Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il predicatore

Di

Editore: Marsilio (Farfalle)

3.7
(1930)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 462 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Tedesco , Inglese , Francese , Svedese , Olandese , Portoghese

Isbn-10: 8831706810 | Isbn-13: 9788831706810 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Cangemi

Disponibile anche come: eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il predicatore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
All'alba di un mattino d'estate, un bambino in cerca di avventure decide di scalare la Gola del Re, una delle tante attrazioni naturali del delizioso paesino di Fjallbäcka, sulla costa occidentale della Svezia. Ma il suo gioco viene bruscamente interrotto dalla scoperta del corpo di una giovane donna che, nuda, lo fissa con gli occhi sbarrati ormai privi di vita. Quando la polizia interviene, scopre che sotto quel corpo ci sono due scheletri. Appartengono a due donne scomparse molti anni prima. Patrik Hedstrom, che presto avrà un bambino da Erica Falck, prende in mano il caso: quando una seconda ragazza sparisce, le sue indagini si concentrano sulla famiglia Hult, un clan di fanatici religiosi e criminali.
Ordina per
  • 3

    Ho fatto un po' fatica a finire questo romanzo e soprattutto fino a 3/4 ho avuto parecchia difficoltà nel distinguere i vari personaggi delle due famiglie protagoniste del romanzo, tanto da non capire i gradi di parentela. Il mistero viene introdotto nelle prime pagine e fino alla fine resta tale ...continua

    Ho fatto un po' fatica a finire questo romanzo e soprattutto fino a 3/4 ho avuto parecchia difficoltà nel distinguere i vari personaggi delle due famiglie protagoniste del romanzo, tanto da non capire i gradi di parentela. Il mistero viene introdotto nelle prime pagine e fino alla fine resta tale, a volte viene quasi messo in secondo piano. Certi passaggi li ho trovati abbastanza lenti e poco importanti per la storia. Non l'ho trovato così avvincente come altri thriller che ho letto. Tutto questo ovviamente fino al finale in cui si inizia a capire chi è il colpevole e cosa è successo veramente. Ho messo 3 stelline solo per il finale scioccante che ti fa capire cosa può causare una mente malata.

    ha scritto il 

  • 5

    Consigliato!!!

    Personalmente ho molto apprezzato questo secondo libro della Lackberg anche se si avverte meno la presenza di Erica, e l’ho divorato un capitolo dopo l'altro tra suspence e adrenalina che verso la fine sono molto sentite. Non vedevo l'ora di capire chi fosse l'assassino (come con la principessa ...continua

    Personalmente ho molto apprezzato questo secondo libro della Lackberg anche se si avverte meno la presenza di Erica, e l’ho divorato un capitolo dopo l'altro tra suspence e adrenalina che verso la fine sono molto sentite. Non vedevo l'ora di capire chi fosse l'assassino (come con la principessa di ghiaccio ho fatto molta fatica a non leggerlo tutto in una volta). Ho apprezzato la descrizione più approfondita dei vari personaggi della centrale di polizia, ognuno con il suo personale modo di lavorare.
    Il giallo è sicuramente più truce, ma il finale lascia davvero a bocca aperta e pur essendoci nella storia un numero piuttosto alto di personaggi ognuno viene descritto alla perfezione e ha la sua parte nella storia.
    Note per così dire negative: l'abitudine di bere grandissime quantità di caffè c'è sempre.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    La prima indagine di Erica Falck e Patrik Hedström

    Forse (ma solo forse) ho preferito il primo; la cosa certa è che è una bella serie.
    Mi piacciano particolarmente le vicende personali dei protagonisti (che sono credibili e umanissimi).
    All’inizio mi sono un po’ stupita, non mi aspettavo:
    1 Erica alle prese con la fine di una gr ...continua

    Forse (ma solo forse) ho preferito il primo; la cosa certa è che è una bella serie.
    Mi piacciano particolarmente le vicende personali dei protagonisti (che sono credibili e umanissimi).
    All’inizio mi sono un po’ stupita, non mi aspettavo:
    1 Erica alle prese con la fine di una gravidanza
    2 Dan divorziato e con baby fidanzata al seguito
    3 Anna lei pure divorziata e con un nuovo compagno (alla fine Lucas è tornato e chissà cosa succederà in futuro)
    La parte thriller è ben congeniata, piena di suspense e colpi di scena. Devo ammettere che alla fine ci sono rimasta male, pensavo che la corsa contro il tempo avesse un altro esito.
    Mi è sembrato quasi di leggere le indagini relative ad un caso che è attualmente di cronaca (ci hanno massacrato le p.. con questa storia; tristemente però, quelle del libro, sono indagini più serie).
    Adoro l’ambientazione e la Läckberg è bravissima a portarti là.
    Nota negativa: i tanti refusi e la pessima formattazione (praticamente inesistente).

    ha scritto il 

  • 4

    L'inizio è parecchio lento rispetto al primo libro però poi invece il libro diventa molto coinvolgente e soprattutto il mistero diventa più e più complicato.
    Tra le righe non è comunque difficile capire il movente dei crimini ma non così facile capire chi è l'uomo nero.

    ha scritto il 

  • 5

    Molto piu' coinvolgente e interessante del primo, mi è piaciuto davvero e trovo la coppia Patrick ed Erica azzeccata.
    Macchiette anche gli altri poliziotti di cui si incomincia a scoprire di piu'.
    Curiosa di leggere il prossimo, non solo per il prossimo delitto ma anche per vedere cos ...continua

    Molto piu' coinvolgente e interessante del primo, mi è piaciuto davvero e trovo la coppia Patrick ed Erica azzeccata.
    Macchiette anche gli altri poliziotti di cui si incomincia a scoprire di piu'.
    Curiosa di leggere il prossimo, non solo per il prossimo delitto ma anche per vedere cosa succede ai vari personaggi secondari.

    ha scritto il 

  • 5

    Decisamente bello

    Decisamente superiore al libro precedente della stessa autrice. Unico appunto è a proposito di un personaggio che ritengo assolutamente inutile ma di cui l'autrice ci racconta le vicissitudini ahimè, penso anche nei libri pubblicati in seguito.

    ha scritto il 

  • 4

    Un vero thriller!

    Secondo appuntamento per i libri di Camilla e questo mi è piaciuto ancor più del primo ("La principessa di ghiaccio").
    Ben fatto, soprattutto non lascia trasparire il finale in nessuna parte del libro e la tensione sale con il passare delle pagine.
    Il bello dei gialli (e un po' per tu ...continua

    Secondo appuntamento per i libri di Camilla e questo mi è piaciuto ancor più del primo ("La principessa di ghiaccio").
    Ben fatto, soprattutto non lascia trasparire il finale in nessuna parte del libro e la tensione sale con il passare delle pagine.
    Il bello dei gialli (e un po' per tutti i libri, per essere sinceri) è che non si capisce come andrà a finire. Se sono troppo prevedibili diventano noiosi.
    Invece questo è veramente coinvolgente e lo si legge con crescente passione.

    ha scritto il 

Ordina per