Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il regno delle nebbie

Londra, 1900: un folle assassino e un grande pittore sulle rive del Tamigi

Di

Editore: Ponte alle Grazie

3.2
(47)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 360 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879285874 | Isbn-13: 9788879285872 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il regno delle nebbie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Delitti romantici

    Un animo romantico pervade questo libro molto carino, che tenta di unire il racconto della vita di Monet alla storia di uno dei protagonisti.
    Carino tutto anche l'intreccio che ricorda un pò Dott. Jekyll e Mr. Hyde.

    ha scritto il 

  • 4

    Dalle acque del Tamigi, in una sera fredda e nebbiosa del 1900, emerge il cadavere di una donna. A scoprirlo è Oliver Craston, un giovane di buona famiglia che muove i primi passi nella carriera diplomatica. Le circostanze della morte sono misteriose: un aborto praticato da mani esperte, morsi e ...continua

    Dalle acque del Tamigi, in una sera fredda e nebbiosa del 1900, emerge il cadavere di una donna. A scoprirlo è Oliver Craston, un giovane di buona famiglia che muove i primi passi nella carriera diplomatica. Le circostanze della morte sono misteriose: un aborto praticato da mani esperte, morsi e lacerazioni, una ferita al cuore, il corpo ancora caldo gettato nel fiume. Il delitto viene ricollegato a un altro cadavere, ripescato in condizioni simili pochi giorni addietro. Ma sarà l'assassino in persona a spiegarci le sue spaventose ragioni. Per capire, dovremo prima immergerci nell'atmosfera londinese dei primi del Novecento, dove le acque melmose del Tamigi separano i quartieri ricchi del centro dai bassifondi sud della città, proteggendo l'alta società dai miserabili. E dovremo far conoscenza con uomini e donne che appartengono a queste rigide categorie sociali: la famiglia piccolo borghese dei Craston, l'agente Garrety con la moglie Aline, da poco immigrati dall'Irlanda, la proprietaria di una bettola, il giovane medico reduce dall'assurda guerra contro i boeri... In quel gelido inverno, sulle rive del Tamigi c'è anche Claude Monet, venuto per dipingere gli effetti di luce creati dalla nebbia. Ormai anziano, è in compagnia di Michel, figlio di primo letto, e della seconda moglie. Dalla nebbia, insieme a quei colori così difficili da catturare, emergono ricordi dolorosi: la miseria degli inizi, il suo tentativo di suicidio, la malattia e la morte di Camille poco dopo la nascita di Michel. Di quei tormenti Monet vorrebbe tanto parlare con suo figlio, ma lui non capirebbe: è cresciuto nell'agiatezza, ancora non conosce la vita. Sarà il caso a offrire al pittore un amico con cui confidarsi: il giovane Craston, in stato di shock subito dopo il ritrovamento del cadavere, rischia di farsi investire dalla carrozza dei Monet. Soccorso dal pittore, stringe con questi un'amicizia profonda. Come succede con i dipinti degli impressionisti, viste da vicino le innumerevoli 'macchie' assumono un significato solo se viste da lontano, quando, fatto qualche passo indietro, l'immagine che compongono prende vita e ci investe con tutta la sua forza. Le storie immaginarie dei protagonisti si intrecciano a quelle - reali - dell'artista in una storia emozionante, che è anche uno spaccato impietoso della società inglese e un toccante ritratto di Monet in un momento cruciale della sua vicenda umana e artistitica.

    ha scritto il 

  • 4

    Le storie immaginarie dei protagonisti si intrecciano con quella vera di Monet in una storia emozionante, che è uno spaccato della società inglese e un toccante ritratto del pittore in un momento cruciale della sua vita.

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi ha convinta del tutto questo mistery. In sè la trama e le suggestioni dell'ambiente londinese di inizio 900 potevano funzionare ma manca l'amalgama tra i vari personaggi, che tra l'altro sono abbastanza "sbiaditi" , soprattutto la figura del pittore Monet mi pare sia completamente slegata ...continua

    Non mi ha convinta del tutto questo mistery. In sè la trama e le suggestioni dell'ambiente londinese di inizio 900 potevano funzionare ma manca l'amalgama tra i vari personaggi, che tra l'altro sono abbastanza "sbiaditi" , soprattutto la figura del pittore Monet mi pare sia completamente slegata dal resto. Due storie parallele, quella del serial killer e quella del pittore in crisi esistenziale, che a mio avviso non funzionano. Peccato perchè il libro è scritto molto bene e la trama è senza dubbio originale. Comunque una lettura gradevole. Aspetterò il prossimo lavoro di questa scrittrice.

    ha scritto il