Ha scritto il 02/03/17
Ingredienti: un pretore in là con gli anni ma ancora irrequieto e attivo, una moglie più giovane apparentemente annoiata e solitaria, un aiutante tanto fidato quanto infido, un figlio (illegittimo) arrivato per caso a scoperchiare pentole in ..." Continua...
Ha scritto il 07/02/17
"La contessa Montfleury non era che una Cazzola"
Godibilissimo, ironico, sagace, dal retrogusto amarognolo e ben scritto, questo racconto di Piero Chiara. Un esempio: "la contessa Montfleury non era che una Cazzola...". Peccato solo per il finale, un po' affrettato, a mio avviso.
Ha scritto il 23/11/16
Del 1973.
Storia divertente, apparentemente futile.
Chiara mi piace, anche se dopo un po' sembra molto simile a se stesso.
Qui, rispetto ad altri libri, giova una maggiore brevità.
Ha scritto il 06/11/16
E che cosa aspettarsi di diverso, da questo Boccaccio del lago Maggiore, se non una storia di letto? Un personaggio perfetto per un Tognazzi e la sua nemesi, questo in due parole. Con il solito gusto della narrazione, l’incedere elegante di chi ..." Continua...
Ha scritto il 28/12/14
Un libro piuttosto divertente e che rivela un Piero Chiara sempre attento ai modi di fare e di essere della gente.

Ha scritto il Jul 11, 2011, 13:43
Com'era stata a vent'anni tornava ad essere a trentotto, senza lo smalto della gioventù, ma col velluto della mezza età.
Pag. 59

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi