Il richiamo della foresta - Zanna Bianca e altre storie di cani

Voto medio di 209
| 36 contributi totali di cui 26 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il richiamo della foresta, unanimemente considerato il capolavoro di Jack London, è una delle opere letterarie più lette e conosciute al mondo. London lo scrisse di getto alla fine del 1902 e riuscì a farlo pubblicare l’anno successivo sul «Saturday ...Continua
Ennenne358 (non...
Ha scritto il 25/08/17
Ho voluto leggere questi due libri dopo aver letto le citazioni in "Nelle terre selavggie". Non pensavo mi piacessero, non mi avevano mai attirato. E invece...li ho amati. Il richiamo della foresta è molto breve e sintetico, va dritto al punto. Zanna...Continua
Barlow
Ha scritto il 04/01/15
Il Grande Nord visto da un narratore di razza
Stupendo, stupendo e stupendo volume! Una raccolta mozzafiato per ambiente naturale e narrazione. "Il richiamo della foresta" e "Zanna Bianca" sono due capolavori assoluti. Il primo ancora di più. Poi c'è "Farsi un fuoco", racconto splendido e strug...Continua
Carmilla
Ha scritto il 21/04/14
"La cupa foresta di abeti si stendeva tetra su entrambe le rive del corso d'acqua gelato. Gli alberi, squassati da un improvviso vento, si erano liberati del loro manto di brina e sembrabano appoggiarsi l'uno contro l'altro, scuri e sinistri contro l...Continua
Mmaassi58
Ha scritto il 22/12/13
non ha niente a che vedere con le avventure della corsa all'oro. E' un bellissimo libro. e' sempre stato relegato nella collana ragazzi ma mi e' piaciuto molto anche se ho 55 anni..le descrizioni dei luoghi e della vita di animale e uomini sono belli...Continua
PatriPetri
Ha scritto il 07/07/13
Avevo letto "Il richiamo della foresta" da bambina, uno dei primi libri che ho letto. Con "Zanna bianca" ho riprovato il fascino di quelle foreste lontane e innevate, descritte dal particolare punto di vista di questo coraggiosissimo ed indomito cane...Continua

Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:27
Non si può, comunque, violentare la propria natura senza che questa si ripieghi su se stessa. Tale ripiegamento è come un pelo che, destinato a crescere verso l’esterno del corpo, si volti improvvisamente verso la direzione del suo punto d’origine...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:26
E mentre la mano gli si avvicinava sempre di più, nella bestiola si combatteva una dura battaglia di istinti. Era infatti combattuto da due grandi impulsi, quello di cedere e quello di combattere. La risultante fu un compromesso; fece entrambe le cos...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:26
Era troppo occupato e troppo esaltato per accorgersi che era anche felice.
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:26
Ma c’erano anche altre forze che agivano in lui. E la più prepotente era quella della crescita. L’istinto e la legge gli chiedevano l’ubbidienza, mentre la crescita esigeva da lui la disobbedienza. La madre e la paura lo invitavano a tenersi lontano...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:25
Le terre desolate e selvagge non amano il movimento. La vita le offende poiché la vita è movimento ed esse vogliono paralizzare qualsiasi movimento vitale. Gelano l’acqua per impedirle di correre al mare; inaridiscono la linfa degli alberi fino a gel...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi