Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il salto di Saffo

Di

Editore: Bompiani

3.5
(281)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 390 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8845255166 | Isbn-13: 9788845255168 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tilde Riva

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian , Romance

Ti piace Il salto di Saffo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sulla cima di un monte, Saffo è ormai decisa: soltanto trovare la morte gettandosi dall'alta rupe allontanerà lo spettro della vecchiaia e di un amore infelice. Ma prima di compiere il gesto estremo, la poetessa rivede con l'occhio interiore la sua intera esistenza: il rapporto con la schiava Prassinoa, l'amore per Alceo e il tentativo, compiuto insieme a lui, di abbattere il tiranno Pittaco, le avventure erotiche che la porteranno da Delfi all'Egitto, fino ai confini del mondo antico. L'autrice di "Paura di volare"fa rivivere la poetessa greca e la sua poesia, la sua fragilità, ma anche la sua forza, il suo coraggio.
Ordina per
  • 5

    Un salto tra le terre dell'Origine, tra le radici dei lirici e dei carmi. Immerso nella salsedine di luoghi d'incanto e densi di Umano, il lettore si fa viandante insieme a lei: Saffo. Le pagine respirano di eros e passione, musa dell'intenso viaggio, Afrodite, guida la poetessa di Lesbo che tess ...continua

    Un salto tra le terre dell'Origine, tra le radici dei lirici e dei carmi. Immerso nella salsedine di luoghi d'incanto e densi di Umano, il lettore si fa viandante insieme a lei: Saffo. Le pagine respirano di eros e passione, musa dell'intenso viaggio, Afrodite, guida la poetessa di Lesbo che tesse frammenti immortali e, al pari di Odisseo, vive intense avventure. Come in una pellicola cinematografica le parole di Erica Jong diventano immagini, si susseguono rapide,riscoprendo un passato eterno che avvolge e coinvolge fino all'ultima riga.

    ha scritto il 

  • 5

    "Lascia che i mortali inciampino lungo la loro stupida strada,

    mentre noi ci dilettiamo quassù. Sono creature di un'ora, di un giorno, di una settimana. La loro vita è senza importanza. Siamo noi, a essere veramente importanti."

    "La vita di Saffo è importante! Non è una mortale qualsiasi. Forse il corpo è polvere. Ma la sua voce è divina."

    ha scritto il 

  • 1

    Citando Shakespeare, non ho mai "mai udito un berciare in vita mia
    così oltraggioso, strano, variopinto" come quello a cui si è abbandonata questa donna.


    Seriamente, non pensavo si potessero scrivere eresie storico-letterarie peggiori di quelle di cui è infarcito 'Memorie di una cagna' ma ...continua

    Citando Shakespeare, non ho mai "mai udito un berciare in vita mia così oltraggioso, strano, variopinto" come quello a cui si è abbandonata questa donna.

    Seriamente, non pensavo si potessero scrivere eresie storico-letterarie peggiori di quelle di cui è infarcito 'Memorie di una cagna' ma mi sono dovuta ricredere alla comparsa dei centauri.

    ha scritto il 

  • 3

    VI sec a. C., Leucade. Il suo piedino calzato d'un sandalo d'oro si inerpica su, su, sempre più su. La bella cantrice di Afrodite ha timore dell’autunno della vita. Sale in fretta la scogliera mentre il cuore le pulsa forte in gola e rivede la sua bellezza e la sua giovinezza a Lesbo, l'ispirazio ...continua

    VI sec a. C., Leucade. Il suo piedino calzato d'un sandalo d'oro si inerpica su, su, sempre più su. La bella cantrice di Afrodite ha timore dell’autunno della vita. Sale in fretta la scogliera mentre il cuore le pulsa forte in gola e rivede la sua bellezza e la sua giovinezza a Lesbo, l'ispirazione e le sue passioni, e calpesta il sogno dell’amore di Alceo. È mossa da un unico istinto: gettarsi dalla rupe. Ma le sue ginocchia ora tremano. In cima alla scogliera dell'isola, l'aria si fa più rarefatta e in basso tra i faraglioni il mare spumeggia. Saffo e la sua poesia corrono già sull’orlo dell’eternità…

    «Un romanzo comincia sempre con un: "E se...?" E se Saffo fosse stata sul punto di gettarsi dalla rupe, ma si fosse fermata per raccontare la sua storia?»: nella postfazione, subito dopo aver proposto la rilettura della vita di Saffo in una narrazione ricca di elementi di mito e di sogno, Erica Jong ritorna agli scenari di composizione dell’opera incentrata intorno alla figura della poetessa; per buona parte misteriosa e per questo plasmabile. Così, non sorprendentemente, la scrittrice suggerisce che «per uno storico, questo è un ostacolo. Per un romanziere, può essere una benedizione». E per un lettore? Beh, si può sempre vagare sulle ali della fantasia, no? Apprestatevi, dunque, a chiederle in prestito ad Icaro e predisponetevi a leggere una storia d’amore, guai e avventura. Lasciatevi andare! Il romanzo non poggia difatti su solide basi storiche. I punti di forza sono altri, quelli di Paura di volare e di molte altre opere caratterizzanti il percorso letterario della scrittrice americana. In primo luogo, la capillare esplorazione dell’universo femminile; l’attenzione alle passioni e alle solitudini delle sue protagoniste; l’affermazione della libertà delle scelte, la denuncia dei pregiudizi atavici di genere. E ancora, la forte unione di eros e psiche. In particolar modo, ne Il salto di Saffo la volubilità dell’amore e della sua dea Afrodite. Situazioni sentimentali ed erotiche emblematiche. Le Muse e tutte le arti poetiche unite al gusto dell’eros rinascono qui in pagine dal ritmo fluido. Il mito lontano rivive e affianca personaggi leggendari come il greco Esopo, celebre favolista. L’ispirazione ha un ruolo rilevantissimo. Le ambientazioni e specialmente le acque dell’Egeo sono in primo piano. Chiosa la Jong: «Spero di essere riuscita a catturare in queste pagine un po' della luce di quelle isole e di quel mare». Da parte nostra, l’invito a non fermarsi soltanto a quest’opera, che pure interpreta Saffo e può incuriosire sulla sua affascinante figura, e il suggerimento di leggere i frammenti che ci sono giunti degli appassionanti canti della poetessa. http://www.mangialibri.com/node/11989

    ha scritto il 

  • 0

    Quando la mitologia, tra storica e fantastica, incontra l'erotismo, nella sua valenza più naturale e sensuale.
    La storia di Saffo diventa la parabola dell'insaziabile ricerca del senso della vita attraverso l'amore, amore dalle mille sfaccettature, ma amore che domina nel suo aspetto carnale. E ...continua

    Quando la mitologia, tra storica e fantastica, incontra l'erotismo, nella sua valenza più naturale e sensuale. La storia di Saffo diventa la parabola dell'insaziabile ricerca del senso della vita attraverso l'amore, amore dalle mille sfaccettature, ma amore che domina nel suo aspetto carnale. E per questo avvinghiato anche alla ragione, alleata tiepida forse, ma dispensatrice di consapevolezze, lucidità, porto sicuro, quando si voglia, dai canti delle sirene e dai desideri brutali figli della carne, che come il lampo in un attimo abbacinano senza accecare e scompaiono senza traccia. "Se gli amanti potessero vivere per sempre nella terra del desiderio, la vita non avrebbe problemi. Ma, una volta appagato, il desiderio lascia posto ad altri sentimenti." Saffo salta nella vita, col suo temperamento audace e senza compromessi, guidata da Afrodite, che significa passione e sensualità. Saffo salta nella vita, e viene infin salvata non dalle brame del suo delta divino, ma dal materializzarsi dei bisogni della sua anima, tutti quelli che vengono dopo il desiderio. "Una storia è bella finché non se ne racconta un'altra."

    ha scritto il 

  • 2

    clamorosa vaccata... è un romanzo ad ambientazione storica dove la ricostruzione della vita della poetessa è completamente inventata... Amazzoni, Centauri, Esopo, è una sorta di Harmony infarcito di sesso e storia.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro che ho molto apprezzato e nel quale compaiono personaggi ormai diventati leggende come appunto Saffo, la poetessa degli antichi ed Esopo il favolista filosofo.
    Da questi due personaggi e tanti altri ancora, tra leggenda, fantasia e un pizzico di realtà si ripercorre l'intera vita della cant ...continua

    Libro che ho molto apprezzato e nel quale compaiono personaggi ormai diventati leggende come appunto Saffo, la poetessa degli antichi ed Esopo il favolista filosofo. Da questi due personaggi e tanti altri ancora, tra leggenda, fantasia e un pizzico di realtà si ripercorre l'intera vita della cantrice mitica per le sue parole. Il ritmo è serrato, mai noioso e molto scorrevole. Consigliato a chi ama il genere storico ed anche il romanzo d'amore, è un fantastico intreccio di questi due stili.

    Ecco alcune citazioni:

    "Ho amato uomini e donne?Ma l'amore ha un sesso? Ne dubito, che importa di quali carni rivesta il corpo dell'amante?"

    "(Naturalmente chi sa farti ridere, ti farà anche piangere, non dimenticarlo mai)...So bene che l'amore non è la cura ma la malattia stessa"

    "Un uomo mostra il suo tallone d'Achille solo ad una donna. Con gli altri uomini continuerà a fingere di essere invincibile" disse Esopo.

    "Sto attenta ad esprimere i desideri: si potrebbero avverare"

    ha scritto il 

  • 1

    Discretamente una boiata, mi dispiace molto. La tipica americanata - vedi il film Troy; storia stravolta, happy ending forzato per darci il contentino, una lampante incomprensione di pederastia e omosessualità largamente diffusi nel mondo Greco. Con studi classici alle spalle, non posso che dire ...continua

    Discretamente una boiata, mi dispiace molto. La tipica americanata - vedi il film Troy; storia stravolta, happy ending forzato per darci il contentino, una lampante incomprensione di pederastia e omosessualità largamente diffusi nel mondo Greco. Con studi classici alle spalle, non posso che dire che è stato oltremodo deludente.

    ha scritto il