Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il racconto dell'isola sconosciuta

Di

Editore: Einaudi

4.0
(1192)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 29 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Giapponese

Isbn-10: 8806166514 | Isbn-13: 9788806166519 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il racconto dell'isola sconosciuta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'isola sconosciuta è un luogo mobile che appare e scompare sulle carte dellafantasia ma sta ben saldo nel cuore di ognuno di noi. L'autore di "L'anno della morte di Ricardo Reis", "La zattera di pietra", "Cecità", "Tutti i nomi", "L'uomo duplicato", e tanti altre opere che gli hanno valso il premio Nobel per la letteratura, offre in questo volume una favola d'amore scritta nel 1998.
Ordina per
  • 5

    “Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei…”
    Ogni uomo è un’isola sconosciuta. Finché quest’isola sconosciuta prende il mare, alla ricerca di se stessa.
    Un viaggio che riserva molte sorprese. ...continua

    “Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei…”
    Ogni uomo è un’isola sconosciuta. Finché quest’isola sconosciuta prende il mare, alla ricerca di se stessa.
    Un viaggio che riserva molte sorprese. Un viaggio dove il sogno è potente e reale. E non importa se sei a babordo o a tribordo, puoi persino svegliarti e trovare un’ombra accanto alla tua.
    Poche pagine che portano dal sorriso alla poesia più delicata e pura.
    Grazie José. Come sempre le tue parole non sono solo ciò che sembrano.

    ha scritto il 

  • 4

    breve ma intenso

    Si legge in pochissimo tempo. Lo stile di Saramago, privo di punteggiatura, rende la lettura molto veloce, forse fin troppo rapida a volte. Un racconto molto suggestivo e che mi ha colpito fin dal tit ...continua

    Si legge in pochissimo tempo. Lo stile di Saramago, privo di punteggiatura, rende la lettura molto veloce, forse fin troppo rapida a volte. Un racconto molto suggestivo e che mi ha colpito fin dal titolo. Molto breve ma che ti coinvolge. Unico difetto, lascia un po' "sospesi"...

    ha scritto il 

  • 4

    ...voglio trovare l'isola sconosciuta, voglio sapere chi sono quando ci sarò...
    Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei...
    ...ogni uomo è un'isola...
    ...bisogna allontanarsi dall'isola per v ...continua

    ...voglio trovare l'isola sconosciuta, voglio sapere chi sono quando ci sarò...
    Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei...
    ...ogni uomo è un'isola...
    ...bisogna allontanarsi dall'isola per vedere l'isola, e non ci vediamo se non ci allontaniamo da noi...

    Ognuno di noi è un'isola sconosciuta ...forse anche più d'una......e dovremmo andare a cercarle tutte...sospinti dal vento e guidati dai nostri sogni...

    ha scritto il 

  • 5

    Un uomo chiese al re una barca.
    Per andar dove?, gli domandò il sovrano
    In mare, sire, a cercare un'isola.
    Quale isola?, replicò stupito lui
    Quella che ancora nessuno conosce.
    Ma non c'è traccia di is ...continua

    Un uomo chiese al re una barca.
    Per andar dove?, gli domandò il sovrano
    In mare, sire, a cercare un'isola.
    Quale isola?, replicò stupito lui
    Quella che ancora nessuno conosce.
    Ma non c'è traccia di isole sconosciute nei nostri atlanti e nessuno tra i cartografi di Palazzo ne sa niente, si oppose fermamente il re.
    Naturalmente, mio signore, nessuno la conosce ancora l'isola che vado cercando.

    Questa è in breve la trama di O Conto da Ilha Desconhecida; una storia bizzarra, immaginifica, al solito di Saramago, che delle volte ama prendere il largo, magari a bordo di una Zattera di pietra.

