Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il potere delle parole e della PNL (Sleight Of Mouth)

I modelli linguistici delle persone che hanno influenzato la storia dell'umanità

Di

Editore: Roberti

4.1
(30)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 328 | Formato: Altri

Isbn-10: 8888612157 | Isbn-13: 9788888612157 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Dorati

Genere: Social Science

Ti piace Il potere delle parole e della PNL (Sleight Of Mouth)?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Il libro è piuttosto interessante: di materiale ce n'è una infinità, pure troppo. Buono che i concetti vengano richiamati più volte ma alla fine del libro si arriva un po' "stremati".

    ha scritto il 

  • 4

    come sostituire al momento opportuno un ma con un anche se possa modificare radicalmente sorti e visione della nostra vita. quattro stelle per l'aura edificante che se ne ricava, sempre gradita. per il resto, di primo acchito, non mi sorprende affatto che non sia riconosciuta alla P ...continua

    come sostituire al momento opportuno un ma con un anche se possa modificare radicalmente sorti e visione della nostra vita. quattro stelle per l'aura edificante che se ne ricava, sempre gradita. per il resto, di primo acchito, non mi sorprende affatto che non sia riconosciuta alla PNL una piena autorità scientifica.

    ha scritto il 

  • 4

    Come banali trucchi sul pensare possono aiutarci a distrigarci nel il nostro caos mentale.
    A volte ci sono cose talmente ovvie che averci non pensato prima sembra inconcepibile.
    Eppure accecati dagli automatismi che ci governano, normalmente non ci poniamo alcun problema sul nostro modo ...continua

    Come banali trucchi sul pensare possono aiutarci a distrigarci nel il nostro caos mentale.
    A volte ci sono cose talmente ovvie che averci non pensato prima sembra inconcepibile.
    Eppure accecati dagli automatismi che ci governano, normalmente non ci poniamo alcun problema sul nostro modo di pensare!

    ha scritto il