Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il profumo

Di

Editore: Euroclub

4.1
(20365)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 259 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Portoghese , Tedesco , Catalano , Francese , Giapponese , Russo , Olandese , Polacco , Svedese , Turco , Rumeno , Greco , Indonesiano , Basco , Ungherese , Ceco

Isbn-10: A000027979 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il profumo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Autore:
Suskind, Patrick
Titolo:
Il profumo / Patrick Suskind
Pubblicazione:
Bergamo : Euroclub, 1986
Descrizione fisica:
259 p. ; 23 cm.
Titolo uniforme: Parfum. -
Nomi: Suskind, Patrick
Classificazione: 833.914 - NARRATIVA TEDESCA. 1945-
Paese di pubblicazione:
ITALIA
Lingua di pubblicazione:
italiano
Ordina per
  • 4

    Per tutta la prima metà di questo libro ho fatto fatica a continuare la lettura. Ero piuttosto annoiato, ma c'era qualcosa che mi diceva di procedere. L'autore riesce ad attirare ed affascinare grazie alle descrizioni dei profumi e dei luoghi, piuttosto che catturare l'attenzione con la storia in ...continua

    Per tutta la prima metà di questo libro ho fatto fatica a continuare la lettura. Ero piuttosto annoiato, ma c'era qualcosa che mi diceva di procedere. L'autore riesce ad attirare ed affascinare grazie alle descrizioni dei profumi e dei luoghi, piuttosto che catturare l'attenzione con la storia in sé. La seconda parte, con una conclusione quasi grottesca, si riscatta dal lento procedere ed è il vero motivo per cui, in fondo, ho apprezzato il romanzo.

    ha scritto il 

  • 4

    Più di una persona mi aveva consigliato questo libro parlandone benissimo ma, sinceramente, non mi ha esaltato. La storia non è male : è ambientata nella Francia di inzio '800 e tratta di un uomo con la particolarità di non possedere alcun odore ma di essere bravissimo nel riconoscere e memorizza ...continua

    Più di una persona mi aveva consigliato questo libro parlandone benissimo ma, sinceramente, non mi ha esaltato. La storia non è male : è ambientata nella Francia di inzio '800 e tratta di un uomo con la particolarità di non possedere alcun odore ma di essere bravissimo nel riconoscere e memorizzare gli odori di tutti i tipi; egli sfrutterà tale capacità per diventare un profumiere eccezionale e per perseguire l'ambizioso progetto di creazione un profumo particolarissimo e, per fare ciò, compierà una serie di delitti. Il problema, a mio parere, è che l'autore descrive molto più le parti prive di significato che quelle che, in realtà, costituiscono il cardine della vicenda o, almeno, io avrei preferito attenzioni su tutt'altri argomenti. Il finale, comunque, è stato veramente sorprendente!

    ha scritto il 

  • 4

    Mi è piaciuto molto.
    Mi è piaciuto tantissimo lo stile: avvolgente, suadente, affascinante quasi come un profumo. Le parti descrittive sono meravigliose.
    Mi ha incuriosito il personaggio, definito all'inizio del libro un genio del male. In realtà non lo reputo tale: mi sembra più un i ...continua

    Mi è piaciuto molto.
    Mi è piaciuto tantissimo lo stile: avvolgente, suadente, affascinante quasi come un profumo. Le parti descrittive sono meravigliose.
    Mi ha incuriosito il personaggio, definito all'inizio del libro un genio del male. In realtà non lo reputo tale: mi sembra più un individuo a cui la vita ha negato tanto e che cerca, con mezzi discutibile per carità, di appropriarsene.
    Mi è piaciuta la scena finale della quale non dico nulla per non fare spoiler: mai avrei pensato ad un tal modo.

    ha scritto il 

  • 2

    accidenti....il libro inizia in maniera così appassionante che ti accingi a far nottata per leggerlo fino alla fine e poi....improvvisamente perde il passo, incespisca, s'ammoscia fino quasi a diventar scontato. Che peccato....che peccato.....

    ha scritto il 

  • 3

    Il profumo del male

    Una storia originale e per molti versi orrorrifica, un protagonista che spesso ripugna e che a volte vorrebbe suscitare tenerezza e comprensione, ma non può.
    L'amore, questo sentimento inseguito anche da chi non riesce proprio né a provarlo, né a capirlo. E non esistono elisir e ricette per ...continua

    Una storia originale e per molti versi orrorrifica, un protagonista che spesso ripugna e che a volte vorrebbe suscitare tenerezza e comprensione, ma non può.
    L'amore, questo sentimento inseguito anche da chi non riesce proprio né a provarlo, né a capirlo. E non esistono elisir e ricette per farsi amare, sembra ricordarci l'autore.
    O forse sì?

    ha scritto il 

  • 4

    Inquietante

    Libro strano, decisamente originale sia come storia che come genere. E' un thriller inquietante ma è anche ricco d'amore e di competenze storiche di luoghi e tecniche non indifferente. A parte il finale surreale (per me eccessivamente strano)mi ha conquistata, non riuscivo a staccarmi dalla lettu ...continua

    Libro strano, decisamente originale sia come storia che come genere. E' un thriller inquietante ma è anche ricco d'amore e di competenze storiche di luoghi e tecniche non indifferente. A parte il finale surreale (per me eccessivamente strano)mi ha conquistata, non riuscivo a staccarmi dalla lettura

    ha scritto il 

  • 3

    Libro scorrevole e ben scritto, ricco di dettagli descrittivi come ogni romanzo storico deve essere.
    Ma la quasi mancanza di dialoghi, sia esterni che interni, rendono le pagine piatte senza anima e senza cuore.
    Il protagonista non lo ami ne lo odi.... tutto scorre via.
    Le unich ...continua

    Libro scorrevole e ben scritto, ricco di dettagli descrittivi come ogni romanzo storico deve essere.
    Ma la quasi mancanza di dialoghi, sia esterni che interni, rendono le pagine piatte senza anima e senza cuore.
    Il protagonista non lo ami ne lo odi.... tutto scorre via.
    Le uniche pagine degne di una certa fiamma sono le pagine finali, le stesse pagine che narrano vicende troppo inverosimili , irreali , e surreali. Una sorta di finale col botto per cercare di salvare il salvabile.
    Cambiando senso per me questo libro non è brutto ma insipido, e mi dispiace perché le basi c'erano tutte....

    ha scritto il 

  • 5

    Ho concluso la lettura da qualche mese, e ancora di tanto in tanto la mia mente ne richiama dei particolari. E' un libro assolutamente geniale, che può piacere oppure no, ma che va assolutamente letto, a mio parere.

    ha scritto il 

Ordina per