Il punto

Di

Editore: Ape Junior

4.5
(58)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 32 | Formato: Altri

Isbn-10: 8888883169 | Isbn-13: 9788888883168 | Data di pubblicazione: 

Genere: Bambini , Educazione & Insegnamento

Ti piace Il punto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
" Fai un punto, un semplice punto e poi guarda dove ti conduce". Vashti dice di non saper disegnare. La sua maestra invece non la pensa così. Lei sa che c'è un impulso creativo in ognuno di noi, e dove c'è un punto c'è un inizio. Età di lettura: da 3 anni.
Ordina per
  • 4

    C’era un punto e domenica è morto Mario Lodi.

    Ci sono certi insegnanti che non si scoraggiano della frustrazione dei propri alunni, ci sono insegnanti che vedono delle capacità anche in un foglio bianco, ci sono insegnanti che ti gettano con entu ...continua

    Ci sono certi insegnanti che non si scoraggiano della frustrazione dei propri alunni, ci sono insegnanti che vedono delle capacità anche in un foglio bianco, ci sono insegnanti che ti gettano con entusiasmo nella vita o che invitano a «lasciare la propria impronta».
    Continua su http://scaffalebasso.it/post/78433281625/cera-un-punto-e-domenica-e-morto-mario-lodi-ci

    ha scritto il 

  • 4

    un punto solo...

    già è l'inizio che conta... non quello che c'è prima neppure quello che c'è dopo, quello prima del segno no, quello dopo nemmanco, il primo è l'idea, il LA, il SI PARTE oltre la linea del NON SO ...continua

    già è l'inizio che conta... non quello che c'è prima neppure quello che c'è dopo, quello prima del segno no, quello dopo nemmanco, il primo è l'idea, il LA, il SI PARTE oltre la linea del NON SO

    ha scritto il 

  • 4

    Sopra i tre anni. Perché non arrendersi alle difficoltà e avere fiducia nelle proprie possibilità. Imparare a disegnare partendo da un semplice punto e con l'aumentare della porpria autostima arrivare ...continua

    Sopra i tre anni. Perché non arrendersi alle difficoltà e avere fiducia nelle proprie possibilità. Imparare a disegnare partendo da un semplice punto e con l'aumentare della porpria autostima arrivare a esporre le proprie "opere" in una mostra.

    ha scritto il 

  • 4

    preso in biblioteca

    E' un tema che si ripropone spesso, in Peter H. Reynolds, quello del credere in sè stessi e della presenza "universale" della creatività artistica.
    Amo molto i suoi disegni, anche se a lungo andare po ...continua

    E' un tema che si ripropone spesso, in Peter H. Reynolds, quello del credere in sè stessi e della presenza "universale" della creatività artistica.
    Amo molto i suoi disegni, anche se a lungo andare possono risultare (come anche le sue storie..) un po' ripetitivi.
    Questo però è stato il primo libro suo che ho letto e mi era piaciuto parecchio.
    Di certo utile agli insegnanti di educazione artistica delle elementari!

    ha scritto il 

  • 5

    dove c'è un punto c'è un inizio

    la semplicità e l'immediatezza di un libro per bambini che però riesce a far vedere le cose da una prospettiva costruttiva anche un adulto. Consigliabile a chi attraversa un momento di difficoltà per ...continua

    la semplicità e l'immediatezza di un libro per bambini che però riesce a far vedere le cose da una prospettiva costruttiva anche un adulto. Consigliabile a chi attraversa un momento di difficoltà per trovare una partenza laddove sembrano esserci solo vicoli ciechi.

    ha scritto il 

  • 5

    Talents scouting

    In tempi di Grande Fratello, Isola dei famosi e non, Amici di Maria e X Factor, in tempi in cui non tutti hanno tutti i talenti ma vogliono farci credere il contrario, questa è una lettura semplice, p ...continua

    In tempi di Grande Fratello, Isola dei famosi e non, Amici di Maria e X Factor, in tempi in cui non tutti hanno tutti i talenti ma vogliono farci credere il contrario, questa è una lettura semplice, per bambini, che ci spinge a dare il meglio di noi e a mettere a frutto quello che sappiamo fare e che siamo, non quello che millantiamo. Una ricerca della nostra autenticità e del nostro talento profondo, senza gelosia o arroccamenti, senza presunzione o vanteria, rimanendo aperti e disponibili con chi un percorso di scoperta di sé deve ancora intraprenderlo.

    ha scritto il