Il ramo d'oro

Voto medio di 256
| 29 contributi totali di cui 16 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 12/09/16
dopo lo strutturalismo (che pure ha avuto i suoi begli eccessi, ma non è passato invano) si fa davvero tanta fatica a leggere un libro così, mattonazzo che affastella uno dopo l'altro exempla ricavati dai contesti storico-geografico-culturali più ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 06/07/16
E' ottimo per la consultazione, malgrado abbia già superato i cent'anni, perchè contiene un mucchio di esempi: è un mattone se si prova a leggerlo tutto di seguito, ma non avrebbe molto più senso di mettersi a leggere tutto il vocabolario. ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 15/04/16
Erano moltissimi anni che avevo in casa questo librone, senza aver mai avuto il coraggio di aprirlo, temendone la mole e la complessità. Poi, in un momento di curiosità, l’ho fatto e per molte settimane esso ha scandito le mie giornate, ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 10/04/16
Frazer mette in fila con estrema lucidità magia, religione e scienza, parlando dei meccanismi con cui l'uomo arrivava a confrontarsi con l'ignoto, ma anche come lo affronta oggi.Il suo punto di partenza può sembrare insignificante, visto che è ..." Continua...
Ha scritto il 29/03/15
Abbandonato dopo circa duecento pagine in quattro mesi.Il principale difetto del libro è che si riduce a un interminabile elenco di riti, usanze il cui scopo sarebbe dimostrare la derivazione magico-religiosa dell'agire umano.Peccato che la ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il Aug 10, 2014, 20:29
Le cene per i morti alla vigilia di OgnissantiNon soltanto fra i Celti ma per tutta Europa pare che l'Ognissanti, la notte che segna il passaggio dall'autunno all'inverno, fosse anticamente il tempo dell'anno in cui si supponeva che le anime dei ... Continua...
Pag. 738
  • 1 commento
Ha scritto il Aug 10, 2014, 20:19
L'uso della divinità come capro espiatorioSe ci domandiamo perché si debba scegliere un dio che muoia, per fargli prendere sopra di sé e redimere i peccati e le sofferenze del popolo, si può rispondere che, nella pratica di usar la divinità ... Continua...
Pag. 673
Ha scritto il Aug 10, 2014, 19:51
Il Natale come derivazione della festa del Sol invictus paganoUn resto istruttivo della lunga lotta si conserva ancora nella nostra festa di Natale che la Chiesa sembra aver preso direttamente in prestito dalla sua rivale pagana. Nel calendario ... Continua...
Pag. 430
Ha scritto il Aug 10, 2014, 11:49
Il ruolo delle religioni ellenistiche nella decadenza dell'Impero romanoIl culto della grande madre, col suo strano mescolio di grossolana barbarie e di aspirazioni spirituali, non era altro che uno di quei numerosi culti orientali dello stesso ... Continua...
Pag. 428
Ha scritto il Aug 10, 2014, 09:19
Lo sfruttamento del mito di Adone da parte del cristianesimoIn Sicilia si seminano ancora in primavera come d'estate dei giardini di Adone; da ciò possiamo forse arguire che la Sicilia e la Sardegna celebrassero un tempo una festa primaverile del ... Continua...
Pag. 414

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi