Il porto degli spiriti

Voto medio di 429
| 120 contributi totali di cui 116 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In una giornata d’inverno tersa e luminosa, dall’alto del faro di Gåvasten, Anders ammira con la figlia Maja la distesa di mare ai loro piedi. Tutt’intorno solo ghiaccio e biancore abbagliante. Non c’è nulla, se non nuvole di neve ... Continua
Ha scritto il 15/08/17
Lindqvist è sicuramente uno scrittore in grado di creare atmosfera. In questa sua storia di spettri e mare, la caratterizzazione dei personaggi è molto accurata, ma la trama lascia un pò a desiderare. Per quanto "Lasciami Entrare" fosse compatto ..." Continua...
Ha scritto il 29/05/16
Tra alti e bassi ci si avvia verso un finale frettoloso e poco coinvolgente, detta cosi sembrerebbe una bocciatura ma tutto sommato riconosco che si è trattata di una lettura piacevole e con qualche spunto interessante...lo Stephen King di Svezia? ..." Continua...
Ha scritto il 06/11/15
“E noi poveri piccoli esseri umani, con le nostre piccole luci intermittenti. "
E’ una giornata limpida e fredda quella che si staglia sul faro di Gavasten, guardiano dell’isola di Domaro. Anders, un uomo poco più che trentenne, ammira l’immensa distesa d’acqua che si espande sotto i suoi piedi insieme alla ..." Continua...
  • 3 mi piace
Ha scritto il 20/08/15
Il mare è uno: questa l'impressione più forte che mi è rimasta, leggendo queste pagine in mezzo al bosco e in riva al mare. L'inquietudine per qualcosa di profondo, vasto, che sta dentro e fuori di noi contemporaneamente. Il mistero turbante di ..." Continua...
Ha scritto il 03/04/15
Meglio di così sarebbe dura
E' la prima volta che affronto Lindqvist su carta. Avevo visto qualche anno fa lo splendido film «Lasciami entrare» tratto dal suo romanzo più famoso. Ed è diventato amore incondizionato. E' certo che non poteva uscire una schifezza da uno che ..." Continua...

Ha scritto il Aug 20, 2015, 15:23
Simon guardò dalla finestra. La rugiada del mattino faceva brillare i fili d’erba e lui riusciva a vederne ogni singola goccia, riusciva a toccarle a una a una con il pensiero. Nei tronchi degli alberi riusciva a vedere i vasi nascosti, nelle ... Continua...
Ha scritto il May 12, 2013, 18:38
Ci sono in tutti i gruppi. Quelli che ne restano fuori. Forse ci hanno anche provato a farne parte, ma quando si sono resi conto che non era possibile hanno iniziato a coltivare la loro non appartenenza facendoal diventare qualcosa di cui essere ... Continua...
Pag. 222
Ha scritto il May 12, 2013, 18:35
Il mare. E noi poveri piccoli dannati esseri umani, con le nostre piccole luci intermittenti.
Pag. 72
Ha scritto il Mar 31, 2011, 11:24
"Così come un movimento meccanico di un dito può scatenare un nugolo devastante di pallini, un evento che non è durato più di cinque minuti può lasciare traccia per giorni e giorni, per anni e anni. Non sarà mai possibile valutarne fino in ... Continua...
Pag. 138

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi