Il problema dell'inconscio nella psicologia moderna

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 41
| 20 contributi totali di cui 3 recensioni , 17 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Maurizia
Ha scritto il 25/01/16
A proposito di arte
Il processo creatore è per Jung una sorta di essere vivente piantato nell'animo umano, un'anima parziale dissociata con una vita psichica indipendente, un turbamento del processo cosciente guidato dalla volontà. L'artista non può adattarsi al mondo,...Continua
Enzo
Ha scritto il 17/02/14
Tanti spunti di filosofia, antropologia e sociologia in questa raccolta di conferenze tenute da Jung, ottimo per approcciare il pensiero di uno dei massimi esponenti nell'ambito della conoscenza dell'animo umano e di ciò che alle sue spalle si cela. ...Continua
Dod
Ha scritto il 07/06/10
da La psicologia analitica e l'arte poetica
E' quindi giusto considerare il processo della formazione creatrice come un essere vivente piantato nell'animo dell'uomo. La psicologia analitica lo definisce come 'complesso autonomo', il quale, come anima parziale dissociata, ha una vita psichica i...Continua

Woland23
Ha scritto il Dec 25, 2015, 18:26
Mi si permetta il seguente paragone: noi abbiamo da descrivere un edificio il cui piano superiore fu costruito nel diciannovesimo secolo; il pianterreno invece data dal sedicesimo secolo, mentre lo studio accurato dei muri maestri rivela che essi der...Continua
Pag. 125
Woland23
Ha scritto il Dec 19, 2015, 18:04
Chi conosce il mistero che nasconde ne riceve un danno molto minore che chi, ignorandolo, neppur sa di averlo rimosso dalla sua coscienza
Pag. 6
Woland23
Ha scritto il Dec 19, 2015, 18:01
essere un uomo normale è la cosa più utile e più opportuna che si possa immaginare
Pag. 22
Woland23
Ha scritto il Dec 19, 2015, 18:00
L' incosciente collettivo in condizioni normali non può assolutamente divenire cosciente e quindi non v'è alcuna tecnica analitica che possa farlo ricordare, dato che esso non è ne represso, ne dimenticato
Pag. 48
Davide Giandonato
Ha scritto il Aug 09, 2015, 16:27
Io non sono un filosofo, ma semplicemente un empirico, e in tutte le questioni difficili sono incline a decidere secondo l'esperienza. Dove non c'è una palpabile base empirico preferisco lasciar le questioni senza risposta.
Pag. 256

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi