Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il potere del mito

Intervista di Bill Moyers

By Joseph Campbell,Bill Moyers

(97)

| Paperback | 9788882466312

Like Il potere del mito ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Di racconto in racconto, di leggenda in leggenda, questo libro - sintesi di una lunga intervista televisiva con il giornalista Bill Moyers - espone una visione del mito intimamente legata al quotidiano, cogliendo all'interno della mitologia valori e Continue

Di racconto in racconto, di leggenda in leggenda, questo libro - sintesi di una lunga intervista televisiva con il giornalista Bill Moyers - espone una visione del mito intimamente legata al quotidiano, cogliendo all'interno della mitologia valori e messaggi vivi e attuali. È così che si susseguono tradizioni egizie e greche, racconti ebraici ed indiani, leggende islamiche e pellerossa, narrazioni bibliche e chansons de geste, con ampiezza di riferimenti a personaggi d'ogni tempo: da Re Artù a Martin Luther King, da Don Chisciotte a Luke Skywalker...

25 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Weird at some points.

    I was very curious to know more about Campbell, since he's such an acclaimed author by American screenwriters. I read his "The Hero With A Thousand Faces" and I quite liked it - though a tad confusing, not always easy to follow and I wanted to try wi ...(continue)

    I was very curious to know more about Campbell, since he's such an acclaimed author by American screenwriters. I read his "The Hero With A Thousand Faces" and I quite liked it - though a tad confusing, not always easy to follow and I wanted to try with another book. I found this one not that inspiring as the other. Certainly Campbell is a highly cultivated person and knows very well what he's talking about, however I found some of his statements forced or naive. Most of all, also in this book the red line of the book is blurred.

    Is this helpful?

    Clara Mazzi said on Sep 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le pagine che seguono costituiscono il puntuale resoconto di una lunga conversazione tra Bill Moyers, una delle grandi firme del giornalismo americano, e Joseph Campbell. Parte della conversazione ebbe luogo allo Skywalker Ranch di George Lucas, il c ...(continue)

    Le pagine che seguono costituiscono il puntuale resoconto di una lunga conversazione tra Bill Moyers, una delle grandi firme del giornalismo americano, e Joseph Campbell. Parte della conversazione ebbe luogo allo Skywalker Ranch di George Lucas, il celebre regista e produttore che ha pubblicamente riconosciuto l'enorme influenza degli studi mitologici di Campbell sul suo cinema. "Perché abbiamo bisogno della mitologia?": questa domanda ricorre in varie forme nel testo e ne rappresenta, in un certo senso, il filo conduttore. Campbell non si sottrae al compito di offrire al lettore una risposta chiara ed esauriente. I miti, per lui, non sono soltanto i "resti" del mondo antico che coprono le pareti del nostro sistema interiore di credenze, come i cocci del vasellame rotto in un sito archeologico. I miti, e i rituali che li evocano, riaffiorano puntualmente in molte delle cose della vita di oggi, dalla religione alla guerra, dall'amore alla morte, poiché riposano sulla "continua necessità della psiche umana di trovare un centro fatto di principi profondi". Senza cesure e tuttavia senza contrasti, il grande studioso parla liberamente di tradizioni e racconti egizi e greci, ebraici e indiani, islamici e pellerossa, di narrazioni bibliche e chansons de geste, delle tribù dell'Oceania e di Martin Luther King, della cattedrale di Chartres, di John Wayne, Re Artù e Star Wars, accomunandoli nella sua affabulazione di cantore del potere del mito. (da IBS)

    Is this helpful?

    Brescia. Sistema bibliotecario urbano said on Apr 21, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    算不上是有系統的神話學入門書,但在Edith以外,最容易入手的大概就這本了。講了神話的幾個基本要素和神話在現今仍可能繼續存在的意義

    Is this helpful?

    Jornage29 said on Apr 4, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il potere del mito

    Dai miti classici al mondo dei "pellerossa", fino al mondo attuale.
    Campbell spiega con concetti semplici la natura dell'uomo, le origini del suo pensiero, le credenze religiose, le tradizioni,e molto altro. Molto bello, illuminante.

    Is this helpful?

    PetitGris said on Feb 26, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "L’amore è il punto focale della vita e dato che la vita è dolorosa, anche l’amore lo è. E più forte è l’amore, più forte è il dolore […]. L’amore stesso è dolore. Si potrebbe dire che è il dolore di essere veramente vivi." (p. 250)

    Is this helpful?

    NULLA_DIES_SINE_LINEA said on Feb 20, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un libro senz'altro utile per conoscere una nutrita quantità di racconti mitologici, per apprenderne il significato e per individuare, con una visione d'insieme, il comune denominatore di tutte queste credenze.
    Ciò che non riesco a digerire nei racco ...(continue)

    Un libro senz'altro utile per conoscere una nutrita quantità di racconti mitologici, per apprenderne il significato e per individuare, con una visione d'insieme, il comune denominatore di tutte queste credenze.
    Ciò che non riesco a digerire nei racconti di J.Campbell è questa sua incondizionata accettazione di ognuna di queste storie, il suo abbandono a ciascun messaggio mitico, la sua approvazione verso qualsiasi insegnamento tralasciato dalle religioni primitive.
    Personalmente sto preferendo opere di antropologi (ad es. R. Wright) in grado di analizzare con profondo distacco qualsiasi manifestazione rituale, in maniera obiettiva e senza alcuna partecipazione emotiva.
    Ad un certo punto dell'intervista riportata in questo volume, comincio a preferire le domande dell'intervistatore (mai realmente scomode) piuttosto che le insoddisfacenti (un po' elusive e a volte contrastanti) risposte del celebre studioso.

    Is this helpful?

    Fradiben77 said on Mar 1, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book