    Leggo queste poche pagine e non posso non domandarmi cosa accadrebbe se fossimo davvero capaci di trovare dentro di noi il coraggio per cercarla quell'isola che nessuno ha mai recensito. Non sarebbe forse bellissimo smetterla di incidersi nella carne un limite che non è mai un fatto disceso dal cielo, ma troppo spesso solo un figlio degenere di Convenzione e Opportunità?
    L'isola sconosciuta? Non esiste, non c'è sugli atlanti, dicono gli uomini senza coraggio e fantasia.
    Per forza, si vorrebbe replicare. Deve per forza essere così, non può essere altrimenti. Non la si può certo trovar lì, tra le pagine di un libro già tracciata, un'isola su cui nessuno è mai stato.
    Sciocchi e ciechi che non siamo altro, è sconosciuta la terra verso cui vale la pena tendere: la geografia ancora non attribuisce un nome a questo luogo che è possibilità, forza di fantasia, scatto d'intelletto, volontà.
    Ecco, ci voleva Saramago con la sua quinta elementare, la sua età vetusta e la sua libertà, per creare un vestito fatto di parole alle altrettanto visionarie Isole Portatili di Savinio.

    http://www.palazzostrozzi.org/mediacenter/AlbertoSavinio_L_isola_degli_incantesimi_100222030914.jpg

    ha scritto il 

  • 4

    "Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei."

    Quanto poco conosciamo noi stessi, quanto poco conosciamo della vita...
    José Saràmago in questo brevissimo racconto ci narra la storia di un uomo misterioso che, un giorno, decide di realizzare il suo ...continua

    Quanto poco conosciamo noi stessi, quanto poco conosciamo della vita...
    José Saràmago in questo brevissimo racconto ci narra la storia di un uomo misterioso che, un giorno, decide di realizzare il suo desiderio piu' grande, quello di esplorare un'isola sconosciuta.
    Chiede quindi aiuto al suo re affinche' gli procuri una barca per realizzare questo suo sogno.
    Sembra un racconto banale, ma in realta' non e' cosi', Saramago da' vita a una storia onirica, fiabesca, surreale, disincantata, una storia che ricorda molto quelle meravigliose descritte da Italo Calvino.
    Ovviamente tutto e' metaforico, il sogno dell'uomo, il re che rappresenta il potere, la navigazione verso mari inesplorati che rappresentano la voglia di evadere tipica dell'essere umano, la voglia di esplorare nuovi orizzonti, la donna che rappresenta la gioia, l'amore...
    Un racconto bellissimo, una dolce favola che lascia alla fine un piccolo sorriso sulle labbra e un grande segno indelebile nel cuore.
    Straordinario Saramago, ancora una volta autore di un'opera immensa.

    ha scritto il 

  • 3

    In mezz'ora

    E' una storia piccola piccola piccola, ma mi ha sorpreso per la "riconoscibilità" dello stile unico di Saramago, dopo anni e anni che non lo leggevo più.
    Insomma, l'ambientazione (le terre incognite, ...continua

    E' una storia piccola piccola piccola, ma mi ha sorpreso per la "riconoscibilità" dello stile unico di Saramago, dopo anni e anni che non lo leggevo più.
    Insomma, l'ambientazione (le terre incognite, una nave sgangherata) mi erano molto congeniali, ma poi lo svolgimento della trama si rivela fin troppo conciso.
    Piacevolissimo e da strappare un moto di gioia, comunque, quel riconoscere un autore molto amato.

    (ebook)

    ha scritto il 

  • 4

    Non volete venire con me a vedere dall'interno la vostra barca, Avete detto che era vostra, Scusate, è stato solo perché mi piaceva, Piacere è probabilmente il miglior modo di possedere, possedere de ...continua

    Non volete venire con me a vedere dall'interno la vostra barca, Avete detto che era vostra, Scusate, è stato solo perché mi piaceva, Piacere è probabilmente il miglior modo di possedere, possedere dev'essere il peggior modo di piacere.

    ha scritto il 

Ordina per