Il romanzo antico

Forme, testi, problemi

Di

Editore: Carocci

3.3
(9)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 248 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8843037951 | Isbn-13: 9788843037957 | Data di pubblicazione: 

Genere: Non-narrativa , Manuale

Ti piace Il romanzo antico?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ormai da alcuni decenni il romanzo antico riscuote un interesse sempre crescente sia da parte degli studiosi che del pubblico più vasto, e la sua presenza nei programmi d'insegnamento universitari si fa più frequente. Le ragioni di questo sviluppo sono varie. Gli studi recenti hanno portato ad una rivalutazione di molti testi narrativi come sofisticati prodotti letterari, mentre la posizione marginale e potenzialmente sovversiva del romanzo rispetto agli schemi della cultura classica offre agli antichisti nuove prospettive e nuovi ambiti di ricerca; ma non mancano motivi di interesse più generali che coinvolgono, ad esempio, le continuità e discontinuità tematiche e strutturali tra la narrativa antica e quella moderna. Il volume, destinato agli studenti universitari ma anche ad un pubblico più ampio che sia interessato alla storia della narrativa, offre sia una visione d'insieme del romanzo antico quale fenomeno culturale, sia un approccio più particolareggiato ai singoli autori e ai principali problemi storici e letterari ad essi collegati. Alla fine di ciascun capitolo si trovano bibliografie ragionate che potranno offrire un punto di partenza a chi desidera approfondire l'argomento.
Ordina per
  • 3

    A dispetto del titolo poco allettante, si è rivelata una lettura intrigante e lontana dal gergo dei classicisti. Specialmente gli ultimi paragrafi (quelli sul realismo e sulla funzione identitaria dei ...continua

    A dispetto del titolo poco allettante, si è rivelata una lettura intrigante e lontana dal gergo dei classicisti. Specialmente gli ultimi paragrafi (quelli sul realismo e sulla funzione identitaria dei romanzi per le genti greche e latine) avvincono e danno da pensare.
    Accademico, ma nel senso migliore del termine.

    ha scritto il