Il prigioniero del cielo

Di

Editore: A. Mondadori (Scrittori italiani e stranieri)

3.9
(3707)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 349 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Catalano , Inglese , Portoghese , Olandese , Tedesco , Chi tradizionale , Francese , Polacco

Isbn-10: 8804620307 | Isbn-13: 9788804620303 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Bruno Arpaia

Disponibile anche come: eBook , Altri , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il prigioniero del cielo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Barcellona, dicembre 1957. Nella libreria dei Sempere entra un individuo misterioso che acquista una preziosa edizione del Conte di Montecristo e la lascia in custodia a Daniel perché la consegni al suo amico Fermin. Il libro porta una dedica inquietante: "Per Fermin Romero de Torres, che è riemerso tra i morti e ha la chiave del futuro", firmato "13". Tra malintesi, imbrogli e minacciosi ricordi dal passato inizia l'indagine di Daniel per decifrare quella dedica enigmatica e capire quali segreti nasconde il suo fedele amico. Prima di potersene rendere conto, il giovane libraio viene catapultato in un passato che lo riguarda da vicino, dove la morte di sua madre Isabella si lega al destino di David Martin, il grande scrittore che dal carcere scrive Il gioco dell'angelo, e a quello del perfido editore Mauricio Valls, una vecchia conoscenza degli anni di carcere di Fermin. Quello che Daniel scoprirà non rimarrà senza effetti sulla sua vita, molte domande rimaste in sospeso avranno una risposta e lui si troverà in mano, inaspettatamente, la possibilità di vendicarsi.
Ordina per
  • 4

    Ne "Il prigioniero del cielo" ho ritrovato Zafon, quello che mi piace, quello che mi prende, quello che mi affascina, quello che mi fa sognare, Ed è stato bello ritrovare Daniel e Fermin, anche se que ...continua

    Ne "Il prigioniero del cielo" ho ritrovato Zafon, quello che mi piace, quello che mi prende, quello che mi affascina, quello che mi fa sognare, Ed è stato bello ritrovare Daniel e Fermin, anche se questo romanzo è la storia di Fermin e di David Martin. E' bello come Zafon sia riuscito a collegare tra loro i tre romanzi e come con questo dia tante risposte a tante domande rimaste insolute precedentemente e tante nuove domande in realtà si affacciano alla mente.
    E' stato un bene leggere i tre romanzi consecutivamente. In questo modo ho potuto godere dei vari intrecci e riferimenti al passato che altrimenti non avrei potuto apprezzare.
    Inutile dire che ho adorato Fermin, in questo romanzo protagonista assoluto, e ho potuto apprezzare David, che non mi era piaciuto granchè ne "il gioco dell'angelo". Daniel è sempre lui, con tutte le sue insicurezze, ma accompagnato dal saggio Fermin, che lo salva n più di un'occasione, riuscirà a fare le scelte giuste.
    Ora non rimane che leggere l'ultimo capitolo "il labirinto degli spiriti". Sono curiosa di sapere che sorprese ci riserverà Zafon.

    ha scritto il 

  • 3

    E' sempre un bel leggere... ritrovare i personaggi già incontrati, specialmente il più affascinante, Firmin, è un piacere. Ecco credo che Zafon incarni soprattutto queste: il piacere della lettura, il ...continua

    E' sempre un bel leggere... ritrovare i personaggi già incontrati, specialmente il più affascinante, Firmin, è un piacere. Ecco credo che Zafon incarni soprattutto queste: il piacere della lettura, il racconto come divertimento e basta. E riesce benissimo a farti entrare nel mondo che ha creato e a fartici rimanere, anche dopo la chiusura del libro.
    E andiamo col quarto...

    ha scritto il 

  • 0

    Consiglio vivamente a chi decide di addentrarsi nella magnifica lettura di questo romanzo di leggere prima "L'ombra del.vento", facente parte della tetralogia del "Cimitero dei libri dimenticati", inf ...continua

    Consiglio vivamente a chi decide di addentrarsi nella magnifica lettura di questo romanzo di leggere prima "L'ombra del.vento", facente parte della tetralogia del "Cimitero dei libri dimenticati", infatti in questo modo la lettura intera non darà adito a dubbi e sarà ancora più scorrevole.

    Vediamo appunto riproposti i personaggi del libro precedente, in un nuovo intreccio, apparentemente più semplice e diretto del precedente, ma che cade come un macigno nella vita del giovane protagonista. Un dettaglio da non dare per scontato, che poi sarà protagonista dell'ultimo libro della tetralogia. Un capolavoro, fra scrittura ineccepibile, lessico padroneggiato senza problemi e trame senza paragoni, che si sviluppano insieme ai personaggi e ai loro caratteri, nonché insieme alle loro vite. Ottimo.

    ha scritto il 

  • 5

    Un romanzo che non fa che confermare la bravura e la profondità di Zafón. Il modo in cui si ricollega agli altri romanzi della saga dei libri dimenticati è assurdo.
    È come una manciata di tasselli, ch ...continua

    Un romanzo che non fa che confermare la bravura e la profondità di Zafón. Il modo in cui si ricollega agli altri romanzi della saga dei libri dimenticati è assurdo.
    È come una manciata di tasselli, che in qualsiasi punto siano collocati, tessono una tela.
    Un capolavoro.

    ha scritto il 

  • 4

    Barcellona e i suoi misteri

    Per quanto risolva un po' i misteri nati con il secondo romanzo, "Il prigioniero del cielo" apre una nuova pagina ricca di enigmi che vengono lasciati irrisolti a fine romanzo. Per il resto nulla di ...continua

    Per quanto risolva un po' i misteri nati con il secondo romanzo, "Il prigioniero del cielo" apre una nuova pagina ricca di enigmi che vengono lasciati irrisolti a fine romanzo. Per il resto nulla di che, sicuramente non confrontabile con i primi due romanzi.

    ha scritto il 

  • 4

    Justo cuando todo empezaba a sonreír, un inquietante personaje visita la librería de Sempere y amenaza con desvelar un terrible secreto que lleva enterrado dos décadas en la oscura memoria de la ciuda ...continua

    Justo cuando todo empezaba a sonreír, un inquietante personaje visita la librería de Sempere y amenaza con desvelar un terrible secreto que lleva enterrado dos décadas en la oscura memoria de la ciudad.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo! Unisce e arricchisce le trame fitte di misteri, amore e amicizia dei due libri precedenti, e lascia ancora molto da raccontare. Finalmente viene raccontata la storia di uno dei miei person ...continua

    Bellissimo! Unisce e arricchisce le trame fitte di misteri, amore e amicizia dei due libri precedenti, e lascia ancora molto da raccontare. Finalmente viene raccontata la storia di uno dei miei personaggi preferiti, Fèrmin.
    In attesa del Il Labirinto degli spiriti, il nuovo libro del Cimitero dei Libri Dimenticati.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi hai diluso!

    L'ombra del vento è, fino ad oggi, il miglior libro che Zafòn abbia mai scritto. Il prequel, Il gioco dell'angelo, bello pure. Se il primo celebrava l'estasi della lettura, il secondo esplorava le ago ...continua

    L'ombra del vento è, fino ad oggi, il miglior libro che Zafòn abbia mai scritto. Il prequel, Il gioco dell'angelo, bello pure. Se il primo celebrava l'estasi della lettura, il secondo esplorava le agonie dello scrittore. Il terzo, ovvero questo, Il Prigioniero del cielo, è il seguito dell'Ombra del vento, dove ritroviamo Daniel Sempere e il mitico Fermìn Romero de Torres, dove assoluto protagonista di questa terza fatica dell'autore è proprio Fermìn e dove scopriremo alcune cose nuove sul suo passato. Che dire, non si può paragonare ai precedenti, mi hai deluso, Zafòn. Molto. Pochi se non nulli colpi di scena. La storia sembra scritta tanto per fare un seguito all'Ombra del vento. Peccato davvero.

    ha scritto il 

  • 3

    "Il prigioniero del cielo" è il terzo capitolo della trilogia dell' "Ombra del vento"; romanzo carino e scorrevole, l'ho finito in un paio di giorni, grazie anche ai capitoli molto brevi che probabilm ...continua

    "Il prigioniero del cielo" è il terzo capitolo della trilogia dell' "Ombra del vento"; romanzo carino e scorrevole, l'ho finito in un paio di giorni, grazie anche ai capitoli molto brevi che probabilmente facilitano la lettura. Non ricordo molto dei romanzi precedenti perchè li ho letti parecchi anni fa, ma mi sembra fossero più avvincenti di questo, soprattutto "L'ombra del vento". Nel "Prigioniero del cielo" non c'è molta azione nonostante i presupposti, e il finale lascia un po' sconcertati, poichè essendo il capitolo finale di una trilogia (almeno da quanto mi risulta) il lettore si aspetta una conclusione soddisfacente. In realtà lascia una porta aperta a un possibile seguito, ma considerando che il libro è stato pubblicato diversi anni fa ormai mi domando se un seguito ci sarà. Ho sentito dire che a breve in Spagna uscirà un nuovo romanzo di Zafòn, non so nulla sulla trama, ma mi auguro che sia proprio l'ultimo capitolo della saga, stavolta quello definitivo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per