Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il profumo delle foglie di limone

Di

Editore: Garzanti (Narratori moderni)

3.4
(4522)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 364 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Portoghese

Isbn-10: 8811686628 | Isbn-13: 9788811686620 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Enrica Budetta

Disponibile anche come: eBook , CD audio

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il profumo delle foglie di limone?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Spagna, Costa Blanca. Il sole è ancora molto caldo nonostante sia già settembre inoltrato. Per le strade non c'è nessuno, e l'aria è pervasa da un intenso profumo di limoni che arriva fino al mare. È qui che Sandra, trentenne in crisi, ha cercato rifugio: non ha un lavoro, è in rotta con i genitori, è incinta di un uomo che non è sicura di amare. È confusa e si sente sola, ed è alla disperata ricerca di una bussola per la sua vita. Fino al giorno in cui non incontra occhi comprensivi e gentili: si tratta di Fredrik e Karin Christensen, una coppia di amabili vecchietti. Sono come i nonni che non ha mai avuto. Momento dopo momento, le regalano una tenera amicizia, le presentano persone affascinanti, come Alberto, e la accolgo nella grande villa circondata da splendidi fiori. Un paradiso. Ma in realtà si tratta dell'inferno. Perché Fredrik e Karin sono criminali nazisti. Si sono distinti per la loro ferocia e ora, dietro il loro sguardo pacifico, covano il sogno di ricominciare. Lo sa bene Julian, scampato al campo di concentramento di Mathausen, che da giorni segue i loro movimenti passo dopo passo. Ora, forse, può smascherarli e Sandra è l'unica in grado di aiutarlo. Non è facile convincerla della verità. Eppure, dopo un primo momento di incredulità, la donna comincia a guardarli con occhi diversi. Adesso Sandra l'ha capito: lei e il suo piccolo rischiano molto. Ma non importa. Perché tutti devono sapere. Perché ciò che è successo non cada nell'oblio.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Un libro da supermercato.

    In genere diffido dei best-seller ma questa volta speravo di ricredermi. Sbagliavo.
    TRAMA. Una giovane donna in dolce attesa, nel pieno di una crisi esistenziale, si rifugia in un paesino sul mare nei ...continua

    In genere diffido dei best-seller ma questa volta speravo di ricredermi. Sbagliavo.
    TRAMA. Una giovane donna in dolce attesa, nel pieno di una crisi esistenziale, si rifugia in un paesino sul mare nei pressi di Valencia. Lì incontra due dolci vecchietti, salvo scoprire poco dopo che si tratta di due vecchi criminali nazisti alla ricerca di una tranquilla fine della propria esistenza. Tutto ciò Sandra, questo il nome della giovane donna, lo scopre attraverso Julian, un ottantenne ebreo vittima sopravvissuta all' orrore nazista. Julian è lì per rintracciare i carnefici tedeschi i quali, pare, abbiano costituito una vera e propria comunitá clandestina (la Confraternita) che ha lo scopo di assicurare impunità ai propri membri e allo stesso tempo di consentire agli stessi di vivere serenamente ed il più lungamente possibile. Sandra ben presto entra nelle grazie dei vecchi nazisti e pur essendo a conoscenza della loro reale identità sa che é troppo coinvolta per uscire di scena. Non può che fingere di non sapere. Intanto , da vera infiltrata nella vita della Confraternita, aiuta come può Julian a recuperare quante più informazioni possibili sui criminali. Prenderà avvio così una serie corposa di episodi di spionaggio e controspionaggio fino ad un insolito epilogo.
    OPINIONE. La cosa che più irrita di questo romanzo è l'ardire dell'autrice di strumentalizzare in maniera così banale e sfacciata il dramma dell'olocausto.
    Tre quarti delle azioni che si verificano durante il racconto sono del tutto inverosimili. La psicologia dei personaggi senza alcuna coerenza. Veterani nazisti, seguendo il racconto, si farebbero prendere per i fondelli quotidianamente da un ottuagenario debilitato e da una donna incinta. Entrambi i due personaggi mentre in un momento sono descritti privi di forza fisica (l'uno per l'età avanzata, l'altra per lo stato di donna gravida) in un altro si cimentano invece in scenette degne del migliore James Bond.
    E dulcis in fundo, quando finalmente, dopo oltre duecento pagine di spiate reciproche, sono faccia a faccia l'ebreo Julian e il più feroce dei pazzi nazisti cosa succede? Una chiacchierata di poche battute al ristorante e poi ognuno per la sua strada; l'uno, la strada della vittima, l'altro, quella del carnefice.
    Ultime pagine da ridere, con l'ottantenne Julian che si rinchiude in un ospizio ammaliato dalle bocce della tardona direttrice Pilar.
    È un libro che non stimola alcuna seria riflessione a dispetto dei temi delicati che si propone di affrontare: la shoah , la vendetta, il ricordo, il dolore.
    L'olocausto é solo un pretesto nelle mani della Sanchez per scrivere una storia sciatta senza alcuno spessore.
    Un libro da supermercato.
    PS da segnalare la geniale trovata pubblicitaria della Garzanti che ha tradotto l'originale titolo del romanzo 'Lo que esconde tu nombre' (Quello che cela il tuo nome) in 'Il profumo delle foglie di limone'. Mi sa che alla Garzanti hanno fatto altro uso delle foglie di limone....

    ha scritto il 

  • 1

    Una idea di base ottima sfruttata malissimo, questa è la mia impressione. Insomma la storia inizia bene ed è intrigante, per le prime 50 pagine e poi si risolve con un niente! Se questo è il grande ...continua

    Una idea di base ottima sfruttata malissimo, questa è la mia impressione. Insomma la storia inizia bene ed è intrigante, per le prime 50 pagine e poi si risolve con un niente! Se questo è il grande capolavoro della scrittrice penso che non leggerò più nulla di suo...e pensare che l'autrice è stata pure minacciata da gruppi neonazisti per questo, bhe mi vien ancor più da dire quanto siano stupidi:D

    ha scritto il 

  • 0

    molto bello

    Veramente molto bello e accattivante sul post nazismo...la trama e' bella a volte troppo incentrata sui problemi della ragazza ma mi e'piaciuta la storia di questa coppia di anziani all inizio innocen ...continua

    Veramente molto bello e accattivante sul post nazismo...la trama e' bella a volte troppo incentrata sui problemi della ragazza ma mi e'piaciuta la storia di questa coppia di anziani all inizio innocente poi in realtà colpevole e alla fine il nervoso e la rabbia mi hanno sopraffatta....tanti non hanno pagato per i crimini commessi e questo libro te lo sbatte in faccia come realtà crudele....bello bellissimo ma non ho il coraggio di leggere i successivi perché sembrano inutili rispetto a questo

    ha scritto il 

  • 3

    Per quanto lo stile della Sanchez sia fresco e leggero, di facile lettura e molto adatto ad impressionare il lettore, c’è qualche problema nella narrazione.In generale il racconto è molto ricco e ben ...continua

    Per quanto lo stile della Sanchez sia fresco e leggero, di facile lettura e molto adatto ad impressionare il lettore, c’è qualche problema nella narrazione.In generale il racconto è molto ricco e ben strutturato, con una buona base storica. Purtroppo la lentezza di alcuni passaggi narrativi e temporali non gioca a suo favore.

    Una lettura consigliata per chi vuole qualcosa di interessante ma senza troppo impegno. Avendo risvegliato il dubbio fondato che alcuni membri della “vecchia guardia nazista” siano ancora là fuori, da qualche parte, ci si spiega perché abbia suscitato tanto scalpore.
    https://glispaccialezzioni.wordpress.com/2015/06/18/recensione-a-il-profumo-delle-foglie-di-limone-di-clara-sanchez/

    ha scritto il 

  • 1

    che barba, che noia...

    Difficilmente non concludo un libro, ma con questo ci sono andata vicino. Trama potenzialmente ben congegnata ma di fatto inconsistente, dialoghi assurdi, personaggi mal delineati...
    Potessi dare un ...continua

    Difficilmente non concludo un libro, ma con questo ci sono andata vicino. Trama potenzialmente ben congegnata ma di fatto inconsistente, dialoghi assurdi, personaggi mal delineati...
    Potessi dare un voto negativo lo darei. Davvero non ci siamo.

    ha scritto il 

  • 2

    Mmh.. ma sto profumo? E sti limoni? - 2.5 stelle.

    Recensione completa disponibile qui -> http://lionessroaring89.blogspot.it/2015/05/recensione-16-il-profumo-delle-foglie.html

    Un libro su cui avevo aspettative molto alte, ma che si è rivelato mediocr ...continua

    Recensione completa disponibile qui -> http://lionessroaring89.blogspot.it/2015/05/recensione-16-il-profumo-delle-foglie.html

    Un libro su cui avevo aspettative molto alte, ma che si è rivelato mediocre. Penso che avrebbe potuto sfoggiare un gran potenziale, ma è stato sfruttato male. Ho letto di peggio, sì, ma questo libro mi ha comunque un po' deluso.

    ha scritto il 

  • 4

    Primo romanzo che ho letto della scrittrice, ho amato e odiato alcuni personaggi del romanzo, lo consiglio sopratutto per la ben descrizione dei luoghi e per il toccante argomento.

    ha scritto il 

  • 5

    stupendo!

    ho adorato questo romanzo! ambientazioni fantastiche , nella spagna moderna sulle coste di questo meraviglioso paese! le storie di Sandra e Julian si incrociano per pura casualità! non voglio spolleri ...continua

    ho adorato questo romanzo! ambientazioni fantastiche , nella spagna moderna sulle coste di questo meraviglioso paese! le storie di Sandra e Julian si incrociano per pura casualità! non voglio spolleriare ma è veramente magnifico! dopo averlo letto ho comprato le altre opere dell'autrice

    ha scritto il 

  • 1

    Sono molto molto delusa, se avessi letto prima le recensioni degli anobiani mi sarei risparmiata questo acquisto e il tempo perso dietro a questa storia. Mi sorprende il successo di un romanzo che ho ...continua

    Sono molto molto delusa, se avessi letto prima le recensioni degli anobiani mi sarei risparmiata questo acquisto e il tempo perso dietro a questa storia. Mi sorprende il successo di un romanzo che ho trovato oltremodo noioso...praticamente non succede niente, un solo colpo di scena sul finale, ma a quel punto ero talmente annichilita e desideresa di concludere che non aveva più alcun senso, e il finale è privato di una qualsiasi soluzione. Ma che senso ha?!
    La scrittura, poi, è di una semplicità e banalità che sorprende. E' evidente che ho chiuso con la Sanchez.

    ha scritto il 

Ordina per