Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il risparmio tradito

Come difendersi da bancari, assicuratori

Di

Editore: Cortina (Torino)

4.0
(72)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 191 | Formato: Altri

Isbn-10: 8882390764 | Isbn-13: 9788882390761 | Data di pubblicazione: 

Genere: Business & Economics , Social Science

Ti piace Il risparmio tradito?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo libro si rivolge a chi ha perso soldi con i fondi comuni, a chi èinsoddisfatto dei titoli che gli ha venduto la banca, a chi mette i propririsparmi nella previdenza integrativa, non sapendo i rischi che corre. E' unacontroguida agli investimenti che dimostra il fallimento del risparmiogestito e denuncia le responsabilità del giornalismo economico italianocolpevole, secondo l'autore, di non fornire un'informazione adeguata.
Ordina per
  • 4

    La prova, se ce n'era davvero bisogno, che bisogna tenersi alla larga dalle banche (e dalle assicurazioni). Con pochi accorgimenti, semplici e alla portata di tutti, è possibile gestire da sé il ...continua

    La prova, se ce n'era davvero bisogno, che bisogna tenersi alla larga dalle banche (e dalle assicurazioni). Con pochi accorgimenti, semplici e alla portata di tutti, è possibile gestire da sé il proprio gruzzolo senza attirare gli avvoltoi del risparmio gestito. ... e a quelli che continuano a propinarmi fondi pensione e polizze vita rispondo sempre "Dopo aver letto il libro di Beppe Scienza mi sono dato al fai da te con ottimi risultati, grazie."

    ha scritto il 

  • 4

    L'autore (docente di matematica al Politecnico di Torino e con una lunga esperienza alle spalle anche come giornalista economico ora boicottato dalle maggiori testate) apre gli occhi sui meccanismi ...continua

    L'autore (docente di matematica al Politecnico di Torino e con una lunga esperienza alle spalle anche come giornalista economico ora boicottato dalle maggiori testate) apre gli occhi sui meccanismi perversi che regolano la macchina della raccolta del risparmio; l'analisi è oggettiva e impietosa e suffragata da una mole impressionante di dati e di esempi (capirete anche perchè i giornali che si occupano di economia e finanza non gli concedano più spazi).Opera assolutamente necessaria per aprire gli occhi.

    ha scritto il 

  • 2

    senti da che pulpito

    un libro che fa demagogia e non fa informazione. Va bene denunciare l'avidità e la scarsa trasparenza delle banche (unicredito in testa), ma poi proporre soluzioni per investire o solo accrescere il ...continua

    un libro che fa demagogia e non fa informazione. Va bene denunciare l'avidità e la scarsa trasparenza delle banche (unicredito in testa), ma poi proporre soluzioni per investire o solo accrescere il livello culturale sembra non essere l'obiettivo. Invece questo dovrebbe fare uno che afferma che il risparmio è stato tradito... bravo allora perchè tu stai zitto e non fai informazione, ma solo polemica?

    ha scritto il 

  • 5

    Condivisibile dalla prima all'ultima parola. Dovrebbe leggerlo chiunque ha due soldi da parte. Voglio citare una cosa su cui mi ha aperto gli occhi: il perché i fondi d'investimento spesso cambiano ...continua

    Condivisibile dalla prima all'ultima parola. Dovrebbe leggerlo chiunque ha due soldi da parte. Voglio citare una cosa su cui mi ha aperto gli occhi: il perché i fondi d'investimento spesso cambiano nome. Semplicemente, quando nel medio periodo perdono troppo rispetto all'indice di riferimento, preferiscono ripartire da zero piuttosto che sottostare alle riviste specializzate.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro breve e di facile lettura. Illuminante su come la stampa (specialistica e no) deforma l'informazione a vantaggio dei grandi gruppi economici.
    Ha il pregio di rendere trasparenti le logiche che ...continua

    Libro breve e di facile lettura. Illuminante su come la stampa (specialistica e no) deforma l'informazione a vantaggio dei grandi gruppi economici.
    Ha il pregio di rendere trasparenti le logiche che muovono le proposte di investimento di banche e promotori vari, quali sono gli interessi che vengono tutelati che non coincidono mai con quelli del risparmiatore/investitore.
    Lettura educativa

    ha scritto il 

  • 4

    Beppe Scienza è un professore di matematica e non di finanza. Probabilmente, come molti, è rimasto scottato da qualche investimento finito male. Date queste premesse è inevitabile che il libro ...continua

    Beppe Scienza è un professore di matematica e non di finanza. Probabilmente, come molti, è rimasto scottato da qualche investimento finito male. Date queste premesse è inevitabile che il libro parta lanciia in resta contro tutti i banchieri e contro tutti gli assicuratori presentandoli come l'esercito del male dal quale difendersi.
    Purtroppo (e lavorando in banca ne so qualcosa) ha quasi sempre ragione. Ha ragione soprattutto nell'affermare che quella finanziaria è una grande industria che prospera sui soldi altrui. Ha ragione a dire che l'ignoranza finanziaria è sovrana tra il popolo degli investitori e ha ragione soprattutto a dire che in Italia non esiste una stampa imparziale e sopra le parti (non esiste nemmeno in politica, figuriamoci in campo economico) che permetta di diradare questa diffusa ignoranza e di difendersi da quelle che sono delle vere e proprie trappole presentate allo soprtello bancario come l'investimento perfetto, ma che spesso è perfetto solo per chi lo propone.
    Libro da prendere "cum grano salis", ma da prendere, e da meditare.

    ha scritto il 

  • 4

    Utilissimo

    Apre gli occhi, chiunque abbia intenzione di investire qualche soldo dovrebbe prima leggere questo libro. Non dà la formula magica per diventare ricchi, ma suggerisce gli strumenti per difendersi da ...continua

    Apre gli occhi, chiunque abbia intenzione di investire qualche soldo dovrebbe prima leggere questo libro. Non dà la formula magica per diventare ricchi, ma suggerisce gli strumenti per difendersi da chi ci propone investimenti pericolosi come se fossero miniere d'oro senza informarci bene dei rischi.

    ha scritto il 

  • 5

    La situazione banche-assicurazioni in Italia ...

    ... non è buona ; dopo la morte di Enrico Cuccia ( un altro grande Siciliano, cui l' Italia molto deve ) , le déluge .
    Ma recentemente ho sentito questa : il Crédit Agricole, per fronteggiare la ...continua

    ... non è buona ; dopo la morte di Enrico Cuccia ( un altro grande Siciliano, cui l' Italia molto deve ) , le déluge .
    Ma recentemente ho sentito questa : il Crédit Agricole, per fronteggiare la crisi , ha licenziato dipendenti e risparmierà 32 milioni di euro; sempre per fronteggiare la crisi , ha ricevuto TRE MILIARDI di euro "gratis et amore dei" da Sarkozy e dal Governo Francese ; sempre per fronteggiare la crisi , i Dirigenti si sono spartiti 60 milioni di euro.
    Gli Usa, si sa come sono andati ... mal comune , mezzo gaudio ... ma , pf , non facciamoci ancora fregare ...

    ha scritto il