Il prezzo della vita

La psicoanalisi e i campi di concentramento nazisti

Voto medio di 30
| 26 contributi totali di cui 6 recensioni , 20 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 14/03/13
Riuscire a mantenere il contatto con la propria Anima anche nel lager. Questa, secondo Bettelheim, la grande dignità dell'uomo, che niente può spezzare.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 14/02/11
il cuore informato
questo il titolo originale bello quanto la soluzione trovata da Adelphi. Ancora non mi so decidere quale tra i due titoli preferisca. Ebbene, l'ho tirato fuori dalla libreria per fare un raffronto tra le cose che dice Bettelheim ed il comportamento ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 04/09/10
Un sacchetto di plastica ha definitivamente avvolto il senso di tutta la sua opera.
  • 3 mi piace
Ha scritto il 01/10/08
Nonostante tutte le critiche che sono state fatte a Bettelheim, questo libro mi è piaciuto molto: trovo che l'analisi delle dinamiche inconsce che si attivano in situazioni estreme di oppressione e di privazione siano veritiere. Penso che il ...Continua
Ha scritto il 15/06/08
Interessante la riflessione sui campi di sterminio nazisti. Lui, Bettelheim è stato un fortunato per l'interessamento e poi l'intervento personale della moglie di Roosvelt è stato fatto uscire dal campo di concentramento.C'è chi contesta tutto ...Continua

Ha scritto il Apr 28, 2012, 11:46
Lo Stato "totale" inventa ogni giorno compiti che ogni cittadino deve eseguire, pena il rischio di venir distrutto. La maggior parte della gente, obbedendo a queste richieste, comincia a odiare il sistema che gliele impone, ma finisce con l'odiare ...Continua
Pag. 259
Ha scritto il Apr 28, 2012, 11:43
[...] un regime fondato sulla coercizione possa disintegrare delle personalità adulte a un grado tale che, in ragione della sola angoscia, esse possano fermamente credere quello che invece riconoscerebbero per falso se l'angoscia permettesse loro ...Continua
Pag. 256
Ha scritto il Apr 28, 2012, 11:40
[...] è precisamente questo orgoglio per per la propria abilità professionale e per il proprio sapere, che non tien conto delle conseguenze morali dell'attività svolta, che è tanto pericoloso. Nella nostra società moderna, nella quale si dà ...Continua
Pag. 229
Ha scritto il Apr 28, 2012, 11:35
[...] quanto più a lungo uno subisce passivamente tanto più probabile è l'eventualità che egli non abbia più la forza di resistere quando la morte diventa imminente, specie se a questo abbandonarsi al nemico si accompagna non un rafforzamento ...Continua
Pag. 224
Ha scritto il Apr 28, 2012, 11:33
Tanto i campi di concentramento quanto i campi di sterminio (con tutto ciò che vi accadeva) erano un'applicazione oltre i limiti della ragione dell'idea del lavoro come mera utilità. Nei campi, infatti, non soltanto il lavoro, ma la personalità ...Continua
Pag. 213
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi