Il profumo del sud

Di

Editore: Butterfly Edizioni

4.1
(37)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 226 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8897810217 | Isbn-13: 9788897810216 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Il profumo del sud?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Luglio 1858. Un piroscafo prende il largo dal porto di Genova verso il Nuovo Mondo. Sul ponte, Anita vede la terraferma allontanarsi e, con essa, tutto il suo passato: una famiglia alla quale credeva di appartenere, i suoi affetti, una scomoda verità. A condividere il viaggio con lei, la matura Margherita e il suo protetto, il seducente Justin Henderson. Giunti in America, Margherita convince Anita ad essere sua ospite per qualche tempo, nella sua dimora a Montgomery. La ragazza accetta, sicura di dover ripartire al più presto. A farle cambiare idea saranno le bianche colline del Sud e un tormentato amore più forte delle sue paure.All’orizzonte, l’ombra oscura della guerra civile.Linda Bertasi scrive un romanzo che dell’Ottocento ha il sapore, un romanzo nel quale la Storia non è semplice sfondo ma protagonista attiva della vicenda. Narrativamente impeccabile, emotivamente travolgente, Il profumo del sud è una storia di passione: quella per la terra alla quale sentiamo di appartenere e quella per la persona che siamo destinati ad amare
Ordina per
  • 4

    RECENSIONE 'IL PROFUMO DEL SUD' DI LINDA BERTASI

    Titolo: Il profumo del Sud
    Autore: Linda Bertasi
    Pagine: 222
    Prezzo di copertina: € 14,00
    Editore: Butterfly edizioni

    TRAMA

    Luglio 1858. Un piroscafo prende il largo dal porto di Genova verso il Nuovo ...continua

    Titolo: Il profumo del Sud
    Autore: Linda Bertasi
    Pagine: 222
    Prezzo di copertina: € 14,00
    Editore: Butterfly edizioni

    TRAMA

    Luglio 1858. Un piroscafo prende il largo dal porto di Genova verso il Nuovo Mondo. Sul ponte, Anita vede la terraferma allontanarsi e, con essa, tutto il suo passato: una famiglia alla quale credeva di appartenere, i suoi affetti, una scomoda verità. A condividere il viaggio con lei, la matura Margherita e il suo protetto, il seducente Justin Henderson. Giunti in America, Margherita convince Anita ad essere sua ospite per qualche tempo, nella sua dimora a Montgomery. La ragazza accetta, sicura di dover ripartire al più presto. A farle cambiare idea saranno le bianche colline del Sud e un tormentato amore più forte delle sue paure. All’orizzonte, l’ombra oscura della guerra civile.

    QUALIFICA DI MERITO COME ‘AUTORE COMMENDEVOLE’ AL VII PREMIO LETTERARIO EUROPEO ‘MASSA CITTA’ FIABESCA DI MARMO E MARE’
    SECONDA EDIZIONE CON CONTENUTI INEDITI E LA PREFAZIONE DI ADELE VIERI CASTELLANO

    LINK AMAZON

    https://www.amazon.it/profumo-del-sud-Linda-Bertasi/dp/8897810217

    CITAZIONI
    'Preferisco morire da bugiarda, sola, in terra straniera, che in una famiglia che non mi appartiene.'

    LINK BLOG AUTRICE
    http://ilprofumodelsud.blogspot.it/
    http://lindabertasi.blogspot.it/

    BOOKTRAILER

    https://www.youtube.com/watch?v=LpYYP0m0HHs

    BIOGRAFIA AUTRICE

    LINDA BERTASI nasce nel 1978.
    Appassionata di storia e letteratura inglese, collabora con blog letterari, case editrici e web-magazine in qualità di redattrice e articolista.
    Gestisce personalmente il suo blog ufficiale dove da ampio spazio agli emergenti con segnalazioni, interviste e recensioni GRATUITE.
    Nel Gennaio 2010, pubblica il romance contemporaneo “Destino di un amore”, cui fa seguito nel Febbraio 2011 il paranormal-romance “Il rifugio – Un amore senza tempo”che le vale, nel 2012, la Medaglia d’Argento al XXIII Premio Letterario ‘Valle Senio’.
    Nel Maggio 2013, pubblica il romanzo storico sentimentale “Il profumo del sud” che le vale la qualifica con merito di ‘Autore commendevole’ al VII Premio Letterario Europeo ‘Massa città fiabesca’.
    Sempre nel 2013, ha curato diverse prefazioni e dall’ottobre 2014 è membro dell’associazione EWWA in qualità di socia ordinaria.
    Proprietaria di una piccola realtà commerciale nella provincia di Ferrara, vive assieme al marito e alla figlia.

    RECENSIONE

    Il terzo e faticoso lavoro letterario di Linda Bertasi, una delle mie autrici emergenti preferite. Mi ricorda uno dei romanzi storici più famosi e belli della letteratura e del cinema, 'Via col vento'. Sicuramente l'autrice si è ispirata a quel periodo storico e al romanticismo della trama, una trama che le lettrici più appassionate di storie d'amore non possono che amare. Un periodo storico difficile che spesso viene preso poco in considerazione per eventuali romanzi rosa, ma questa scrittrice ha avuto la bravura e il coraggio di documentarsi e regalare ai lettori un'opera che non ha niente da invidiare ai nomi di scrittori più famosi. Il libro è anche impreziosito da un glossario, che alla fine esplica per i più curiosi e interessati, ogni dubbio sulle battaglie e sulle vicende della guerra di secessione. Un romanzo che profuma proprio di 'Sud', uno stile soffice e dolce come le piantagioni di cotone che fanno da sottofondo al romanzo, ma al contempo narra con cruda realtà la verità dell'epoca. Anita Dalmasso, fanciulla di nobili origini e cresciuta negli agi, scopre all'improvviso di essere una figlia illegittima e la sua unica scelta sarà scappare da quella che pensava fosse la sua vera famiglia per dirigersi verso il Nuovo Mondo, nonostante l'imminente scoppio della prima guerra d'indipendenza italiana e il conflitto fra Nordisti e Sudisti in America.
    Due universi altrettanto diversi, ma in profondo pericolo, dove anche lei in lotta con se stessa troverà sotto le mentite spoglie di Isabella Giordano, un futuro in apparenza pieno di speranza e di amore.
    L'amicizia con una proprietaria terriera e la nuova società americana che la vede quasi come una 'straniera', la porteranno a conoscere Justin Henderson, il classico rubacuori dalla chioma bionda e gli occhi chiari.
    Le scene d'amore sono talmente accattivanti e sensuali da creare un chick-lit tipico del periodo che riveste a pennello lo stile di certi generi libreschi.
    L'amore però non sarà tutto per Anita, perché dovrà vedersela con la vicina guerra di secessione e il carattere testardo del suo amato. L'amore disperato e contrastato tra i due affascinerà il lettore in un barcamenarsi di abbandono e ripresa, fino a giungere ad una conclusione tipica e indimenticabile per questo tipo di trama. Vi sarà anche il personaggio di Jones, un industriale dall'apparente freddezza, ma che nasconde un cuore pieno di bontà e pazienza. Egli sarà indispensabile per il futuro della nostra protagonista.
    Un romanzo toccante, avventuroso e storico pervaso da un tocco di romanticismo passionale che fa innamorare ogni lettrice nel verso senso della parola.

    Francesca Ghiribelli

    ha scritto il 

  • 4

    http://ilgustoproibitodellozenzero.blogspot.it/2015/04/il-libro-in-viaggio.html
    Pagine al profumo di fragole e gelsomino sono racchiuse in una copertina dai toni caldi. Un inizio di lettura lento, un ...continua

    http://ilgustoproibitodellozenzero.blogspot.it/2015/04/il-libro-in-viaggio.html
    Pagine al profumo di fragole e gelsomino sono racchiuse in una copertina dai toni caldi. Un inizio di lettura lento, un capitolo alla volta per conoscere a poco a poco i protagonisti fino a quando le pagine hanno iniziato a scorrere una dopo l'altra impedendomi di richiuderle, spinta dal bisogno di sapere cosa sarebbe successo nelle righe successive. Il romanzo è ambientato nell'Ottocento, ci porta dall'Italia al Nuovo Mondo a bordo di un piroscafo, dalla vecchia Anita dagli"occhi scuri e profondi: due perle di inchiostro su una pergamena d'alabastro", in crisi d'identità e quindi in fuga dal suo passato, alla passionale Isabella, carica di un coraggio che le ho invidiato. Si parla di un viaggio della speranza, della nascita di una profonda amicizia tra due donne, ma anche di un grande amore messo alla prova dalla guerra civile, il tutto ambientato in paesaggi pittoreschi fatti di bianche colline. Linda ha uno straordinario modo di scrivere ricco di descrizioni, ma scorrevole e al tempo stesso coinvolgente, in grado di lasciarti con il fiato sospeso quando meno te lo aspetti.

    ha scritto il 

  • 3

    Il filo conduttore di questo libro o meglio il suo protagonista è l’amore.
    Anita è una ragazza italiana che soffre e ha sofferto tanto da decidere di abbandonare la sua casa, la sua terra, per cercare ...continua

    Il filo conduttore di questo libro o meglio il suo protagonista è l’amore.
    Anita è una ragazza italiana che soffre e ha sofferto tanto da decidere di abbandonare la sua casa, la sua terra, per cercare un po’ di fortuna e felicità nel Nuovo mondo in America e il destino vuole che sulla nave incontrerà due persone che faranno poi parte permanentemente nella vita: Margie, una donna tutto pepe che sa il fatto suo e che la porterà con se nel Sud e Justin.
    La storia è ambientata, magistralmente oserei dire, come ho detto nel Sud durante la sanguinosa Guerra Civile, in quel periodo dove c’era ancora lo sfruttamento e il razzismo degli schiavi, trattati peggio degli animali. Infatti ci sono molte scene realiste di questa terribile condizione, anche se devo dire sono “dipinte” con delicatezza ma nello stesso tempo sofferenti e vivide senza cadere nel banale (non so se avete capito qualcosa :s la mia frase risulta un caos) in contrasto con la vivacità e i colori e i profumi tipici di questa terra che sembra quasi di riuscire a vedere tramite le righe.
    Altro punto a favore di questo libro è lo stile della Bertasi. Leggero, coinvolgente emozionante. Ha saputo sfruttare a meglio le situazioni, i colpi di scena, insomma il concerto è ben riuscito, con personaggi ben caratterizzati, i paesaggi vividi… e ora arriviamo al punto “negativo” anche se è più una cosa soggettiva che un difetto reale: l’empatia con i personaggi.
    Partiamo dalla protagonista Amelia/Isabella (Isabella è il nome con cui deciderà di ribattezzarsi nella sua nuova vita) mi è piaciuta a tratti, molto all’inizio, poco alla fine, nel senso che non condivido alcune scelte che fa e il modo di pensare e fare in certe situazioni.
    Maggie anche metà e metà. Mi è piaciuto molto il rapporto che si instaura tra le due. Il suo modo di pensare non schiavista nei confronti delle persone di colore, non mi è piaciuto il suo fare durante il periodo di “scontro” tra lei e Isabella.
    Justin.. bah mi è piaciuto poco all’inizio e nulla subito dopo fino alla fine, tra lui e Isabelle non ho sentito mai un legame profondo e la passione del vero amore. Come posso dire, più che amore mi è sembrato attaccamento per testardaggine, ovvero è più un affetto legato alla testa che al cuore, non saprei come spiegarvi, un capriccio ecco.
    E poi Christopher, che è quello che ho amato in egual misura sempre. Amico fedele e devoto sempre in qualunque situazione, anche quando Isabella lo fa soffrire con le sue scelte con le sue parole, lui è li pronto anche se in certe scene povera me mi pareva più uno zerbino che un uomo.
    I personaggi nonostante siano ottimamente caratterizzati, manca quel pizzico, quel qualcosa che ti fa scattare la scintilla e te li fa entrare nel cuore e nella mente.
    Il finale… beh dovrete scoprirlo da voi anche perché credo fermamente che questo libro vale la pena di essere letto dall’inizio alla fine con una bella copertina in plaid sul divano perché è di più di una semplice storia d’amore :)

    ha scritto il 

  • 0

    Premesso che non amo i romanzi rosa e che invece adoro i romanzi storici... Questo libro mi ha davvero coinvolta!
    La delicata storia d'amore si inserisce con naturalezza nell'epoca della guerra civile ...continua

    Premesso che non amo i romanzi rosa e che invece adoro i romanzi storici... Questo libro mi ha davvero coinvolta!
    La delicata storia d'amore si inserisce con naturalezza nell'epoca della guerra civile americana, ben descritta, senza inutili appesantimenti ma precisa nella ricostruzione. La scrittura fluida e forbita ti coccola con la costruzione di frasi eleganti e ricche di immagini. Il fascino dell'epoca traspare con chiarezza in ogni pagina e ti trasporta in un'epoca di sete fruscianti e modi eleganti facendoti sognare.
    Davvero una piacevolissima lettura!

    ha scritto il 

  • 0

    Questo è uno di quei libri che ti fanno sognare, che ti regalano il sapore delle scene che descrivono, il fruscio delle crinoline, il nitrito dei cavalli al galoppo, il calore della passione...ma non ...continua

    Questo è uno di quei libri che ti fanno sognare, che ti regalano il sapore delle scene che descrivono, il fruscio delle crinoline, il nitrito dei cavalli al galoppo, il calore della passione...ma non è solo l'amore a farla da padrone. Qui ci si lascia trasportare dalla storia -la Storia, signori- in due paesi lontani fra loro eppure in quel frangente entrambi alla ricerca della loro identità: dalla guerra di Indipendenza italiana alla guerra di secessione statunitense, seguiremo una donna coraggiosa e indomita e una serie di personaggi vividi e appassionati, in una scrittura ricca e sapientemente attenta a ogni dettaglio che travolge di pagina in pagina, per una vicenda che non sarà facile dimenticare.

    ha scritto il 

  • 3

    Su un piroscafo diretto verso il nuovo mondo Anita Dalmasso dirà addio al suo passato e al suo stesso nome per assumere quello di Isabella Giordano, qui incontrerà una donna che l’aiuterà a cambiare i ...continua

    Su un piroscafo diretto verso il nuovo mondo Anita Dalmasso dirà addio al suo passato e al suo stesso nome per assumere quello di Isabella Giordano, qui incontrerà una donna che l’aiuterà a cambiare il suo destino ed un uomo che lo segnerà per sempre. Il sud con i suoi campi percorsi dagli schiavi la cui pelle risalta sul bianco del cotone, tra imponenti ville e profumo di fiori di magnolia la sua vita troverà un senso ma lo scoppio della guerra di Secessione con il suo orrore e il suo odio cambieranno nuovamente la sua vita.
    Romance storico autoconclusivo Il profumo del Sud è la storia di una donna in fuga da un passato che rinnega e in cerca del proprio posto nel mondo.

    Lo troverà dopo aver attraversato l'oceano, nelle terre del profondo Sud dell’America dove in mezzo ai campi di cotone emergono le ville dei proprietari terrieri e i raccolti sono affidati alle mani degli schiavi. Isabella, la protagonista, è una donna coraggiosa, indipendente, passionale e determinata, l’intero libro è la storia della sua crescita del percorso compiuto da semplice ragazza di buona famiglia a donna matura e certa dei suoi principi e della sua morale. Non presta orecchio alle chiacchiere che la circondano, al pensare comune, ai problemi e ai segreti che gli altri celano. Segue la sua strada indomita e imperterrita, persegue quello che lei reputa giusto anche se ciò comporta mettersi contro alle persone che ama. La storia d’amore che vive con Justin Henderson, un uomo che tenta di sedurla sul piroscafo, all'inizio preda solo del desiderio, ma successivamente completamente rapito e in balia dei sentimenti che prova verso di lei, è di una modernità sconcertante, forse anche spiazzante essendo ambientata nell’America di fine 1800. Quello che più mi ha colpito è l’utilizzo degli odori, ogni emozione, sensazione, ogni momento importante della vita di Isabella è scandito dai profumi e a volte sembra quasi sentirli lasciandosi trasportare dalle emozioni che essi suscitano.
    La storia comunque non mi ha preso completamente, anche se ben scritta e ricca di particolari, sopratutto quelli storici, che volendo descrivere il momento storico che la protagonista sta vivendo, a volte sembrano buttati lì un pò a caso, un pò forzati nel contesto. Inoltre mi sarebbe piaciuto conoscere di più del passato di Anita, il motivo della sua fuga precipitosa e di quello che effettivamente si è lasciata alle spalle a Torino, invece la sua storia viene solo accennata e nascosta come se fosse una grave vergogna.

    http://stellenelliperuranio.blogspot.it/2014/01/recensione-il-profumo-del-sud-di-linda.html

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo Il rifugio e Destino di un amore, Linda Bertasi torna con un nuovo, coinvolgente romanzo che trasporta indietro nel tempo, per seguire l'evolversi di una storia d'amore intensa e complicata, ma c ...continua

    Dopo Il rifugio e Destino di un amore, Linda Bertasi torna con un nuovo, coinvolgente romanzo che trasporta indietro nel tempo, per seguire l'evolversi di una storia d'amore intensa e complicata, ma che tocca il cuore.
    Il profumo del sud è, forse, il più bello dei romanzi scritti dalla Bertasi, non tanto per...

    Continua su: http://www.librierecensioni.com/libri3/il-profumo-del-sud-linda-bertasi.html

    ha scritto il 

  • 5

    Questo libro ti colpisce già da subito, grazie alla sua bellissima copertina. (Complimenti a Elisabetta Baldan! :P).
    Nel 1858, Anita Dalmasso, contessa di Torino, si imbarca per il Nuovo Mondo dopo a ...continua

    Questo libro ti colpisce già da subito, grazie alla sua bellissima copertina. (Complimenti a Elisabetta Baldan! :P).
    Nel 1858, Anita Dalmasso, contessa di Torino, si imbarca per il Nuovo Mondo dopo aver scoperto una triste verità su di lei e le sue origini. Vuole così ricominciare dall'inizio, costruirsi una nuova vita. E inizia proprio dal nome: infatti quando conosce Margerita Castaldo, una dolce signore che diventerà poi una sua grande amica, e Justin Henderson, misterioso cavaliere che la salva da due uomini con cattive intenzioni, Anita si presenta con il nome di Isabella Giordano. Vediamo subito come ci sia un'attrazione tra Justin e Antina\Isabella. I loro destini sembrano però dividersi una volta arrivati in America: ma, alla fine, tra un fraintendimento e l'altro, tra riavvicinamenti e allontamenti, i due giovani ragazzi cadranno nel vortice dell'amore: un amore bello, magico, seducente, ma anche, purtroppo, tragico. Nella loro favola infatti irrompe la tragica realtà di quel tempo: l'America si sta avviando verso la Guerra di Secessione, il Nord e il Sud si stanno per scontrare e i due non possono rimanere indifferenti a ciò.

    CONTINUA SU
    http://lettoreungransognatore.blogspot.it/2013/07/recensione-il-profumo-del-sud-di-linda.html

    ha scritto il