendenza ad usare uno stile ricercato e poetico, in particolare in questo romanzo e soprattutto nella prima parte, forse per meglio favorire la sospensione di incredulità del lettore. Lo stile mi ha affaticato, ma diventa più asciutto nelle parti più di azione e di orrore del roman ...continua

    Bradbury ha la tendenza ad usare uno stile ricercato e poetico, in particolare in questo romanzo e soprattutto nella prima parte, forse per meglio favorire la sospensione di incredulità del lettore. Lo stile mi ha affaticato, ma diventa più asciutto nelle parti più di azione e di orrore del romanzo, uno dei più spaventosi che ho letto. Come sarebbe stata questa storia scritta da Gaiman o Matheson? Non la sapremo mai. 3,5 stelle, mezza in meno per la "pesantezza poetica".

    ha scritto il 

  • 4

    Il sorriso è il sole che scaccia l'inverno dal volto umano (Victor Hugo)

    Si tratta di una sorta di romanzo horror fantascientifico dalla trama un po' grottesca che potrebbe essere letto come una storia macabra fine a se stessa ma in cui si ritrova un significato profondo e tanto vero.
    Il sottofondo di questa storia riguarda tutti noi, ovvero, i momenti della vit ...continua

    Si tratta di una sorta di romanzo horror fantascientifico dalla trama un po' grottesca che potrebbe essere letto come una storia macabra fine a se stessa ma in cui si ritrova un significato profondo e tanto vero.
    Il sottofondo di questa storia riguarda tutti noi, ovvero, i momenti della vita in cui siamo "chiamati" a crescere. Quei momenti in cui ci sentiamo messi in gioco totalmente, pieni di paura, ansie e timori e, magari, vorremmo tornare indietro ai tempi dell'infanzia, oppure superare con un balzo gli anni più difficili e proiettarci in un futuro prossimo che ci vede più forti.
    Il messaggio che Bradbury ci manda è bellissimo ed inequivocabile, ovvero: sorridere. Sorridere sempre, anche nei momenti più bui, perché il sorriso è tanto potente da scacciare qualsiasi male.
    Meraviglioso come sempre lo stile di Bradbury, ricco ma allo stesso tempo scorrevole, elegante e poetico come non mai...

    ha scritto il 

Ordina per