Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il ramo d'oro

Di

Editore: Newton

4.2
(273)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 816 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: A000058113 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Nicoletta Rosati Bizzotto

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Non-fiction , Religion & Spirituality

Ti piace Il ramo d'oro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    "quando chiamiamo Cerere il grano e Bacco il vino" dice Cicerone, "usiamo un modo di dire; ma credete forse che qualcuno sia tanto pazzo da credere di nutrirsi di un dio?"
    libro che meriterebbe 5/5, m ...continua

    "quando chiamiamo Cerere il grano e Bacco il vino" dice Cicerone, "usiamo un modo di dire; ma credete forse che qualcuno sia tanto pazzo da credere di nutrirsi di un dio?"
    libro che meriterebbe 5/5, ma ci sono infinite ripetizioni!
    non ci ho visto l'"ideologia di supremazia della cultura occidentale", come leggo nelle recensioni. in quegli anni credo sarebbe stato davvero facile distinguere il pensiero di Frazer dalle "vere" ideologie... ricordiamoci che era il periodo del colonialismo, dell'eugenetica, del razzismo...

    ha scritto il 

  • 3

    Molti esempi, pochi concetti

    Direi che il titolo spiega tutto...
    Un libro buono come raccolta di aneddoti ed esempi (molti smentiti), ma poco altro. Manca la motivazione di fondo, una spiegazione più organica.
    Ovviamente è un lib ...continua

    Direi che il titolo spiega tutto...
    Un libro buono come raccolta di aneddoti ed esempi (molti smentiti), ma poco altro. Manca la motivazione di fondo, una spiegazione più organica.
    Ovviamente è un libro che ha i suoi anni, e comincio a pensare che li porti abbastanza male!

    ha scritto il 

  • 4

    Ponderoso (e oneroso) viaggio alle origini del rapporto dell'uomo con i mutevoli elementi atmosferici, con le stagioni, i cambiamenti siderali e soprattutto con la caducita' dell'esistenza e con la mo ...continua

    Ponderoso (e oneroso) viaggio alle origini del rapporto dell'uomo con i mutevoli elementi atmosferici, con le stagioni, i cambiamenti siderali e soprattutto con la caducita' dell'esistenza e con la morte. La magia e le religioni primordiali viste quindi come sistemi differenti, ma in parte contigui, per sfuggire all'ineluttabile destino di precarieta' terrena e tempo stesso per una benevola azione propiziatoria. Il libro e' ben scritto. Pieno di divagazioni spesso fuorvianti, ma generalmente interessanti, e, al netto dell'ovviamente diminuita attendibilita' scientifica (sono passati piu' di cento anni dalla stesura), e' senza dubbio una lettura appagante. L'unica nota negativa (e qui commetto anch'io peccato di destoricizzazione) il tono a volte irritante e sprezzante usato dall'autore per le culture "altre": barbare, arretrate, credulone, primitive, rispetto "ovviamente" alla evoluta civilta' occidentale.

    ha scritto il 

  • 5

    Scoperta degli anni universitari, questo libro (di cui oggi è sport diffuso sottolineare tutte le pecche e le manchevolezze metodologiche) è stato un'esaltante esperienza dell'approccio comparativo, e ...continua

    Scoperta degli anni universitari, questo libro (di cui oggi è sport diffuso sottolineare tutte le pecche e le manchevolezze metodologiche) è stato un'esaltante esperienza dell'approccio comparativo, e in definitiva (oltre a una piacevolissima lettura) una chiave per aprire la mente a un più ampia comprensione delle organizzazioni sociali umane e delle loro credenze.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Non recensisco il libro...

    recensisco l'autore..

    Chiaramente , per Frazer, divagare e perdersi in elenchi sterminati di esempi vari non è un problema....

    Alla lunga però... l'è dura!

    Cmq argomento interessante trattato divagant ...continua

    recensisco l'autore..

    Chiaramente , per Frazer, divagare e perdersi in elenchi sterminati di esempi vari non è un problema....

    Alla lunga però... l'è dura!

    Cmq argomento interessante trattato divaganto per il mondo intero.

    E quando arriva alla fine, bè, se uno ha letto tutto, ci si arriva facilmente via... il colpevole è lui! Il maggiordomo!

    ha scritto il 

  • 3

    Sono a pagina 100. Certo il libro non invoglia a farsi leggere.

    Soprattutto perche' se leggete l'introduzione, in breve, vi viene detto che Frazer ha forzato la mano dove gli occorreva e che il libro ...continua

    Sono a pagina 100. Certo il libro non invoglia a farsi leggere.

    Soprattutto perche' se leggete l'introduzione, in breve, vi viene detto che Frazer ha forzato la mano dove gli occorreva e che il libro non e' proprio 100% attendibile e che, anzi, e' stato rimpiazzato da parecchi altri testi. Dopo aver letto cio', mi sono fermata a chiedermi perche' sto leggendo una cosa che e' tutta sbagliata. Tuttora non lo so. Ed e' per questo che, per adesso, mollo qui. Li mortacci sua. 25.10.2010

    ha scritto il 

  • 0

    In seconda superiore, colta da fulminante amore per l'antropologia, feci una ricerca di geografia utilizzando "Il ramo d'oro" come fonte. La prof.ssa non fece una piega e io continuai a credere, per a ...continua

    In seconda superiore, colta da fulminante amore per l'antropologia, feci una ricerca di geografia utilizzando "Il ramo d'oro" come fonte. La prof.ssa non fece una piega e io continuai a credere, per anni, che fosse tutto vero...

    ha scritto il