Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il raffreddore di Amos Perbacco

Di ,

Editore: Babalibri

4.8
(27)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 40 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8883622480 | Isbn-13: 9788883622489 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: C. Brambilla

Genere: Children , Fiction & Literature

Ti piace Il raffreddore di Amos Perbacco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Amos Perbacco, un guardiano dello zoo dal cuore gentile, trova sempre il tempo per una visita ai suoi amici: un giorno però... Etciù! Etciù! Amos si sveglia con il naso che cola, la tosse e i brividi. Proprio non se la sente di andare a lavorare, eppure riuscirà lo stesso a vedere i suoi amici.
Ordina per
  • 0

    Concorso Microeditoria di Qualità 2012

    SEGNALAZIONE e MARCHIO DI QUALITA' CATEGORIA BAMBINI-RAGAZZI


    Dolcissima storia dell’aiuto e rispetto reciproco, sfodera una grafica eccezionale imperniata sui tratti delicati e tondeggianti e sulle tinte pastello che forse stimolano i bambini ad uno sguardo attento e paziente, anche per l ...continua

    SEGNALAZIONE e MARCHIO DI QUALITA' CATEGORIA BAMBINI-RAGAZZI

    Dolcissima storia dell’aiuto e rispetto reciproco, sfodera una grafica eccezionale imperniata sui tratti delicati e tondeggianti e sulle tinte pastello che forse stimolano i bambini ad uno sguardo attento e paziente, anche per la ricerca dei particolari ( i calzini del pinguino, l’incontro sotto il letto dell’uccellino e del topo). Molto apprezzabile la scelta di non umanizzare gli animali, anzi di valorizzare le loro diverse caratteristiche in funzione della tematica: la difficile conciliazione fra vita personale e lavorativa.

    Il commento è una sintesi delle valutazioni effettuate dai lettori della Rete Bibliotecaria Bresciana e dalla Giuria del Premio di Qualità nell’ambito della X Rassegna di Microeditoria Italiana, 9-11 novembre 2012, Chiari (Bs)

    ha scritto il 

  • 5

    preso in biblioteca

    Piccola storia sulla reciprocità e l'amicizia, accompagnata da illustrazioni eccellenti: mi sono persa in più di una tavola ad ammirare i dettagli. Se il mercato editoriale per bambini e ragazzi fosse tutto a questo livello...

    ha scritto il 

  • 5

    Vedi alla voce delicatezza

    Io le ammiro case editrici come questa. Che sanno fare ancora questo mestiere puntando davvero sull'altissima qualità senza sottomettersi alle logiche di mercato. Vorrei conoscere chi vi lavora e chi prende le decisioni, e stringere loro la mano.
    Perchè io sono convinta che belle storie e bravi ...continua

    Io le ammiro case editrici come questa. Che sanno fare ancora questo mestiere puntando davvero sull'altissima qualità senza sottomettersi alle logiche di mercato. Vorrei conoscere chi vi lavora e chi prende le decisioni, e stringere loro la mano. Perchè io sono convinta che belle storie e bravi illustratori davvero ci siano in giro, ma il più delle volte non c'è nessuno che li faccia lavorare. Amos Perbacco è dolce e delicato, è l'uomo che vorresti incontrare ogni mattina e col quale scambiare saluti e parole. Amos Perbacco è davvero quel genere di uomini che se una mattina non lo vedi ti preoccupi e lo vai a cercare a casa. Il libro, tutto, è di una raffinatezza rara. Illustrazioni poco convenzionali, e ci staresti davanti all'infinito perchè non finiscono mai i particolari e le finezze da notare. Ora io mi chiedo: cosa c'è di più grande della capacità di toccare a fondo, di emozionare, servendosi di delicatezza e semplicità?

    ha scritto il 

  • 5

    Il raffreddore di Amos Perbacco

    Cito la recensione di Anna (che fu Hanachan): "Se non ho pianto è solo perché ero al lavoro".
    Aggiungo: io non ero al lavoro. Traete voi le conclusioni.
    Tenero e bellissimo.


    ps. per scoprire come è stato realizzato, faccenda che mi lascia basita, guardate qui: http://www.youtube.com ...continua

    Cito la recensione di Anna (che fu Hanachan): "Se non ho pianto è solo perché ero al lavoro". Aggiungo: io non ero al lavoro. Traete voi le conclusioni. Tenero e bellissimo.

    ps. per scoprire come è stato realizzato, faccenda che mi lascia basita, guardate qui: http://www.youtube.com/watch?v=3TuHyU-onkc&feature=player_embedded

    ha scritto il 

  • 5

    Splendida nuova uscita della Babalibri (un nome una garanzia!). Le illustrazioni sono molto raffinate e la storia é tenera e commovente, sulla reciprocità dell'amicizia.

    ha scritto il